Sud-Centro-Nord, una nuova forza politica firma ora

sintetizzo in poche parole il mio pensiero su quello che sta accadendo oggi in Italia:

Abbiamo ereditato, per certi versi, e consentito ad una certa classe politica di rappresentarci per molti anni. Oggi in una Italia con una crisi economica mondiale che la sta mettendo in ginocchio, non solo continuano nel perpetrare scempio di risorse economiche, ma non sono più efficienti come supporto con norme e finanziamenti, alle attività economiche che stanno patendo veramente la crisi.

E' una classe dirigente che non è rappresentativa del livello politico che l'Italia dovrebbe tenere in un momento di forte crisi.

Da anni assistiamo alla riproposizione delle stesse identiche "facce", delle stesse identiche posizioni, senza nessun rinnovamento, senza un cambiamento vero nel panorama politico, senza nessun giovane che si affacci alla politica come nuova ondata.

uno scenario non più condivisibile, in un paese che da anni chiede il rinnovo della classe dirigente, per dare all'Italia una spinta nuova. Non si vuole tagliare con il nostro passato, occorre continuità e memoria, ma occorre che assieme a queste ci siano nuovi volti, nuove idee.

Occorre che la politica attui un sistema retributivo più equo con il mondo del lavoro, un sistema retributivo basato sullo spirito di servizio della politica. Tradotto in termini significa che la politica deve tornare servizio, garantendo la conservazione del posto di lavoro, e uno stipendio equiparato al precedente, o al volume d'affari degli anni precedenti, almeno un decennio, per i liberi professionisti. Oltre le spese ovviamente di rappresentanza. Ciò consentirebbe un notevole risparmio e, ancor meglio, un modo nuovo di approcciare la politica italiana.

Questo è possibile attuarlo attraverso un nuovo partito politico, una nuova figura politica, che ha per solo scopo la contrapposizione alla cattiva politica che da qualche decennio ci attanaglia.

In pratica una nuova classe dirigente, che deve dire basta allo sperpero di fondi pubblici, deve consentire la riduzione degli stipendi, e il rinnovo delle istituzioni.

La politica attuale, deve assumersi la responsabilità di ciò che sta accadendo, delle difficoltà economiche legate, sia agli anni pregressi di cattiva gestione, sia alle problematiche attuali, che stanno inducendo molti imprenditori a chiudere, o ancor peggio al "suicidio" amministrativo, e più tristemente a quello fisico.

I partiti devono comprendere che i soldi dei rimborsi elettorali, sono soldi degli italiani, e non propri, che occorre che ci sia un controllo nelle spese, nella gestione e nelle entrate. Occorre che ci sia un controllore super partes che vigili continuamente. Occorre anche che queste spese siano ridimensionate e non modificabili con leggi, se non costituzionali. E' inaccettabile che un partito politico gestisca milioni di euro in un momento di crisi come questo.

Occorre che al popolo sovrano venga dato un segnale serio da parte della classe politica attraverso l'attuazione di una serie di punti:
- ridimensionamento degli stipendi, e ritorno a una politica di servizio;
- non cumulabilità delle pensioni, e definizione di un tetto massimo;
- non cumulabilità di incarichi, e definizione dei conflitti di interesse.

L'obiettivo che si deve raggiungere è una maggiore perequazione, riduzione del gap remunerativo, e possibilità di lavoro per tutti, con relativo abbassamento della percentuale di disoccupazione, che oggi sta toccando livelli preoccupanti.

una maggiore perequazione di stipendi e pensioni deve essere proposta a tutti i livelli, così che non ci siano gap eccessivi.

L'appello è per i giovani, quelli disoccupati principalmente, per la fondazione di un partito che si ponga questi obiettivi, in contrapposizione ad un modo cattivo di fare politica che ha condotto l'Italia nella posizione attuale.

La Costituzione Italiana, pone al centro il popolo che elegge i suoi rappresentanti, e questi come tali devono dare la possibilità al popolo di controllare l'attività che viene portata avanti, e se il caso discuterla, una politica partecipata che fino ad oggi è mancata se non in rare occasioni, rarissime per la verità. Che ha portato i partiti politici a rifare una norma, quella sul finanziamento pubblico ai partiti, pur essendo stata abrogata con referendum.


Ci vuole una maggiore trasparenza sull'attività politica, i luoghi deputati ad essa, devono essere la casa di tutti i cittadini.

Occorrono regole più giuste nella tassazione, sia per ciò che concerne gli stipendi, sia per ciò che concerne i capitali, che un maggiore controllo sull'evasione.

Una memoria storica della politica del passato che si è persa, per lasciare il posto alle varie pseudo politiche attuali, che nulla hanno di collegamento con le prime. Un sistema politico completamente slegato dal precedente.

Spero che questo appello, simile a molti altri, sia accettato dai giovani, sia raccolto, modificato se il caso ed proposto come inizio di un nuovo modo di governare.

Posso essere l'autore del pensiero, ripeto per molti versi simile a molti altri, ma voi giovani dovete essere gli autori, quelli che metteranno in pratica ciò che si è detto fin ora.

il mio numero è 3701013235

Bruno Turco

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
6 / 10000

Firme Recenti

Informazioni

Bruno TurcoDa:
Politica e GovernoIn:

Sostenitori ufficiali della petizione:
Bruno Turco

Tags

giovani, giustizia, governo, lavoro, partiti, politica, stipendi

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets