Mai più nelle nostre scuole! Appello per chiedere la cancellazione dei provvedimenti Gelmini! firma ora

Siamo gli studenti che in questi anni sono scesi in piazza contro i tagli del Governo Berlusconi alla scuola e contro le disastrose politiche sull'istruzione dell'ormai ex ministro Gelmini.
Ora il Governo del paese è cambiato ma le politiche che hanno portato la scuola pubblica italiana al collasso continuano ad esistere e i loro effetti si fanno sentire ogni giorno.
Vogliamo quindi chiedere la cancellazione dei provvedimenti targati Gelmini che hanno ridotto la scuola ad un cumulo di macerie, rendendola un luogo invivibile e accessibile a pochi.

- Il Limite per le assenze doveva servire per impedire agli studenti “fannulloni” di saltare la scuola e rendere la promozione più difficile da raggiungere. Questo provvedimento non fai i conti con il fatto che ad oggi siamo le prime vittime di un sistema che non favorisce il libero accesso al sapere per tutti. Sono tantissimi infatti gli studenti costretti a lavorare per pagarsi gli studi, per non parlare di quelli che entrano in ritardo a scuola per colpa di mezzi di trasporto pubblici inefficienti o che oltre a studiare devono pensare ai problemi della famiglia. Costringerci a ripetere l'anno, visti i sacrifici che le famiglie italiane fanno per mandarci a scuola, magari avendo la media delle materie sufficienti, rappresenta per molti di noi uno shock terribile, che ci porta in molti casi ad abbandonare definitivamente gli studi. Per questi motivi chiediamo che il provvedimento venga ritirato e che vengano portati avanti programmi e investimenti per cancellare l'abbandono e la dispersione scolastica.

- Il 5 in condotta doveva servire a fermare il bullismo. A 4 anni dalla sua emanazione il 5 in condotta è diventato invece lo strumento preferito per punire chi protesta. Fermare chi manifesta, organizza un'autogestione o un'assemblea con uno strumento di ricatto è lesivo della libertà di espressione che ci è garantita nel nostro paese.
Crediamo che per vincere veramente il bullismo è fondamentale capire che molti di noi vivono in realtà difficili, dove andare a scuola è un privilegio che in pochi possono permettersi, e avere un'istruzione rappresenta l'unico modo per uscire dal disagio. Il comportamento di uno studente non può essere valutato come le altre materie e soprattutto non può diventare un'arma per minacciare i più deboli. Vogliamo una scuola aperta a tutti, che non sia un luogo di repressione e che serva per sviluppare il più possibile il nostro pensiero critico.

-La sufficienza in ogni materia per l'ammissione alla Maturità a 3 anni di distanza risulta sempre più una misura sbagliata, soprattutto per chi si ritrova ad avere la sufficienza nella media totale. Mentre per i primi 4 anni l'insufficienza in una materia si tramuta in una “rimandatura”, con la possibilità di frequentare i corsi di recupero estivi, all'ultimo anno ci troviamo ad essere bocciati paradossalmente prima di aver eseguito l'esame e assolutamente senza alcuna possibilità di recuperare durante l'anno gli argomenti che non abbiamo compreso. Gli studenti che dovessero risultare sufficienti nella media generale delle materie hanno il diritto di poter accedere all'Esame di Stato, perché sarà quest'ultima prova a dimostrarci se siamo pronti per ottenere il diploma. Vogliamo che le carenze su una singola materia vengano colmate stanziando più fondi per i corsi di recupero e che sia avviata una discussione seria su come riformare l'esame di Maturità.

-Il tetto del 30% degli studenti migranti in ogni classe doveva servire per favorire l'integrazione tra studenti italiani e stranieri. Questo provvedimento si è rivelato invece discriminatorio e razzista perché mette gli studenti migranti nella condizione di essere isolati e identificati come diversi all'interno del gruppo classe. Oltre a questo ogni anno i nostri presidi e i nostri consigli d'istituto, vincolati da questo limite di legge, faticano per creare la composizione delle classi, costringendoci in molti casi a cambiare indirizzo o addirittura scuola. Tutto questo rappresenta per noi un vero e proprio trauma perché spesso dobbiamo spostarci per decine di chilometri solo per raggiungere l'edificio scolastico. Non possiamo accettare che ci sia qualcuno che fa propaganda ideologica sulla pelle degli studenti, diffondendo xenofobia e razzismo, per cercare di portare a casa una manciata di voti in più. Soprattutto dopo i casi di violenze razziste a Firenze e Torino, vogliamo che vengano finanziati maggiormente progetti di integrazione e scambio culturale tra gli studenti di diverse provenienze per costruire una vera società multietnica.

Vogliamo che venga restituita la dignità al nostro sistema scolastico convinti del fatto che partendo dalla scuola si potrà cambiare veramente questo paese.

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
22 / 50000

Firme Recenti

Informazioni

Jacopo BaffigoDa:
Scuola ed educazioneIn:
Destinatario petizione:
Ministero della pubblica istruzione

Sostenitori ufficiali della petizione:
Rete degli Studenti Medi

Tags

assenze, condotta, esami, gelmini, immigrati, profumo, scuola

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets