Spazio Autogestito "HOTEL LA FABBRICA". Sottoscrivi l'appello ! firma ora

Ragusa: 17 Ottobre 2009
Occupato lo stabile dell' ex-Hotel San Giovanni.

Dal pomeriggio del 17.10 un gruppo di cittadini ha occupato lo stabile dell' Ex-Hotel San Giovanni in stato di abbandono da ormai circa 10 anni. In tanti anni sono stati innumerevoli i tentativi, da parte di comitati, gruppi e singoli cittadini, di avviare con le amministrazioni comunali trattative per l' assegnazione di uno dei tantissimi locali in stato di abbandono presenti in città. Tali richieste hanno sempre rappresentato la reale esigenza da parte della popolazione ragusana di avere spazi aggregativi e culturali, spazi di agibilità politica e sociale, laboratori dove realizzare iniziative autogestite. Di fatto Ragusa mostra una desolazione culturale senza precedenti e totale mancanza di progetti sociali e di integrazione interculturale. Di queste mancanze il collettivo LA FABBRICA è stata sempre pronta a farsi carico nello spirito della cooperazione e della solidarietà, senza scopo di lucro, tramite iniziative sociali rivolte al coinvolgimento diretto della cittadinanza.
Ma le risposte delle amministrazioni, quando non nettamente negative, sono state vaghe e inconcrete, dando così atto della incapacità di ascoltare le reali esigenze della cittadinanza. Ma adesso è impossibile continuare ad aspettare, adesso la questione è irrimandabile: in questi giorni assistiamo ai primi dei 327 sfratti dagli alloggi popolari. A queste famiglie rimaste senza un tetto e che attualmente occupano gli uffici dei servizi sociali, l' amministrazione è incapace di dare risposte. A loro và la nostra concreta solidarietà, ci mettiamo a disposizione delle rivendicazione dei loro diritti e ci prenderemo carico della loro emergenza abitativa mettendo a disposizione gli spazi dell' ex-hotel.
Appare chiaro come anche a Ragusa, mentre i poteri forti si aggrappano ai loro privilegi e al loro parassitismo, la crisi colpisca esclusivamente i lavoratori, i disoccupati, gli immigrati e gli strati più bassi della società: le fabbriche licenziano nella totale indifferenza dei sindacati, del sindaco e della sua giunta, la crisi della cassa comunale ha privato centinaia di famiglie dello stipendio costringendole ad indebitarsi, i cittadini vengono vessati di rincari insostenibili delle tasse comunali e, come già detto, gli sfratti sono già in corso d'opera.
Noi siamo stanchi di pagare la crisi che i padroni hanno generato!Abbiamo appreso dalle lotte di questo autunno, prima fra tutte quella degli operai Innse, che solo la lotta paga, che starcene a guardare permetterà ai poteri forti di continuare a derubarci dei nostri diritti e della nostra dignità. Per questo chiediamo ai cittadini di rifiutarsi di rassegnarsi alla disfatta e di unirsi alla nostra lotta.

Facciamo appello a tutte le organizzazioni politiche e sindacali, alle associazioni, ai gruppi e ai singoli affinchè manifestino la loro solidarietà per il progetto di uno spazio sociale restituito alla città.
Sottoscrivi l' appello scrivendo una mail a lafabbricaragusa@gmail.com

.A FIANCO DEI LAVORATORI, DEI DISOCCUPATI, DEGLI .IMMIGRATI!
.CONTRO GLI SFRATTI DAGLI ALLOGGI POPOLARI!
.PER GLI SPAZI SOCIALI!

NOI LA VOSTRA CRISI NON LA PAGHIAMO!!



collettivo LA FABBRICA

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
136 / 100000

Firme Recenti

  • 18 maggio 2012136. Venanzio Giardino
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012135. Tiburzio Contotto
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012134. Ida
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012133. Clemenzia
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012132. Menodora
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012131. Cantidio Muca
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012130. Diodata
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012129. Pacomio Arcuno
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012128. Fulvio Melkulaj
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012127. Galatea Carboni
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012126. Aniceto
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012125. Marina
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012124. Angela Piovanotto
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012123. Giulitta Lapenna
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012122. Luce
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012121. Vezio Smula
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012120. Iole Ecclesia
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012119. Priscilla Cotej
    Sottoscrivo questa petizione
  • 15 dicembre 2010118. Karim (non verificato)
    Sottoscrivo la petizione
  • 10 dicembre 2010117. Cinzia Maccagnano
    Sottoscrivo questa petizione
  • 30 novembre 2010116. andrea malis
    Sottoscrivo questa petizione
  • 25 novembre 2010115. elisabetta
    Sottoscrivo questa petizione
  • 24 novembre 2010114. Marta Cafiso (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 24 novembre 2010113. Sebbo3R
    Sottoscrivo questa petizione
  • 24 novembre 2010112. Leonardo Giani (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 24 novembre 2010111. Nora SSt
    Sottoscrivo questa petizione!!!!!!
  • 23 novembre 2010110. Andrea Ruta (non verificato)
    giù le mani dagli spazi sociali,largo all'autogestione!

vedi tutte le firme

Informazioni

Collettivo La FABBRICADa:
Vita cittadinaIn:
Destinatario petizione:
Cittadinanza ragusana

Sostenitori ufficiali della petizione:
Collettivo La Fabbrica

Tags

aggregazione popolare, autogestione, cultura, fare sociale, partecipazione attiva

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets