Tutela COMIGNOLI ARBERESHE-SKIPATARI di Carosino (TA) firma ora

PREMESSO CHE
Carosino si colloca in una posizione centrale rispetto al contesto geografico, ma anche storico e socio-culturale dell'"Albania Ionica", come dimostrano i documenti e le evidenze presentata anche recentemente durante la Mostra Nazionale sulla Cultura degli Italo - Albanesi nel Regno di Napoli dal titolo : ''Arbereshe. Cultura e civilta' di un popolo. Ovvero appunti di viaggio'', tenutasi a Carosino e curata dal Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali con il coordinamento scientifico di Pierfranco Bruni;

CHE
l'impronta albanese, secondo alcune fonti, ha valore identitario per Carosino poiché relativo anche allo stesso toponimo, la cui etimologia è fatta risalire da Giacomo Arditi dal nome della città di provenienza delle genti albanesi giunte nella zona nella prima metà del 1500: “Corone”, da cui” Carona”, per cui “Carosino” significherebbe “piccola Carona” (Giacomo Arditi "La corografia fisica e storica della procinvia di Terra d'Ontranto", Arnoldo Forni Ed., 1879);

CHE
vi è un interesse da parte della Provincia di Taranto, dimostrato anche dal riconoscimento dell'Albania tarantina nel TITOLO I "Principi generali e programmatici" - Art. 1 - Comma 10 "La Provincia riconosce un’area geografica denominata “Albania tarantina” su cui si estendono i Comuni di San Marzano di S.G., in cui si registra il maggiore insediamento, Carosino, Faggiano, Monteiasi, Montemesola, Monteparano, Roccaforzata e San Giorgio Jonico, quale comunità di minoranza storica etnico-linguistica. La Provincia, nel rispetto e nei limiti della vigente legislazione nazionale ed internazionale, adotta iniziative tese alla integrazione delle comunità minoritarie di immigrazione, comunitarie ed extracomunitarie e alla salvaguardia delle loro specificità etniche, linguistiche, religiose e culturali, riconoscendo la differenza come valore, e l'articolazione multietnica e multiculturale della Comunità come ricchezza", ma anche da parte del Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali e il suo "Progetto Etnie";

CHE
vi sono inoltre diversi organismi ed enti locali interessati al tema e che possono supportare e coadiuvare le richieste espresse sotto, quali il consorzio di proloco e associazioni TAAT "Terra Antica Arberia Tarantina" (di cui fa parte anche la Proloco di Carosino);

VISTO CHE
la comunita' di Carosino, pur possedendo una precisa eredita' Italo-Albanese, ha perso lingua e costumi (principalmente per effetto di "visite ispettorali" del vescovo Brancaccio nel 1500 relativamente ai riti celebrati nelle Chiese della zona che, circoscrivendo quello ortodosso e promuovendo/imponendo quello latino ha contribuito alla perdita dell'etnia, della lingua, seppur parlata ancora nella seconda metà del 1800, e delle tradizioni - cfr. di Giacomo Arditi, op.cit.; Antonio Cinque "Carosino. Sopravvivenze storiche di una comunità. Studi e ricerche", Editore Mandese, 1988) ma conserva testimonianze urbanistiche e architettoniche della presenza della tradizione albanese e balcanica e della sua presenza cruciale nelle zone centrali del feudo e nell'attuale rione dei "Pipitari";

CHE
tra questi elementi di riconoscibilità dell'identità Arbereshe di Carosino vi sono i due comignoli sito uno sull'edificio all'angolo tra via Mazzini e largo Dante civico 43-41, l'altro sull'edificio in via Manzoni civico 23-21, e che entrambi sono patrimonio del popolo di Carosino, della sua identità, della sua storia e, per questo, sono da considerarsi di interesse culturale, storico e artistico;

CHE,
secondo la legislazione, per beni culturali si devono intendere tutti quelli che sono riferibili all'individuo, alle sue attività intellettuali, manuali, artistiche, alla sua storia, al suo ambiente, alla sua evoluzione e a quella del territorio nel senso più ampio. Tali beni, che possono appartenere tanto a soggetti privati quanto allo Stato ed ad altri enti pubblici, sono sottoposti ad un particolare regime volto a tutelarli e proteggerli e sotto il controllo del Ministero dei Beni Culturali e Ambientali;

CHE
grazie al lavoro di ricerca e approfondimento svolto da Biagio Lieti, con l'indispensabile supporto del prof. Biagio Frascella, per il rione dei "Pipitari" nell'ambito dei giochi estivi "Estate Azzurra" organizzati dal C.O.G.E., si è riacceso un forte interesse per i comignoli "pipitari", vale a dire di origine skipatara-arbereshe, assunti a simbolo del rione stesso;

CONSIDERATO CHE 
la comunità di Carosino vanta delle personalità nell'ambito dello studio, ricerca, conoscenza del mondo Arbereshe che possono aiutarlo a valorizzare il proprio portato culturale, integrandosi con le conoscenze locali e territoriali provenienti dalla tradizione orale dei Carosinesi;

CHIEDO

al Sindaco di Carosino, Rag, Chiloiro, al Vice Sindaco e Assessore al Marketing Territoriale, Rag. Avrusci, e all'Assessore alla Cultura, Dott. Vinci,

CHE il Comune di Carosino si impegni formalmente davanti al Consiglio e alla Giunta a PORRE TRA I PROPRII OBIETTIVI LA TUTELA E VALORIZZAZIONE DEI COMIGNOLI ARBERESHE-SKIPATARI sopra individuati;
- CHE sia esplicitamente ed ufficialmente RICONOSCIUTO IL VALORE E L'INTERESSE ARTISTICO, STORICO E CULTURALE dei comignoli di cui sopra, in collaborazione con la Soprintendenza dei Beni Architettonici e Paesaggistici della Provincia di Taranto; 
- CHE, con riferimento in particolare all’Art.2 del Decreto Legislativo 29 ottobre 1999, n. 490 "Testo unico delle disposizioni legislative in materia di beni culturali e ambientali, 
a norma dell'articolo 1 della legge 8 ottobre, n. 352", come modificato dal Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 "Codice dei beni culturali e del paesaggio", come modificato dal D.Lgs. 26 marzo 2008, n. 62, i comignoli descritti sopra siano inclusi nell'elenco dei beni che vengono dichiarati Beni Culturali;
- CHE, a tal scopo, siano prioritariamente promossi studi sistematici e approfonditi sui comignoli stessi e il portato artistico-culturale delle testimonianze arbereshe a Carosino, anche in collaborazione con i comuni limitrofi dell'Albania Ionica, la Soprintendenza e gli organismi ed enti interessati e coinvolti;
- CHE sia urgentemente predisposta una politica di messa in sicurezza dei comignoli, chiedendo ai proprietari degli edifici su cui si ergono i comignoli, secondo quanto delineato dal Testo Unico dei Beni Culturali, a porli in situazione di assoluta sicurezza strutturale, da parte del Comune;
- CHE sia avviata una politica di lungo periodo di reale valorizzazione delle strutture descritte, per esempio rifunzionalizzando gli edifici che li ospitano con l'apertura di un Eco-museo della storia di Carosino che evidenzi anche le radici Arbereshe della comunità, da parte del Comune in collaborazione con Provincia e Soprintendenza, ma anche con la Regione Puglia che ha approvato lo scorso 1 luglio la "Legge Ecomuseale" istituendo anche le Agenzie del territorio dell’Osservatorio Regionale del Paesaggio.

L’appello viene rivolto nella convinzione che sia d'interesse collettivo e, quindi, anche della Pubblica Amministrazione, mantenere, tutelare e valorizzare quegli elementi materiali e immateriali che possono contribuire alla consapevolezza della propria storia ed identità, e all’affermazione di valori quali il valore della cultura, dell'arte, dell'architettura, della storia, del folklore, ma anche dell'integrazione, dell'accoglienza e della valorizzazione delle diversità (temi legati alla presenza storica di comunità di altre provenienze nel tessuto sociale di Carosino).

- Iniziativa promossa dal rione Pipitari di Carosino nelle persone di Sabina De Rosis, Biagio Lieti, Alessandro De Rosis-

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
109 / 1000

Firme Recenti

  • 18 maggio 2012109. Alberta Melillo
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012108. Proserpina
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012107. Luciana Dauda
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012106. Acario Franco
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012105. Vinfrido
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012104. Palladio
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012103. Baldassarre Lecca
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012102. Carlotta
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012101. Icaro
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012100. Vittorio Brombin
    Sottoscrivo questa petizione
  • 15 marzo 201299. Gianmarco Carrieri (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 03 marzo 201298. Mariantonietta De Siati
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 febbraio 201297. Cosimo Friuli
    Sottoscrivo questa petizione
  • 08 febbraio 201296. Lina Monteleone
    Sottoscrivo questa petizione
  • 05 febbraio 201295. annamaria piccinni
    Sottoscrivo questa petizione
  • 05 febbraio 201294. Antonio Rodia
    Sottoscrivo questa petizione
  • 31 gennaio 201293. Federe (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 06 dicembre 201192. Peppe
    Sottoscrivo questa petizione
  • 02 dicembre 201191. EMANUELE BUCCI
    Sottoscrivo questa petizione
  • 01 dicembre 201190. Carmen Moscaggiura (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 20 novembre 201189. Antonia Blasi
  • 20 novembre 201188. PAMELA MAGLIE (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 novembre 201187. Gianluca Marinelli (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 15 novembre 201186. Fabio
    Sottoscrivo questa petizione
  • 13 novembre 201185. Biagio Stasi
    Sottoscrivo questa petizione
  • 09 novembre 201184. Cosimo
    Sottoscrivo questa petizione
  • 03 novembre 201183. vera riccio (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione

vedi tutte le firme

Informazioni

Sabina DRDa:
Cultura e SocietàIn:
Destinatario petizione:
Enti Locali competenti: Comune di Carosino nelle persone del Sindaco, Vicesindaco e Assessore alla Cultura, Provincia di Taranto, Soprintendenza

Tags

albania, albania jonica, arbereshe, beni culturali, carosino, comignoli, pipitari, skipatari, taranto, tutela

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets