Stop anonimato per le calunniatrici firma ora

Oggi un uomo innocente può venire condannato perché una donna lo calunnia: è la follia femminista dell'inversione dell'onere della prova.   Le Iene hanno presentato una vicenda ancora più grave: due ragazzi condannati per stupro sulla base della sola parola di una donna, accusa non supportata da evidenza oggettiva (negativi tutti i test medici) e contraddetta dalla parola di testimoni esterni (che la hanno vista tornare abbracciando le persone che il giorno dopo accuserà).

http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/392733/casciari-sesso-o-stupro.html

Così l'accusatrice, dopo aver ricevuto 50€ per la prestazione, ne ha ricevuti altri 50mila per la prestazione in Tribunale.

La sedicente vittima ha rifiutato di parlare, ed il suo nome è rimasto coperto dall'anonimato, mentre i nomi dei due ragazzi falsamente accusati sono stati sbattuti sui giornali devastando le loro vite.

Viene così lasciata libera di calunniare nuovamente rovinando le vite ad altri uomini innocenti.

In Inghilterra un papà, calunniato ed incarcerato sulla base della parola di una donna che neanche aveva conosciuto, venne riconosciuto innocente e liberato anni dopo quando si scoprì che l'accusatrice era una calunniatrice seriale che aveva già rovinato la vita ad altre 8 persone, ripetendo il suo crimine grazie alla legge che ne protegge l'anonimato.  Per evitare che altre persone avessero la vita devastata, un politico usò l'immunità che compete alla propria carica, per rivelare pubblicamente il nome della calunniatrice. 

In Italia, l'80% delle accuse fatte nel corso di separazioni risultano poi essere false: pochi avvocati (spesso provenienti dal mondo del femminismo e/o dell'abusologia) utilizzano a tappeto tale tattica criminale mettendo in mano ai loro clienti il fucile della calunnia.  

Occorre che la giustizia torni ad essere uguale per tutti, abrogando la distorsione femminista dell'inversione dell'onere della prova e dell'anonimato per le accusatrici.

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
4 / 100

Firme Recenti

  • 05 luglio 20134. Roberto Bellodi
    Sottoscrivo questa petizione
  • 13 giugno 20133. lorenzo orsini
    Sottoscrivo questa petizione
  • 06 giugno 20132. Fernando Francione
    Legge uguale per tutti,non alle leggi basate sul genere.
  • 04 giugno 20131. AASS
    Sottoscrivo questa petizione

Informazioni

Tags

false accuse

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets