PER LA DIGNITA’ DEL MASCHILE - (la violenza non ha sesso) firma ora

ITALIA 12/11/2009

Nel recente articolo del 9/11/2009 sul quotidiano “La Stampa” la Ministra delle Pari Opportunità On. Mara Carfagna ha rivelato i primi dati ufficiali sul neoreato di STALKING:

"a subire per il 75% sono donne [..] i primi dati raccolti dalla sezione antistalking dei Carabinieri - conferma il ministro per le Pari Opportunità Mara Carfagna che è riuscita a trasformare lo stalking in reato - dimostrano che, contrariamente a quanto comunemente si immaginava, a rendersi colpevoli di ‘atti persecutori’ sono anche molte donne. [..] le donne rappresentano una percentuale non trascurabile dei denunciati." (*)

E’ bastato questo dato al giornalista Fusco Michele che su Metronews di oggi, in risposta ad una innocente domanda di una ragazza, ha detto, tra l’altro scrivendo sulle percentuali degli STALKER (cioè di coloro che compiono atti persecutori):

“i numeri non possono raccontare, compiutamente, l’abiezione dell’uomo, uomo inteso come maschio, beninteso.”

ANALISI 1
In questa prima parte si calpestano i principi morali dell’articolo 3 della costituzione italiana che vieta di discriminare le persone in base al loro sesso. Si discrimina dunque una persona condannandola NON per il suo operato ma per i genitali che lo distinguono. ABIETTO vuol dire SPREGEVOLE, IGNOBILE e definire tali tutti i maschi (“uomo inteso come maschio, beninteso”) è un’offesa gratuita a 30.000.000 di italiani e 3 miliardi di cittadini del mondo che sono maschi, ma è un’offesa anche per tutte le donne e per l’umanità che in questo modo viene profondamente degradata.

PROSEGUE FUSCO: “Sì, c’è anche un 20% di donne che è malato e che tormenta. Ma questo 20 ha appreso tutto dai maschi, ha assunto come proprie le deviazioni dell’altro sesso, si è fatto via via uomo senza rendersene conto.”

ANALISI 2
Questa frase sopra si commenta da sola, il concetto che esprime il giornalista è semplice: quando una femmina fa bene ha imparato da sola.. quando fa male glielo ha insegnato un maschio. Il dato inoltre è inesatto, perché sono il 25% gli uomini che subiscono stalking e si può comunemente osservare leggendo i giornali che una parte RILEVANTE delle persecuzioni su donne viene effettuato dalle donne stesse, nella maggioranza dei casi da ex. fidanzate sulle nuove fidanzate.

Per un approfondimento su quanto appena detto si consiglia la visita del LINK:
“quando il persecutore è lei”:
http://violenza-donne.blogspot.com/search/label/stalking?max-results=100

PROSEGUE FUSCO: “si può tranquillamente concludere che - sommando le percentuali - quel 100% di molestatori è composto soltanto da maschi, ai quali un po’ di carcere non sanerà una patologia forse irreversibile.”

ANALISI 3
E qui la conclusione che noi riteniamo più simile ad un delirio. I dati reali non esistono più; i criminali sono tutti uomini. Irrecuperabili tra l’altro. Un’offesa all’istituto di tutela e recupero che DEVE essere il carcere, un’offesa a tutte quelle persone che dopo aver sbagliato e pagato si sono rifatte una vita dignitosa e che non meritano, uomini o donne che siano, di essere tacciate come irrecuperabili a priori.

PER CONCLUDERE
Quello da cui ci dissociamo è infine il TERRORISMO e L’ODIO che articoli del genere senz’altro possono contribuire a creare, innalzando un SESSO come rappresentante del MALE e della VIOLENZA.

Sappiamo più o meno tutti dai dati statistici che ad esempio 3 separazioni su 4 circa sono richieste da donne o che nei terribili casi di infanticidio (svariate decine di bambini uccisi ogni anno) nel 90% dei casi circa questi sono compiuti da madri. Ma nessuno di noi si sogna di speculare su queste tragedie per asserire che la femmina è peggiore partner o peggiore genitore del maschio.

Quindi come singoli e come movimenti e associazioni definiamo le affermazioni del giornalista Fusco Michele INACCETTABILI per una umanità che voglia essere democratica e unita, e per un futuro che sia costruito nella pace e nella collaborazione tra tutti gli abitanti della terra a prescindere dal loro sesso, razza e credo, pertanto chiediamo alla testata giornalistica che venga prodotto un articolo di scuse e delucidazioni.


- -
Fonte articolo LA STAMPA:
http://www.lastampa.it/_web/CMSTP/tmplrubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=124&ID_articolo=769&ID_sezione=274&sezione=

Fonte articolo METRONEWS
http://www.metronews.it/lettere-dei-lettori/il-fenomeno-stalking.html?Itemid=30457%3Fexp%3D1
- -

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
14 / 100

Firme Recenti

Informazioni

giovaneDa:
Cultura e SocietàIn:
Destinatario petizione:
Redazione Metronews.it

Sostenitori ufficiali della petizione:
Singoli Cittadini e Movimenti Associativi

Tags

amore, dignità, discriminazione, femmina, femminile, maschile, maschio, pari opportunità, uguaglianza, violenza

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets