Segnalazione imprecisioni nella formulazione dei quesiti per le classi A345/A346 del 31 Luglio firma ora

Gent.mi Esperti,
come candidati delle classi di concorso A345 e A346, esprimiamo la nostra totale indignazione rispetto ad alcuni dei contenuti presenti nel test per l'ammissione al TFA (concepito forse più per aspiranti partecipanti ad un quiz televisivo che per aspiranti insegnanti).
Vorremmo pertanto portare alla vostra attenzione l'evidente superficialità con la quale il "team" chiamato a formulare il test stesso ha elaborato i quesiti e, di conseguenza, richiamiamo la vostra cortese attenzione su alcune imprecisioni che abbiamo riscontrato nel Test:


in prima istanza, in riferimento alla domanda n. 2 l’aspetto di un verbo è definito dal UCL (University College London) come “…an event or action is to be viewed with respect to time, rather than to its actual location in time” (vedesi http://www.ucl.ac.uk/internet-grammar/verbs/tense.htm), dalla University of Ottawa “the nature of the action described by the verb. There are three aspects: indefinite (or simple), complete (or perfect), continuing (or progressive)” (http://www.uottawa.ca/academic/arts/writcent/hypergrammar/usetense.html), dall’Oxford Advanced Learner’s Dictionary “the form of a verb that shows, for example, whether the action happens once or repeatedly, is completed or still continuing” (http://oald8.oxfordlearnersdictionaries.com/dictionary/aspect) e da Wikipedia “a grammatical category that defines the temporal flow (or lack thereof) in a given action, event, or state, from the point of view of the speaker” e per tanto si ritengono possibili le risposte B e C;

• In riferimento alla domanda n. 7 tra le possibili soluzioni al quesito proposto le opzioni erano illeggibili, probabilmente a causa di una stampa da un computer privo dei font IPA necessari per le trascrizioni fonetiche;

• In riferimento alla domanda n. 25 considerando che call out ha il significato di “to say something loudly” (Longman Dictionary of Contemporary English), call up “to bring or summon (people, etc) into action” (Collins Dictionary) e call in “to ask somebody to come and help you with a difficult situation” (Longman Dictionary of Contemporary English) ed essendo la frase “The workers have been called ..................... to protest against the dismissal“ acontestualizzata si ritiene che entrambe le risposte B e D siano da considerarsi valide;

• In riferimento alla domanda n. 29 dal momento che tall story indica “improbable (unusual or incredible or fanciful) story” si ritiene che il "but" presente nella domanda sia fonte di inganno in quanto tale preposizione indica “a phrase or clause contrasting with what has come before or with what is expected”, nel caso della domanda in questione la preposizione corretta dovrebbe esprimere una conseguenza e non un contrasto. A ciò si aggiunge la presenza di high story come urban term che indica un racconto legato ad un momento di sballo;

• In riferimento alla domanda n. 35 contenendo la stessa due risposte con 2 tra i più grandi esponenti della Lost Generation - F. Scott Fitzgerald e John Steinbeck - si ritiene che la formulazione della domanda sia fuorviante dal momento che la conoscibilità dell’uno o dell’altro può dipendere da vari fattori, quali la citazione nei libri di testo o la vittoria di un premio Nobel, come nel caso di Steinbeck;

• In riferimento alla domanda n. 40 due dei quattro artisti citati - John Everett Millais e Arthur Hughes - hanno prodotto un dipinto dal titolo “Ophelia”. Si veda il confronto tra le due opere d'arte sul sito http://preraphaelitesisterhood.com/ophelia-and-the-pre-raphaelites/ o la biografia di A.. Hughes sul prestigioso portale del TATE http://www.tate.org.uk/art/artists/arthur-hughes-283/text-artist-biography;

• In riferimento alla domanda n. 46 si ritiene che la stessa non ponga nessuna distinzione tra questioni di competenza delle “county courts” e “magistrates’ courts”. Dalla seguente fonte http://www.adviceguide.org.uk/wales/law_w/law_legal_system_e/law_taking_legal_action_e/courts_of_law.htm#magistrates_court si evince che:
“The High Court deals with civil cases, hears appeals in criminal cases, and also has the power to review the actions of individuals or organisations to make sure they have acted legally and justly.”
“The county court deals with civil cases which are dealt with by a judge or district judge. A case can be started in any county court but it may be transferred to the defendant’s local court. If the case is defended and the claim is for a fixed amount of money, the case will be transferred automatically by the court to the defendant’s local court (if the defendant is an individual not a company). In other cases the defendant can request its transfer.”
“Magistrates’ courts deal with criminal and some civil cases, and cases are dealt with either by justices of the peace, who are unqualified and who are paid only expenses, or by District Judges (Magistrates’ Courts) who receive some payment. In Northern Ireland, cases are heard by paid magistrates only. Magistrates' courts usually only deal with cases which arise in their own area.”
Per la relazione gerarchica esistente tra High Courts da un lato e Magistrates’ Courts e County Courts dall’altro, una ulteriore distinzione, basata sul criterio dell'estensione della competenza, è quella tra superior courts ed inferior courts. Le corti "superiori" dispongono di una competenza virtualmente illimitata sia per materia che per territorio, le corti "inferiori" non dispongono di altre attribuzioni al di fuori di quelle espressamente conferite loro dalla legge e sono assoggettate al controllo della queen's bench division della high court. Sono corti "superiori", limitando la nostra attenzione alla sola giurisdizione ordinaria, la house of lords, la court of appeal, la high court e la crown court. Sono corti cosiddette "inferiori" le magistrates' courts e le county courts.” Pertanto, non essendo chiara la natura delle “minor offences” cui si fa riferimento nella domanda, la risposta resta ambigua e presuppone una duplice possibilità: “magistrates’ courts” e “county courts”.

• In riferimento alla domanda n. 47 “toad-in-the-hole” viene indicato in A Collection of Confusable Phrases di Yuri Dolgopolov sia come piatto a base di carne o salsiccia che come un gioco, va altresì considerato che toad-in-the-hole è un cartoon di proprietà della società inglese CartoonStock nonché un gioco di Super Mario Bros.

• In riferimento alla domanda n. 54 si fa notare che considerando l’incipit del testo emerge chiaramente che le risposte A e C fornite sono plausibili. Se l'interesse degli scienziati viene preannunciato nella parte introduttiva del testo, il corpo del testo presenta ulteriori, molteplici indicatori del confronto tra le teorie evoluzionistiche e l'uso dell'avverbio avversativo invece denota ancor di più il "confronto" tra le diverse posizioni.

• In riferimento alla domanda n. 58 la risposta considerata corretta risulta priva di fondamento in quanto eventualmente applicabile al personaggio femminile e non a quello maschile, che esprime la propria debolezza ("allora mi sento come uno il quale è stato privato di tutte le sue cariche e i suoi onori e al quale è stata spezzata la spada", "No, il mio cuore non è così corrotto! È debole! Troppo debole!") e la sensazione di peccato ("E non è anche questo una specie di peccato?"), fino ad ammettere una posizione di instabilità nel volersi sparare "un colpo di pistola nella testa". Tutto ciò ci permette di sostenere che il personaggio non possa essere considerato una persona che si sente "superiore al mondo circostante". A fronte di questa discrepanza e della evidente non correttezza delle opzioni C e D, riteniamo corretta la risposta B.

• In riferimento alla domanda n. 57 si ritiene che esistano alcuni elementi per considerare Lotte una donna quasi angelica (“Essa mi è sacra”, “ Sa una canzone, che suona sulla spinetta con la penetrazione di un angelo, così limpida e spirituale!”, “Il sentimento che gli occhi di lei si erano posati sul suo volto, sulle sue guance, sui bottoni della giacca e sul bavero del soprabito, mi rendeva tutto lui sacro e inapprezzabile!”, tuttavia non è adatto il verbo trasfigurare, il cui significato rimanda in modo esplicito all’idea di tratti fisici modificati/cambiati in Lotte (cfr. dizionario Sabatini-Coletti: Detto spec. di forti emozioni, far cambiare qualcuno nell'aspetto, renderne irriconoscibile la fisionomia: il dolore lo ha trasfigurato; la gioia gli trasfigura il volto; in senso fig., fare apparire qualcuno diverso da come si presenta, travisandone la natura: t. i fatti, la realtà oggettiva). La lessicografia chiarisce che di irriconoscibilità si tratta - e questo, nel testo, non avviene. La sacralità espressa è infatti legata solo all’effetto che la donna ha su Werther (mi è sacra / mi rendeva tutto lui [il mio servitore] sacro e inapprezzabile); soltanto per l’espressione delle parole si usa il termine “celeste” che potrebbe farci pensare ad un vero e proprio cambiamento nel personaggio femminile.


A seguito di quanto sopra segnalato, richiediamo quindi:

1) Che siano considerate come esatte le domande che avevano nella loro formulazione dei contenuti ambigui

2) Di prendere in considerazione l'istituzione di prove suppletive, fatto salvo, ovviamente, l’esito positivo per quanti hanno già superato la prova preselettiva.

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
309 / 1000

Firme Recenti

vedi tutte le firme

Informazioni

Chiara De LaurentiisDa:
Scuola ed educazioneIn:
Destinatario petizione:
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della ricerca

Sostenitori ufficiali della petizione:
TFA inglese: gruppo studio

Tags

ambigue, chi, considerare, domande, esatte, omettendo, passato, prove, suppletive

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets