Sostenere l'approvazione dell'emendamento in favore della rappresentanza femminile, nella Legge elettorale della Regione Puglia. firma ora

E’ convocata martedì 19 gennaio 2010, la seduta del Consiglio Regionale della Puglia, per l'approvazione della riforma della legge elettorale n.2 del 2005.

Il fatto che tutti i cittadini possono accedere alle cariche elettive, in condizioni di uguaglianza secondo i requisiti previsti dalla legge, è un diritto sancito dalla Costituzione della Repubblica italiana, ai sensi dell’art.51.

La stessa Corte Costituzionale ha deciso peraltro il 15 dicembre 2009, la legittimità della riforma elettorale introdotta in Campania, laddove la Regione ha stabilito meccanismi in favore delle candidature di entrambi i sessi, con il sistema della doppia preferenza donna-uomo, garantendo così il pieno rispetto del dettato della Carta Costituzionale.

Sosteniamo con forza tale emendamento anche in Puglia, per garantire piena parità di genere nell'accesso alle cariche elettive, così come avviene nelle altre regioni italiane.


Vedi B.U.R.C. n.23 del 14/04/2009
Art. 4
Scheda elettorale
3. L’elettore può esprimere, nelle apposite righe della scheda, uno o due voti di preferenza, scrivendo il cognome ovvero il nome ed il cognome dei due candidati compresi nella lista stessa. Nel caso di espressione di due preferenze, una deve riguardare un candidato di genere maschile e l’altra un candidato di genere femminile della stessa lista, pena l’annullamento della seconda preferenza.
...
Art. 10
Rappresentanza di genere
1. Le disposizioni dell’articolo 1 della legge n. 108/1968, così come recepite dalla presente legge, si intendono integrate, nella regione Campania, dalle ulteriori disposizioni dei commi 2, 3 e 4 del presente articolo.
2. In ogni lista nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura superiore ai due terzi dei candidati.
3. Qualora la lista non rispetti il rapporto percentuale di cui al comma 2 non è ammessa.
4. In occasione delle elezioni regionali, i soggetti politici devono assicurare la presenza paritaria di candidati di entrambi i generi nei programmi di comunicazione politica offerti dalle emittenti radiotelevisive pubbliche e private e, per quanto riguarda i messaggi autogestiti previsti dalla vigente normativa sulle campagne elettorali, devono mettere in risalto con pari evidenza la presenza dei candidati di entrambi i generi nelle liste presentate dal soggetto politico che realizza il messaggio.

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
19 / 1000

Firme Recenti

Informazioni

giokas2010Da:
Politica e GovernoIn:
Destinatario petizione:
Consiglio Regionale della Puglia

Sostenitori ufficiali della petizione:
Il Coordinamento Donne e Potere - Donne pugliesi per Vendola - Le donne faranno la differenza - La Rete Interregionale delle Rose Rosse del PD - I Comitati Pari Opportunità - La Consulta regionale femminile...

Tags

pari oportunita', uguaglianza

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets