Salviamo le discipline geometriche firma ora

Al Ministero della Pubblica Istruzione.

I sottoscritti Docenti di Discipline Geometriche, Architettoniche, Arredamento e Scenotecnica (A018) dell'Istituto Statale d'Arte “Paolo Toschi” di Parma, dopo un'attenta e ponderata analisi del Piano degli Studi del Liceo Artistico previsto dalla Riforma delle Scuole Superiori, sentiti altri colleghi delle Scuole ad indirizzo artistico dell’Emilia Romagna, ritengono necessario e doveroso segnalare quanto segue, riservandosi di poter, in seguito, meglio e più collegialmente argomentare.
L'insegnamento di Discipline Geometriche, presente nell'attuale ordinamento quale materia obbligatoria per l'intero quinquennio in ogni indirizzo (4 ore in 1ª , 4 ore in 2ª , 2 ore in 3ª, 2 ore in 4ª , 2 ore in 5ª , per un totale di 14 ore sul quinquennio),
secondo la Riforma così risulta modificato:
1. pur essendo confermato fra gli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti di tutti gli indirizzi nel 1° biennio, si riduce di un’ora (3 ore in 1ª , 3 ore in 2ª );
2. scompare completamente nel 2° biennio e nel 5° anno (ad eccezione dell'indirizzo di “Scenografia”) in modo inspiegabile.
La disciplina, che nell'attuale ordinamento si articola in: “Discipline geometriche” nel primo biennio, con un taglio prevalentemente pratico-operativo, e "Teoria ed Applicazioni di Geometria Descrittiva" nel triennio 3°-4°-5°, con carattere più scientifico ed approfondimenti teorici e culturali, è sempre stata materia d'esame.
Si tratta nell’insieme, della SCIENZA DELLA RAPPRESENTAZIONE, cioè di quel sistema di conoscenze che sta alla base di qualunque elaborazione grafica scientificamente studiata e costruita, sia manuale che computerizzata. Essa è materia fondamentale per l'educazione alla visione bidimensionale e tridimensionale, per un approccio scientifico ai problemi della rappresentazione e, più in generale, per sviluppare negli allievi maggiori strumenti nella comprensione della Storia dell’Arte ed una consapevole, organica cultura del progetto.
Le Discipline Geometriche, per i loro aspetti teorici e applicativi, sono soprattutto un laboratorio per coltivare e affinare le capacità logico-critiche di uno studente, finalizzate anche a competenze operative indispensabili per imparare a “vedere” lo spazio e per progettare correttamente.
Per la sua specifica dimensione culturale e metodologica assolutamente confrontabile con altri insegnamenti fondamentali per i Licei, questa disciplina, che ha sempre rivestito un ruolo fondamentale nella formazione di una cultura artistica e progettuale, è sicuramente propedeutica a tutti gli indirizzi (è da considerarsi sullo stesso piano della Matematica e della Geometria, in virtù del suo carattere scientifico e dei percorsi logici cui abitua lo studente; contemporaneamente, è paragonabile al Latino e al Greco per la sua capacità di stimolo all'analisi e all'approfondimento critico dei problemi). Nello stesso tempo le conoscenze e le competenze che essa fornisce assumono un valore indispensabile per tutte le discipline progettuali di indirizzo: attraverso le Discipline Geometriche si impara a rappresentare rigorosamente e verificare con criteri scientifici un progetto.
Ciò significa che le Discipline Geometriche sono fondamentali per il Liceo Artistico, e le loro specifiche caratteristiche rendono la materia un perfetto anello di collegamento fra le materie liceali obbligatorie e le materie liceali di indirizzo.
Anzi, il mantenere la presenza delle Discipline Geometriche in tutti gli anni e in tutti gli indirizzi dell'istruzione artistica di fatto confermerebbe e potenzierebbe la “nuova” dimensione liceale dell'istruzione artistica, favorendo la qualità culturale e contemporaneamente le competenze dei futuri progettisti.
Per quanto detto sopra ci si attendeva, proprio nell'ottica della nuova dimensione liceale giustamente riconosciuta anche all'istruzione artistica, uno spazio addirittura maggiore di quanto accade ora ed un potenziamento rispetto alle attuali 14 ore nel quinquennio (che penalizza l'insegnamento della Geometria Descrittiva nell'ultimo triennio).
Viceversa, ridurre le ore di Discipline Geometriche nel 1° biennio per poi escluderle completamente, e per sempre, dal Piano degli Studi nel triennio finale, non può che impoverire il nuovo Liceo Artistico. Non si può e non si deve interrompere lo studio delle Discipline Geometriche al 2° anno del Liceo: interrompere lo studio della Scienza della rappresentazione equivarrebbe ad interrompere lo studio dell'Italiano o della Matematica, o della Storia dell'Arte, cioè di discipline fondamentali, proprio nel momento in cui questo tipo di conoscenze acquisite dallo studente va perfezionato e portato ad un livello critico superiore, ma non interrotto, se non si vuole impoverire un percorso formativo.
Studiare solo brevemente gli aspetti operativi delle Discipline Geometriche senza avere il tempo (e l'età adeguata) per impararne gli aspetti più scientifici, sia teorici che applicativi, equivarrebbe a studiare solo la grammatica o la sintassi italiana senza mai esercitarsi applicandole ad un testo orale o scritto, o la grammatica e la sintassi latina o greca senza fare mai una versione, o imparare solo le formule dell'algebra o della geometria senza mai fare esercizi applicativi.
Le ore di lezione attualmente concesse dalla Riforma, alla luce del “Profilo educativo, culturale e professionale del Liceo Artistico” stabilito dal Ministero, non sono sufficienti a garantire una corretta ed adeguata preparazione liceale.
Siamo certi che si provvederà a porre rimedio a tale grave e imperdonabile carenza, che appare del tutto ingiustificata, ripristinando le ore di Discipline Geometriche in tutto il quinquennio, anche in considerazione del fatto che non sono nemmeno cambiate le condizioni che, a qualsiasi livello (scuola, società, mondo del lavoro), potrebbero aver reso obsoleto questo fondamentale sistema di conoscenze. Tutt'altro!
In attesa di un Vs. cortese riscontro, i sottoscritti Docenti sono a disposizione per eventuali chiarimenti e sono contattabili al seguente indirizzo di posta elettronica:

ugolotti.mario@tiscali.it

Enrico Battistini
Marco Bennicelli
Annamaria Bianchi
Maria Cristina Curti
Maurizio Gatti
Gianfranco Ghezzi
Raimondo Pusateri
Mario Ugolotti




Ringraziando anticipatamente per la collaborazione, porgiamo Cordiali Saluti






Per l'Istituto Statale d'Arte "Adolfo Venturi" di Modena sottoscrivono i seguenti docenti a T. I. di Discipline Geometriche, Architettoniche, Arredamento e Scenotecnica (A018)

Bianca Grillenzoni
Giuliano Bartolacelli
Vincenzo Carlomagno
Franco Morselli
Giovanni Mazzoleni
Marco Masetti
Davide Pecorari
Saverio Giannatempo
Amedeo Pisano
Paola Vistoli
Luana Sarti

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
49 / 1000

Firme Recenti

vedi tutte le firme

Informazioni

Marco BennicelliDa:
Scuola ed educazioneIn:
Destinatario petizione:
governo - miur

Sostenitori ufficiali della petizione:
insegnanti di discipline geometriche architettoniche arredamento e scenotecnica

Tags

Nessuna tag

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets