PETIZIONE DEI GENITORI DELLA SCUOLA MEDIA STATALE ALBERTO SORDI DI ROMA firma ora

All'Ufficio Scolastico Provinciale della Regione Lazio
All'Ufficio Ambito Territoriale della Provincia di Roma
Al Ministero della Pubblica Istruzione

PETIZIONE DEI GENITORI DELL’ALBERTO SORDI SUL NUOVO DIMENSIONAMENTO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI 1°GRADO

Le nuove norme sulla riorganizzazione degli istituti scolastici indicate nella legge n.111 del 15/07/2011 porteranno la scuola di 1°grado ad essere accorpata in enormi istituti comprensivi .
Noi genitori riteniamo che oltre alle difficoltà di tipo organizzativo e amministrativo che seguirebbero all'applicazione di questa legge venga lesa anche la didattica e la funzione educatrice della scuola.
La nostra scuola, Alberto Sordi nasce da un accorpamento avvenuto 10 anni fa e ha dimostrato di credere nell'unione; dalla sua creazione ha avuto un trend in continua e costante crescita, superando negli ultimi anni i 1000 alunni. I risultati nella didattica sono ottimi (migliori prove Invalsi in Italia ad esempio) e i riscontri negli istituti superiori scelti dai suoi ex-alunni assolutamente positivi (tra l'altro la molteplicità delle scelte testimonia anch'essa la ricchezza dell'offerta formativa nel campo dell'orientamento).
Questa è la nostra “piccola” storia, molte altre scuole possono raccontarne di simili: questa legge le cancellerà tutte e farà nascere istituti senza identità specifica con l’unico obiettivo di tagliare ancora le risorse destinate alla scuola.
Noi genitori del Consiglio di Istituto dell’Alberto Sordi, insieme a tutti gli altri genitori non accettiamo questo progetto di riassetto puramente economico (non a caso inserito nella legge finanziaria) che non tiene conto dell’importanza e della specificità della scuola come elemento fondante della crescita culturale e civile del nostro Paese, ma che è in grado di “conteggiarla” semplicemente come spesa superflua.
NOI GENITORI CHIEDIAMO QUINDI:
• che la Regione Lazio promuova un giudizio di legittimità sulla legge 111 del 15/07/2011 davanti alla Corte Costituzionale;
• che la Regione Lazio, in ambito di Conferenza Stato-Regioni promuova delle modifiche alla legge sulla base di studi territoriali;
• in ultima analisi che, la tempistica di attuazione della legge sia dilatata per permettere la costruzione di accorpamenti studiati sulla realtà territoriali ed esperienze pregresse consolidate.

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
118 / 5000

Firme Recenti

vedi tutte le firme

Informazioni

Tags

istruzione, petizione, roma, scuola

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets