VOGLIAMO ADSL E RIPETITORE A CANOLO NUOVO firma ora

È una situazione ormai non più tollerabile e giustificabile. È una condizione terzomondista che continua a creare sempre maggiori disagi. Lavorativi e sociali. Di sicurezza e di soccorso.
La colpevole assenza della linea adsl e di un ripetitore per telefonia mobile a Canolo Nuovo è una mancanza di gravità inaudita: il piccolo centro aspromontano si trova a circa 1000 metri di altezza; le strade assomigliano ad un campo minato, i servizi sono in continuo smembramento. L’emigrazione giovanile è un’emorragia inarrestabile che indebolisce la già cadente struttura sociale di questo lembo di terra.
Le poche persone che ci rimangono spesso si sentono abbandonate e figli di un dio minore. Ma nonostante tutto continuano a restare e a resistere. Continuano a popolare la montagna e a mantenere viva una dimensione sociale sempre più rara. Sono attaccati alla propria terra. E per questa grave “colpa” sembrano condannati all’iniquità sociale e all’abbandono istituzionale.
Tra le altre carenze e deficienze strutturali, si riscontra difatti una connessione al web obsoleta e instabile, che con frequenza si interrompe. E che fagocita per ore l’utenza telefonica, costringendo all’isolamento assoluto un’abitazione e la relativa famiglia.
Proprio così: perché oltre all’Adsl a Canolo Nuovo manca anche un qualsiasi tipo di ripetitore che consenta l’utilizzo di telefoni cellulari. Per cui, se ci si collega alla rete non è più possibile utilizzare il telefono, né fisso né mobile, e viceversa.
I ragazzi per poter telefonare devono prendere la macchina e fare chilometri per trovare un punto in altura dove captare un minimo di segnale. Chi ha il computer portatile a volte se lo porta dietro e riesce a collegarsi per qualche minuto utilizzando una chiavetta internet che funziona tramite antenna telefonica.
Sembrano scene surreali e assistervi lascia in bocca un sapore agrodolce. Fa sorridere, ma innesca anche sensazioni di rabbia e frustrazione. Perché ci si ritrova a vivere una condizione mentale di disagio e di turbamento. Di ulteriori e colpevoli isolamenti. Di aggiuntive privazioni ormai non più giustificabili. Di incuria verso l’incolumità di chi vive in montagna: perché forse non ci si rende bene conto dei rischi che racchiudono le impervie alture montane e i problemi di sicurezza che possono sorgere dal mancato utilizzo di un telefono cellulare in posti isolati e difficilmente raggiungibili.
Questa petizione, verrà presentata e sottoposta con rumorosa forza all’Amministrazione Comunale di Canolo, all’Ente Parco Nazionale d’Aspromonte, alla Provincia di Reggio Calabria, alla Sopraintendenza , alla Regione Calabria, alla Telecom e a tutte le compagnie di telefonia mobile. A tutti chiediamo di adoperarsi per eliminare questo degrado tecnologico e comunicativo. A loro chiediamo risposte concrete e immediate. E a loro ribadiamo che siamo contro tutte quelle strumentali forme di ambientalismo sostenute da pochissimi cittadini o da burocrati insensibili che non accettano un ripetitore ma che ipocritamente possiedono due cellulari a testa e hanno la casa piena zeppa di apparecchi e strumenti che emanano molte più onde elettromagnetiche di una semplice antenna telefonica.

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
193 / 1000

Firme Recenti

  • 18 maggio 2012193. Aristide
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012192. Sabino Hantu
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012191. Leonzio Poli
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012190. Enzo
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012189. Rossana Cochis
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012188. Selvaggia
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012187. Virone Talloru
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012186. Oriana
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012185. Verdiana Stefanini
    Sottoscrivo questa petizione
  • 19 dicembre 2010184. Luana lamonica (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 15 dicembre 2010183. Martina Belloccio (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 08 dicembre 2010182. angela surace (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 07 dicembre 2010181. Veronica Larosa (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 04 dicembre 2010180. MARIATERESA CALAUTTI (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 04 dicembre 2010179. Giusy Livigni (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 04 dicembre 2010178. giuseppe demasi
    Sottoscrivo questa petizione
  • 04 dicembre 2010177. Stefano Ciurleo
    Sottoscrivo questa petizione
  • 04 dicembre 2010176. francesco loccisano
    Sottoscrivo questa petizione
  • 30 novembre 2010175. Scarma Band (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 29 novembre 2010174. Francesco Coluccio
    Sottoscrivo questa petizione
  • 27 novembre 2010173. Daniele
  • 02 novembre 2010172. 'nnttoni gulluni
    farà la solita fine questa petizione ?
  • 28 ottobre 2010171. fiorella bonaventura (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 ottobre 2010170. Christian Larosa (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 13 ottobre 2010169. santina bellino
    Sottoscrivo questa petizione
  • 27 settembre 2010168. Susanna Tasca
    Sottoscrivo questa petizione
  • 27 settembre 2010167. Francesco Manti
    Sottoscrivo questa petizione

vedi tutte le firme

Informazioni

Giuseppe TrimarchiDa:
Tecnologia e InternetIn:
Destinatario petizione:
Comune di Canolo, Ente Parco Nazionale d'Aspromonte, Provincia di Reggio Calabria, Sopraintendenza, Regione Calabria, Telecom, Wind, Vodafone, Tim

Sostenitori ufficiali della petizione:
Anpas-Volontari d'Aspromonte, Quelli che...vogliono ripetitore e adsl a Canolo Nuovo.

Tags

Nessuna tag

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets