Ricercatori, dottorandi e studenti ad una sola voce contro il DDL GELMINI: una riforma sì ma non così. firma ora

Pavia, 21 luglio 2010

Ricercatori, dottorandi e studenti vogliono ribadire, ad una sola voce, il loro giudizio sul DDL 1905 dalla prospettiva delle loro categorie accademiche.

Già gli ultimi provvedimenti riguardanti l’Università (l. 133/08 e l. 1/09) non disegnano un assetto normativo degno di un Paese che voglia investire in un sistema universitario pubblico e di qualità.
Il DDL 1905 in discussione in queste settimane in Parlamento non fa che aggravare questa situazione, senza trovare soluzioni ai problemi causati dai provvedimenti citati (che in buona misura, come noto, consistono in tagli al finanziamento del sistema universitario).

Vogliamo sottolineare che la nostra contrarietà al DDL non parte da posizioni di conservatorismo dell’attuale status dell’organizzazione accademica ma, anzi, le nostre categorie sono le prime ad accorgersi di quanto sia necessaria una riforma universitaria.

Rifiutiamo però questo tipo di riforma, ancora una volta a costo zero, che va ancora di più a limitare la democrazia all’interno degli organi di governance degli atenei, che mina le basi del diritto allo studio e che, nonostante le dichiarazioni dei promotori del DDL, non appare in grado di aggredire i veri mali del sistema universitario italiano.

Chiediamo pertanto l’avvio di un percorso di dialogo con tutte le componenti che vivono nel mondo dell’università, per una riforma alternativa e condivisa che vada a risolvere i veri problemi dei nostri atenei.

In particolare:
• una riforma della governance che garantisca l’autonomia degli Atenei, il carattere pubblico dell’Università quale sede principale della ricerca scientifica e della trasmissione dei saperi, per lo sviluppo e la crescita della Nazione. Crediamo infatti che debba necessariamente essere salvaguardato il principio di rappresentatività delle varie componenti della comunità accademiche, allargandolo anche a quelle che ora non vedono garantita la loro presenza negli organi maggiori come dottorandi e specializzandi;

• L’abolizione dei tagli indifferenziati al finanziamento degli Atenei, della ricerca e del diritto allo studio; al contrario, è necessario un piano di rifinanziamento anche per ottemperare agli impegni presi dall'Italia in Europa;

• La rimozione del blocco del turn-over –introdotto con la legge 133/08– che impedisce l’uso delle risorse liberate con i pensionamenti per l’assunzione di nuovo personale, rendendo estremamente difficile il mantenimento degli attuali livelli di qualità della ricerca e della didattica;

• La realizzazione di un nuovo piano di reclutamento nazionale con tempi e ritmi certi, trasparente e capace di rispondere alle crescenti necessità di rinnovamento generazionale del sistema universitario;

• Un forte incremento del fondo per il diritto allo studio che garantisca la copertura del 100% delle assegnazioni di borse di studio a livello nazionale e la costituzione di un fondo speciale per l’edilizia universitaria teso a costruire nuove residenze studentesche e alla manutenzione di quelle già esistenti;

• Per la nuova figura di ricercatore a tempo determinato, un reale percorso di tenure track ed espliciti meccanismi che assicurino la prosecuzione della carriera ai migliori; per coloro che, esaurito il contratto a termine, non riuscissero a ottenere una posizione di professore associato, percorsi di uscita ragionevoli e una valorizzazione dell’esperienza da ricercatore; nella medesima ottica, provvedimenti che consentano di valorizzare il titolo di dottore di ricerca fuori dall’ambito accademico.

Tutti insieme auspichiamo che qualsiasi percorso di mobilitazione su questi temi sia affrontato unitariamente da tutte le nostre categorie e da quelle che si aggiungeranno strada facendo perché, solo con una forte unità, si riuscirà ad ottenere l’obiettivo di salvaguardare il sistema pubblico, difendere e valorizzare la figura dei docenti universitari e dei dottorandi, il diritto allo studio, la qualità della formazione italiana ed evitare l’espulsione in massa dei precari dal mondo universitario.

CRUP- Coordinamento Ricercatori Universitari Pavesi
UDU PAVIA- Unione degli Universitari-Coordinamento per il diritto allo studio
ADP-ADI PAVIA Associazione Dottorandi Pavesi

Insieme vogliamo che questo documento venga sottoscritto da tutte quelle persone, di qualsiasi categoria universitaria (anche professori associati e ordinari), che con il loro nome e cognome vogliano sostenere la protesta e palesare il proprio dissenso verso lo stato attuale del DDL.

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
335 / 100000

Firme Recenti

  • 18 maggio 2012335. Ataleo
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012334. Gioacchina
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012333. Casimira Castagna
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012332. Prisca
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012331. Rodolfo Rodi
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012330. Cosma Tafani
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012329. Zenobio
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012328. Moreno Arese
    Sottoscrivo questa petizione
  • 28 maggio 2011327. Vittoria Norona
    “Libera, libera, libera Milano, dai Giuliano, libera Milano!
  • 11 marzo 2011326. Tom Moore (non verificato)
  • 28 febbraio 2011325. Denise Cosentino
    Sottoscrivo questa petizione
  • 28 febbraio 2011324. Najid Hussain
    premier schiaffi intollerabili allascuola,Gelmini si dimetta
  • 27 febbraio 2011323. Nadia Parsca
    Berlusconi sulla scuola pubblica“inculcano idee diverse da
  • 27 febbraio 2011322. Jaime Torella
    quelle ke vengono trasmesse dalla famiglia”E lui?Bunga Bunga
  • 24 febbraio 2011321. Paolo Detti
    La Gelmini vieta supplenze ai precari da regione a regione
  • 25 gennaio 2011320. Anna Jessica Sinan
    Proponendo la Gelmini,Belusca offende la cultura e le donne
  • 21 gennaio 2011319. Davide Aminian
    L’Italia necessita di un vero Ministro dell’Istruzione
  • 05 gennaio 2011318. Gloria Della Noce
    Sottoscrivo questa petizione
  • 02 gennaio 2011317. Maria Sammaciccia
    Sottoscrivo questa petizione, tutti i flop del governo del c
  • 29 dicembre 2010316. Paola Rodriguez
    “attentato per finalità terroristiche o di eversione“ farsa
  • 25 dicembre 2010315. Erwin D. Ferri
    Gelmini è riuscita a privatizzare,addio università di massa
  • 22 dicembre 2010314. Lisa Rossini
    Il nuovo movimento d donne raccoglie adesioni da tutta ITALY
  • 20 dicembre 2010313. Artemisia Mandava
    Sottoscrivo, non si contano le scuole e le facoltà occupate
  • 19 dicembre 2010312. Gianluigi Biancucci
    Abbiamo scelto una forma di protesta«positiva e propositiva»
  • 17 dicembre 2010311. Gloria Marchi
    Non si tratta,né si cercano accordi con chi delinque
  • 16 dicembre 2010310. Manuela Settima
    Meglio gay che compratore d parlamentari x evitare la galera
  • 14 dicembre 2010309. Jolie Myriam

vedi tutte le firme

Informazioni

Alessandro FiambertiDa:
Scuola ed educazioneIn:

Sostenitori ufficiali della petizione:
CRUP, UDU PAVIA, ADP-ADI PAVIA

Tags

Nessuna tag

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets