Ritorno dei programmi di informazione in RAI durante la campagna elettorale. No alla CENSURA firma ora

E’ una decisione senza precedenti quella presa ieri mattina dal Cda della Rai; azzerati i talk-show giornalistici per tutto il mese precedente le elezioni regionali. Uno stop brutale che congela durante il mese di Marzo Annozero, Ballarò, Porta a Porta ed il nuovo L’ultima parola di Gianluca Paragone. La delibera, votata a maggioranza con il solo voto contrario del presidente Galimberti, segna infatti uno dei momenti più bui del servizio pubblico e della sua dirigenza.

Questa particolare interpretazione del regime di Par Condicio - legge 28 del 2000 – messa in atto dalla rappresentanza politica che gestisce il consiglio di amministrazione della Rai, applica nei fatti il regolamento approvato in questi giorni dalla commissione di Vigilanza. Numerose le proteste in tutto il mondo del giornalismo televisivo; in rivolta i conduttori delle trasmissioni silenziate, sostenuti dalla FNSI e dall’Usigrai, il sindacato dei giornalisti Rai. Questa sera, alle 19.30, si è infatti si è infatti svolta una manifestazione davanti agli studi di Via Teulada, e sono previste azioni legali.

L’annuncio è stato dato ieri sera durante la conferenza stampa avvenuta nella sede nazionale della Fnsi dal presidente Roberto Natale con il segretario dell’Usigrai, Carlo Verna, e a cui hanno partecipato Michele Santoro, Giovanni Floris, Riccardo Iacona e Andrea Vianello, in collegamento telefonico con Lucia Annunziata, in Iraq e Gianluigi Paragone, a Milano.

Critiche inoltre le condizioni di salute di Angelo Bonelli, presidente nazionale dei Verdi, ormai da 33 giorni in sciopero della fame contro l’azione oscurantista della commissione di Vigilanza; “sono fortemente peggiorate a causa di problemi renali – si legge in una nota del partito – proprio i problemi renali e la presenza di sangue nelle urine hanno spinto i sanitari che seguono Bonelli a disporre un ricovero immediato”.

A parlare di atto ignobile è Roberto Natale che dopo aver giudicato pessimo il documento della Vigilanza ha affermato “ oggi il Cda è riuscito a fare di peggio perché non era scritto che si dovesse arrivare a chiudere per un mese queste quattro trasmissioni e imporre a quelle che invece, bontà loro, lasciano in onda l’obbligo di non occuparsi di politica interna [ … ] L’ignominia sta nella chiusura del comunicato aziendale, laddove dice che le puntate sospese verranno recuperate. Qui non è una settimana di vacanza, qui c’è un mese d’informazione che viene sottratto ai cittadini, ritenendoli incapaci di intendere, discernere, distinguere. S’impedisce all’informazione del servizio pubblico di fare il proprio lavoro”.

La scelta censoria della Rai mettendo il bavaglio ai principali format di approfondimento riesce in tal modo a bloccare l’operato di professionisti liberi ( e di quelli meno liberi in ugual misura ) ed a negare di riflesso uno dei principi fondamentali della nostra democrazia : il diritto ad essere informati. Il periodo temporalmente più vicino al momento elettorale infatti è quello in cui il cittadino/elettore arricchisce la propria dieta informativa attraverso il confronto, pacato s’intende, tra i candidati.

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
94 / 1000000

Firme Recenti

vedi tutte le firme

Informazioni

tseaq684Da:
TelecomunicazioniIn:
Destinatario petizione:
CDA RAI

Sostenitori ufficiali della petizione:
Federazione Nazionale Stampa Italiana

Tags

ballarò, berlusconi, campagna elettorale, par condicio, porta a porta, rai, santoro, vespa

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets