RIPRENDIAMOCI LA FORESTALE A SELLIA MARINA, PARCO PUBBLICO PER SEMPRE, SUBITO. firma ora

AL SINDACO DEL COMUNE DI SELLIA MARINA
Petizione ai sensi dell’Art. 116 dello Statuto Comunale

I sottoscritti cittadini organizzati in forma collettiva aderenti ovvero anche solo simpatizzanti del neocostituito Movimento locale “NEL NOME DELLA ROSA” al quale delegano la materiale presentazione della presente petizione si rivolgono agli Organi competenti dell’Amministrazione per sollecitarne l’intervento sulla questione d’interesse comune di seguito illustrata esponendo come da statuto comunale le correlative esigenze di natura collettiva. Pertanto
INVITANO
il Sindaco a provvedere, entro 30 giorni, ad assegnare la presente petizione all’esame all’organo competente e ad inviarne copia ai gruppi presenti in Consiglio comunale;
INVITANO
l'organo cui compete, per Legge o per Statuto, a provvedere all'adozione degli atti relativi e conseguenti, ed in ogni caso a fornire risposta entro 60 gg. dalla data d’arrivo della petizione stessa al protocollo;
INVITANO
l’autorità preposta a pubblicizzare Il contenuto della decisione dell’organo competente, unitamente al testo di questa petizione mediante affissione negli appositi spazi e, comunque, in modo tale da permetterne la conoscenza a tutti i firmatari che risiedono nel territorio del Comune.
TESTO DELLA PETIZIONE
In data 17/5/2010 il Tribunale di Catanzaro ha dichiarato, con effetti retroattivi alla data di istituzione del Comune di Sellia Marina e cioè al 1956, che i terreni ricadenti nel territorio comunale (meglio identificati al foglio 19 particelle 104 e 105 di circa 9 ettari), vale a dire un’area che comprende le due aree marine costiere comunemente note come “forestale”, sono beni patrimoniali di proprietà privata del Comune di Sellia (superiore).
Dalla semplice sovrapposizione delle mappe catastali con lo stato di fatto si è constatato che rientrano nell’area suddetta (la cui ampiezza va dal Grecale a ovest sino al locale Sagapò a est): parte della strada che costeggia le due aree verdi dalla rotonda di via Chiaro sino alla piazza la mare, l’intera superficie della stessa piazza al mare e l’intero percorso del lungomare (sterrato e pavimentato nuovo) compreso nell’ampiezza sopra citata.
La sentenza comporta però che le suddette aree – fino ad oggi da tutti a torto ritenute pubbliche – non costituiscono extra-territorialità del Comune di Sellia Superiore bensì beni in regime di semplice proprietà privata come tali liberamente commerciabili, in tutto e in parte, dal suo legittimo proprietario.
E’ evidente come ciò costituisca motivo di forte preoccupazione per i sottoscritti cittadini dato che il destino di un’area dal valore così strategico per la nostra comunità rischia di essere definito da logiche di pura speculazione commerciale e per di più sul tavolo di un terzo (il Comune di Sellia Superiore) divenuto di fatto, per effetto della sentenza, un arbitro interessato alle sorti di un bene appartenente, ma solo di fatto, alla comunità della Marina.
Considerato che la semplice impugnazione della sentenza suddetta (e con essa la sorte di un giudizio di appello che si presenta molto difficile), non soddisfa comunque l’interesse dell’intera popolazione, e che, al contrario, la stessa è portatrice di un interesse attuale e come tale da tutelare nell’immediatezza e con urgenza, i sottoscritti cittadini sono giunti alla determinazione di promuovere, attraverso il presente strumento di partecipazione democratica all’attività amministrativa, un iniziativa volta a scongiurare da subito e definitivamente, e cioè attraverso l’adozione di appositi atti amministrativi, i pericoli sopra citati. Ciò all’evidente fine di assicurare che, una volta che i beni entrino definitivamente a far parte del demanio, sugli stessi si possano legittimamente adottare iniziative e investimenti pubblici compatibili con l’attuale destinazione ed a beneficio dell’intera comunità.
Tanto premesso i sottoscritti
CHIEDONO
Che ai sensi del D.P.R. 8-6-2001 n. 327 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di espropriazione per pubblica utilità) l’amministrazione voglia avviare i procedimenti ed adottare gli atti necessari ad espropriare i suddetti beni a favore del Comune di Sellia Marina previa declaratoria di pubblica utilità degli stessi come per legge e previa dichiarazione di acquiescenza alla sentenza di cui in premessa.
Sellia Marina, data timbro protocollo.

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
26 / 1000

Firme Recenti

Informazioni

piero granataDa:
Verde e AmbienteIn:
Destinatario petizione:
Sindaco di Sellia Marina - CZ

Sostenitori ufficiali della petizione:
MOVIMENTO CIVICO "NEL NOME DELLA ROSA"

Tags

calabria, forestale, nel nome della rosa, petizione, sellia marina, sellia superiore

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets