LIBERIAMO PIEVE PORTO MORONE DALLA MAFIA E DITTATURA firma ora

PETIZIONE


RACCOLTA FIRME PER IL COMMISSARIAMENTO DEL COMUNE DI PIEVE PORTO MORONE

LA RACCOLTA FIRME E' RIVOLTA AI RESIDENTI DI PIEVE PORTO MORONE MA ANCHE ALLA INTERA POPOLAZIONE ITALIANA CHE VUOLE CONTRIBUIRE ALLA REPRESSIONE DEL FENOMENO DELLA CORRUZIONE POLITICA ESTREMA, DEGLI ABUSI DI POTERE E VESSAZIONI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI CORROTTE E DELLE INFILTRAZIONI CRIMINALI NELLE AMMINISTRAZIONI LOCALI.

SI PARLA MOLTO DI MAFIA, TUTTAVIA LE GRAVISSIME CONNIVENZE DEL SISTEMA GIUDIZIARIO (OLTRE CHE POLITICO) NON PERMETTONO NE OFFRONO AZIONI CONCRETE DI REPRESSIONE DELLA ILLEGALITA' RADICATA NEL TERRITORIO ITALIANO, PERTANTO LA PETIZIONE E' APERTA A TUTTI I CITTADINI ITALIANI CHE VOGLIONO CONTRIBUIRE ALL'INIZIO DI UNA BONIFICA TERRITORIALI SEMPRE PROMESSA MA LUNGI DALL'ESSERE REALIZZATA.



TRA QUALCHE GIORNO PARTIRA' UNA PETIZIONE DI RACCOLTA FIRME ON-LINE NELLA QUALE SI CHIEDE LO SCIOGLIMENTO DELL'ATTUALE GIUNTA (LEGA NORD) E RELATIVO COMMISSARIAMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE E SINDACO DI PIEVE PORTO MORONE.

L'IMPRESA NON SARA' AFFATTO SEMPLICE IN QUANTO UNA CUPOLA DI OMERTA' REGNA NELLA CITTADINANZA DI PIEVE PORTO MORONE E NEL TERRITORIO AMMINISTRATIVO DI COMPETENZA.

DEL RESTO LE RAPPRESAGLIE VERSO CHIUNQUE ESERCITI I PROPRI DIRITTI DI DISSENSO SONO UNA REALTA' CONSOLIDATA... MA L'AVERE PAURA E SOTTOMETTERSI ALLA STRATEGIA DELLA PAURA (TIPICA DEI MAFIOSI) E' LA FORZA VINCENTE DELLA CUPOLA 'NDRANGHETISTA PAVESE.

CONSIDERATE CHE SOLO 460 ELETTORI (SU 2300 RESIDENTI “UFFICIALI” DI CUI SOLO UNA MINORANZA MINORENNI) HANNO RIELETTO L'ATTUALE SINDACO E CHE (PER LA FORTUNA DI MOLTI) LA MASSICCIA PRESENZA DI IMMIGRAZIONE CLANDESTINA (OLTRE IL 50% DELLA POPOLAZIONE) NON PUO' ESPRIMERSI. TUTTI SANNO CHE LA MINORANZA HA ELETTO L'ATTUALE SINDACO, POTREBBE NUOVAMENTE RIELEGGERLO (NEL 2014) NUOVAMENTE E/O ELEVARSI VERSO CARRIERE DIRIGENZIALI, VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, EVENTUALITA' ASSOLUTAMENTE DA PREVENIRE.


SI RIBADISCE CHE FINCHE' NON VI SARA' IL SUPPORTO DELLA POPOLAZIONE LOCALE A TALE INIZIATIVA, NESSUNA AZIONE POTRA' ESSERE INTRAPRESA ONDE BONIFICARE IL TERRITORIO INFESTATO DA UNA LOGICA POLITICA PERVERSA E MICIDIALE. NON ILLUDETEVI CHE TALE AMMINISTRAZIONE SI RAVVEDA E/O L'ANTIMAFIA DI MILANO PROCEDA CON INDAGINI E ARRESTI. ANCOR MENO IL CREDERE CHE LA PROCURA PAVESE ESERCITI CONTROLLI DI LEGALITA' NEL TERRITORIO PIEVESE.

MOTIVAZIONI

DA DIVERSI ANNI PERVENGONO SEGNALAZIONI DI CRIMINI, DEGRADO, PRESENZA DI SPACCIATORI E CASCINALI DEDICATI ALLA RAFFINAZIONE E “PACKAGING” DI SOSTANZE STUPEFACENTI (COINVOLGIMENTO DI VARI CITTADINI PIEVESI E PROPRIETARI IMMOBILIARI, ORGANIZZAZIONI CRIMINALI DELL'EST EUROPA).
UN GENERALE CLIMA DI INTIMIDAZIONE E DI STRATEGIA DEL TERRORE (FINALIZZATA AL SILENZIO DELLE PERSONE A CONOSCENZA DEI FATTI) GRAVITA SULLA CITTADINANZA, INCLUSE LE FRAZIONI (CASONI, BADIA PAVESE, MONTICELLI PAVESE).
SI EVIDENZIA CHE IL DEGRADO TERRITORIALE ED IL CONTROLLO CRIMINALE DEL TERRITORIO NON HA ANALOGIE IN ALTRI CENTRI LIMITROFI ED ESTERNI ALLE COMPETENZE AMMINISTRATIVE DI PIEVE P.M.. PER ESEMPIO, LE LIMITROFE CHIGNOLO PO, CORTEOLONA, BELGIOIOSO NON SONO SOGGETTE AD UN DEGRADO TERRITORIALE ESTREMO, INDIVIDUABILE INVECE ALL'INTERNO NEI CONFINI AMMINISTRATIVI DI PIEVE P.M. .

RICHIESTE DI SOSTEGNO DA PARTE DI DIVERSI SOGGETTI RESIDENTI IN TALE LOCALITA' SONO PERVENUTE SIA TELEFONICAMENTE, SIA AD OPERA DI NOTI SIA TRAMITE EMAIL ANONIME.

TUTTAVIA, L'AZIONE DI UN SINGOLO NON PUO' DIMOSTRARSI SUFFICIENTE (COME AMPIAMENTE PUBBLICATO NEL BLOG WWW.MAFIASPA.NET) PER LA BONIFICA TERRITORIALE DI TALE LOCALITA', RAMMENTANDO CHE ATTUALMENTE TUTTE LE FORZE POLITICHE PROVINCIALI E REGIONALI DI MAGGIORANZA E DI OPPOSIZIONE NON COLLABORANO MINIMAMENTE (PERCHE' COLLUSE IN UNA CONVERGENZA AFFARISTICA E CRIMINALE CULMINANTE IN VARIE FIGURE POLITICHE NAZIONALI, E NELLA FIGURA DELL'ATTUALE SOSTITUTO PROCURATORE BOCCASSINI ILDA E PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI MILANO, BRUTI-LIBERATI) ALLA DENUNCIA E SOLUZIONE DI TALE PIAGA.

PER QUESTIONI DI OMERTA' (E CORRUZIONE) LA POPOLAZIONE NON VUOLE ESPORSI DIRETTAMENTE IN INIZIATIVE LEGALI E DI PETIZIONE PER IL COMMISSARIAMENTO DI UN TERRITORIO AD INFILTRAZIONE MAFIOSO-CRIMINALE (INTEGRATO NELLA EX CUPOLA DI GIUSEPPE NERI E DI VARIE AFFILIAZIONI 'NDRANGHETISTE DI FIGURE AMMINISTRATIVE E ISTITUZIONALI LOCALI E NAZIONALI QUALI L'ATTUALE PARLAMENTARE PAVESE PDL, ABELLI GIANCARLO, COINVOLTO MA NON RINVIATO A GIUDIZIO NELLA RECENTE INDAGINE ANTIMAFIA “INFINITO”, DELLA MOGLIE E AFFARISTA GARIBOLDI ROSANNA, PROCESSATA PER RICICLAGGIO FINANZIARIO E AFFILIAZIONE 'NDRANGHETISTA, DEL CONSIGLIERE DI PAVIA, IL LEGHISTA ANGELO CIOCCA, INDAGATO E PIZZICATO IN AFFILIAZIONI CON LA CUPOLA SUCCITATA E SCANDALOSAMENTE NON RINVIATO A GIUDIZIO, DEL DIRIGENTE ASL PAVIA CHIRIACO CARLO, DELLO STESSO DIRIGENTE ASL MILANO (DISTRETTO PERIFERIE) E MONZA BRIANZA, IL LEGHISTA PEZZANO PIETRO GINO (CON STRETTI LEGAMI CON CHIRIACO) DI PESANTI SOSPETTI DI AFFILIAZIONE DEGLI ATTUALI VERTICI PREFETTIZI E DELLA QUESTURA DI PAVIA, DEL COMANDO CARABINIERI DI CHIGNOLO PO, COMPETENTE PER IL TERRITORIO DI PIEVE PORTO MORONE, DEGLI ALTI VERTICI DELLA GUARDIA DI FINANZA, E DEGLI UFFICI TRIBUTARI DI PAVIA-CORTEOLONA, DOVE PINO NERI, EX FUNZIONARIO E CONSULENTE DEL TRIBUNALE DI PAVIA, OMETTEVA, SISTEMATICAMENTE CONTROLLI TERRITORIALI NELL'AREA COMPETENTE PER PIEVE P.M.CON LA FINALITA' DI PROTEGGERE LA STRUTTURA PATRIMONIALE E FINANZIARIA DEL CAPORALATO ITALO-RUMENO OPERANTE NEL COMPARTO EDILE E PROBABILE SUB APPALTATORE DI IMPRESE 'NDRANGHETISTE COME STATISTICAMENTE DIMOSTRATO NEI TERRITORI INFESTATI DA MASSICCIA IMMIGRAZIONE CLANDESITA DI ETNIA RUMENA E ALBANESE).

LO SCENARIO SOPRA RAFFIGURATO E' ULTERIORMENTE AGGRAVATO DA UN INTERO TRIBUNALE (PROCURA E TRIBUNALE DI PAVIA) GRAVEMENTE COLLUSO CON ESPONENTI 'NDRANGHETISTI COME GIUSEPPE NERI E POLITICAMENTE PROTETTI DA MINISTERI E MINISTRI COLLUSI CON IL CRIMINE ORGANIZZATO, QUALI L'ATTUALE MINISTRO ROBERTO MARONI, IL QUALE AVEVA UNA AMANTE DIRIGENTE DELL'ASL1 DI MILANO (RIMOSSA A CAUSA DI UNA VITA PRIVATA TURBOLENTA...CAUSA DI UN CRESCENTE INTERESSE GIORNALISTICO...) , SUCCESSIVAMENTE SOSTITUITA DA UN DIRIGENTE (MOLTI VICINO ALL'EX MINISTRO ROBERO CASTELLI, OLTRE CHE ROBERTO MARONI ED AL PDL PAVESE DI ABELLI) CHE HA FAVORITO UN APPALTO TRUCCATO AGGIUDICATO AD UNA SOCIETA' DI CONSULENZA INFORMATICA NELLA QUALE E' PRESENTE (ED OPERANTE PRESSO TALE APPALTO) IL NIPOTE DELL'AFFILIATO 'NDRANGHETISTA PEZZANO PIETROGINO, ATTUALE DIRETTORE GENERALE DI DUE DISTRETTI ASL DI MILANO E MONZA-BRIANZA, ESPULSO DAL GOVERNO REGIONALE PER TALE REATO (SCANDALOSAMENTE NON RINVIATO A GIUDIZIO).

SI EVIDENZIA CHE GIUSEPPE NERI (PARADOSSALMENTE RIDOTTO A UNICO CAPRO ESPIATORIO DAL POOL DDA-DIA DELLA BOCCASSINI ILDA).
E' AL TERZO PROCESSO E ARRESTO, IN PASSATO VENNE INDAGATO E PROCESSATO PER MEDESIMI REATI DI MAFIA E PER NARCOTRAFFICO.

SI EVIDENZIA CHE I MECCANISMI DI PENETRAZIONE MAFIOSA DEL PAVESE NON CORRISPONDO ALLE FALSE DICHIARAZIONI PUBBLICHE DEL MAGISTRATO BOCCASSINI ILDA VERSO LA QUALE SI RISCONTRANO GRAVI OMISSIONI INVESTIGATIVE E PROCEDURALI, IVI MATURATE IN REGIME DI FALSO IDELOGICO, CONNIVENZE CON POTERI OCCULTI E MASSONERIE, LE MEDESIME CHE NEGLI ANNI HANNO COSTITUITO LE PRINCIPALI COSCHE DELLA “FAMIGLIA” 'NDRANGHETISTA DEI TROVATO, LIQUIDATORI DI INGENTI CAPITALI DI ORIGINE MAFIOSA, RICICLATI NELLE “HOLDING” DI IVANO PEREGO E DELLO STESSO GIUSEPPE NERI, RETI CONSOLIDATE CON LA CONNIVENZA DI TALI SODALIZI GESTITI, FINANZIARIAMENTE DALLA POPOLARE DI LODI, DA BANCHE LARIANE E VALTELLINESI TRAMITE GLI STUDI TRIBUTARI DEL SONDRIESE MINISTRO TREMONTI.

NON ESISTONO IMPRENDITORI VITTIME (COME FALSAMENTE DICHIARATO DALLA BOCCASSINI CHE ATTUA SOLO INDAGINI E PROCESSI DI FACCIATA, FINALIZZATI AL RIMPASTO DELLE MAFIE FINANZIARIE LOMBARDE), L'INTERA ECONOMIA PAVESE E' DA DECENNI (E CON ULTERIORE RECRUDESCENZA CON LE PREGRESSE NOMINE DEI MINISTRI AFFILIATI AL CRIMINE ORGANIZZATO, QUALI ROBERTO CASTELLI E L'ATTUALE ROBERTO MARONI, COADIUVATI DAL SODALIZIO AFFARISTICO CRIMINALE DELL'EX COORDINATORE NAZIONALE DI FORZA ITALIA, ABELLI GIANCARLO) INTEGRATA IN UNO SCHEMA DI RICICLAGGIO MAFIOSO E ESPORTAZIONE DI CAPITALI VERSO PARADISI FISCALI E GOVERNI “ACCOGLIENTI”. TALE SCHEMA, POTREBBE AVER FAVORITO LA FUGA DI CAPITALI ALL'ESTERO ED IL REINTEGRO (NEI BILANCI DI IMPORTANTI AZIENDE DEL PAVESE) DI CAPITALI PROVENIENTI DAL NARCOTRAFFICO.

QUESTO E' STATO POSSIBILE SOLO GRAZIE A DECENNI DI FRODI NELLE VERIFICHE TRIBUTARIE ATTUATE DAL FUNZIONARIO GIUSEPPE NERI E DA GLI ALTI VERTICI DELLA GUARDIA DI FINANZA DI PAVIA.

E' SCANDALOSO CHE UN PERSONAGGIO DEL GENERE ABBIA OTTENUTO PRESSO L'UNIVERSITA' DI PAVIA (ANCH'ESSA SOGGETTA AD AFFILIAZIONI 'NDRANGHETISTE NEI SUOI VARI RETTORI, DOCENTI E FEUDI) UNA FALSA LAUREA IN GIURISPRUDENZA (SONO BALLE GIORNALISTICHE QUELLE DELLA SUA TESI SUI RITUALI DELLA 'NDRANGHETA. TRATTASI DI UNA LETTERALE BUFALA, ATTUATA DALL'ORDINE DEI GIORNALISTI E DALLO STESSO SOSTITUTO PROCURATORE ILDA BOCCASSINI LA QUALE TENTA DI MIGRARE L'ATTUALE CUPOLA 'NDRANGHETISTA PAVESE E LA CLASSE DIRIGENTE PAVESE DEL PDL-LEGA NORD VERSO UNA OCCULTA TRANSIZIONE POLITICA IN LISTE CIVICHE DEL CENTRO SINISTRA, TRAMITE L'ANTICO METODO DEL TRASFORMISMO POLITICO).

SI EVIDENZIA CHE TUTTE LE CARRIERE ISTITUZIONALI DEL PAVESE SONO SORTE DA LOGICHE E SCHEMI PIDUISTI (TUTT'ORA PRESENTI ED ATTIVI) NELLE QUALI, MOLTE AMMINISTRAZIONI LOCALI OPERANO IN ALLINEAMENTO CON TALI SCHEMI E ASSOCIAZIONI PER DELINQUERE DI STAMPO MAFIOSO.

VERSO L'AMMINISTRAZIONE DI PIEVE PORTO MORONE SONO RAVVISABILI (DAL 2004 AD OGGI) MOLTISSIMI REATI, MORALMENTE E PENALMENTE INCOMPATIBILI CON L'ATTUALE CONDUZIONE AMMINISTRATIVA DI TALE CENTRO QUALI:

ISTIGAZIONE ALLA IMMIGRAZIONE CLANDESTINA IN PROBABILE CONCORSO CON ESPONENTI DELLA MAFIA RUMENO-ALBANESE

ASSOCIAZIONE PER DELINQUERE

COSTITUZIONE DI MASSONERIE E SOCIETA' SEGRETE IN ASSOCIAZIONE PER DELINQUERE

DELIBERE COMUNALI INFLUENZATE DA ESPONENTI OCCULTI DEL CRIMINE ORGANIZZATO E DA POTERI ILLECITI LOCALI (ALCUNI DELLA REGIONE PIEMONTE CON SOSPETTI DI AFFILIAZIONE ALL'INDOTTO POLITICO E IMPRENDITORIALE DEL PARLAMENTARE LEGA NORD BORGHEZIO).

FREQUENTAZIONI DI ESPONENTI DEL CAPORALATO RUMENTO NELLE ASSEMBLEE COMUNALI DI GIUNTA


ISTIGAZIONE ALL'EVASIONE FISCALE E DI IMPOSTE (CON IL CONCORSO DEL TRIBUNALE DI PAVIA E LA SOCIETA' DI RECUPERO CREDITI, PER CONTO EQUITALIA, QUALI LA INFOTIRRENA DI GROSSETO)

RICICLAGGIO DEI PROVENTI OTTENUTI DA TALE EVASIONE DI IMPOSTE (ESPONENTI DEL CAPORALATO ITALO-RUMENO E PROPRIETARI IMMOBILIARI ED IMPRESE EDILIZIE CHE RECLUTANO, IN REGIME DI CAPORALATO, MANOVALANZA MIGRATORIA PRIVA DI CONTRATTI DI LOCAZIONE, DI LAVORO, DI COPERTURA ASSICURATIVA, DI REGISTRAZIONE ANAGRAFICA ALLA QUESTURA DI PAVIA)

BENEFICI DALLE OMISSIONI TRIBUTARIE NELLA GESTIONE DELLE AGENZIE DELLE ENTRATE DI PAVIA E CORTEOLONA DEL FUNZIONARIO GIUSEPPE NERI

AFFILIAZIONE ALLA CUPOLA DI GIUSEPPE NERI (CP 416-BIS)

TRUFFE IMMOBILIARI (EMISSIONI DI ASSEGNI CIRCOLARI FALSI DI ESPONENTI DEL CAPORALATO ITALO RUMENO IN SEDE DI COMPRAVENDITE IMMOBILIARI IN ASSOCIAZIONE MAFIOSA E PER DELINQUERE CON NUMEROSE AGENZIE IMMOBILIARI DEL TERRITORIO PAVESE E LODIGIANO, DIRETTORI DI BANCHE LOCALI E NOTAI CONNIVENTI) E CARTELLO IMMOBILIARE.

PATRIMONIO IMMOBILIARE PRIVATO CONFISCATO E RIASSEGNATO (TRAMITE LE SOLITE ASTE GIUDIZIARIE TRUCCATE E DISERTATE GESTITE DA PINO NERI ED IL TRIBUNALE DI PAVIA) AD ESPONENTI DEL CAPORALATO RUMENO E AFFILIATI 'NDRANGHETISTI E CON IL CONCORSO DELL'EX FUNZIONARIO TRIBUTARIO E FALSO AVVOCATO TRIBUARIO E CONSULENTE TECNICO E TRIBUTARIO DEL TRIBUNALE DI PAVIA, GIUSEPPE NERI E DI NUMEROSI GIUDICI E MAGISTRATI DELLA PROCURA DI PAVIA, QUALI IL GIP ODDONE.

SOSPETTI DI BROGLI ELETTORALI NEL SEGGIO DI PIEVE P.M (ELEZIONI COMUNALI DEL 2004 E 2009).

VOTO DI SCAMBIO (VOCE DI POPOLO, COME DA NUMEROSE INFORMAZIONI RICEVUTE ANCHE DA UN OPERATORE DELLA CROCE VERDE, IL QUALE HA, OLTREMODO COMUNICATO, CHE LE ASSOCIAZIONI E COOPERATIVE DI TRASPORTO ANZIANI HANNO, NEGLI ANNI DI AMMINISTRAZIONE LEGA NORD DI PIEVE P.M., SOSPESO I SERVIZI DI FORNITURA CAUSA MOROSITA' DELLA SUCCITATA AMMINISTRAZIONE COMUNALE).

SOSPETTI DI CONCORSO ESTERNO IN ASSOCIAZIONE MAFIOSA (CP 416-BIS)

OMISSIONI DI SEGNALAZIONI (ALLA PREFETTURA, QUESTURA E PROCURA COMPETENTE) DI ATTIVITA' DI NARCOTRAFFICO, RICETTAZIONE, PROSTITUZIONE E CRIMINI COMUNI COMMESSI NEL TERRITORIO DI PIEVE P. M.

FALSO IN BILANCI COMUNALI


CONSULENZE ESTERNE NON DELIBERATE (DERIVANTI DA SOSTANZIALI
INCOMPETENZE AMMINISTRATIVE DI SINDACO E GIUNTA IMPEGNATI IN BEN “ALTRI AFFARI”)

REALIZZAZIONE DI OPERE MAI AUTORIZZATE DA ALCUNA DELIBERA CONSIGLIARE

EROGAZIONE DI SUSSIDI PER IMMIGRATI CLANDESTINI E NON REGOLARIZZATI PRELEVATI DA FONDI NON DESTINATI AL WELFARE DELL'IMMIGRAZIONE. (TALI SUSSIDI COMPENSANO LE BASSE RETRIBUZIONI IN NERO DEGLI EDILI RUMENI, UCRAINI, ALBANESI, SLAVI E MAROCCHINI, I CUI AFFITTI IN NERO DELLE CENTINAIA DI CASE DI CORTE DISTRIBUITE NEL PAESE VENGONO OTTENUTI DECURTANDOLI DIRETTAMENTE DALLE “BUSTE PAGA”).

FALSI IDEOLOGICI QUALI:

GRAVISSIME OMISSIONI E REITERATI ABUSI DI UFFICIO, FALSO IDELOGICO, FALSI IN ATTI PUBBLICI E ABUSI DI POTERE ATTRIBUIBILI ALLA POLIZIA LOCALE DI PIEVE PORTO MORONE. UNA RISTRETTISSIMA MINORANZA DI IMMIGRATI REGOLARI E' SOGGETTA AD ABUSI, ED INTIMIDAZIONI. VENGONO NEGATI GLI ATTI DI RESIDENZA CON PRODUZIONE DI FALSE RESIDENZE, FALSAMENTE DICHIARATE (CON IL CONCORSO DEL SINDACO E DELLA POLIZIA LOCALE) NELLE FRAZIONI DI PIEVE P.M.

REITERAZIONE DI VIOLENZE PRIVATE CONDOTTE A DANNO DI CITTADINI CHE SEGNALANO ANOMALIE ALLE AUTORITA' GIUDIZIARIE E/O PROTAGONISTI DI RECLAMI ED ESPOSTI PER LE GRAVI ANOMALIE AMMINISTRATIVE E PER IL DEGRADO CRIMINALE TERRITORIALE DI PIEVE PORTO MORONE, QUALI ATTI VANDALICI, FURTI, RAPPRESAGLIE E INTIMIDAZIONI CONDOTTE CON L'EMISSIONE DI FALSE QUERELE, PERQUISIZIONI PRESSO IL PROPRIO DOMICILIO, DIFFAMAZIONE A MEZZO GIUDIZIARIO ED A MEZZO STAMPA, QUALI IL QUOTIDIANO “LA PROVINCIA PAVESE”, ABUSI DEI SUCCITATI REATI IN CONCORSO CON LA POLIZIA LOCALE DI PIEVE PORTO MORONE, CON I COMANDI CARABINIERI DI CHIGNOLO PO E STRADELLA, CON LA PROCURA E TRIBUNALE DI PAVIA, CON LA COPERTURA DEL CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA, DEI PREFETTI E QUESTORI DI PAVIA, CON IL CONCORSO DI FIGURE MINISTERIALI, QUALI L'EX MINISTRO CASTELLI (DAL 2004 AL 2006) L'ATTUALE MINISTRO DEGLI INTERNI MARONI (DAL 2008 AD OGGI) E PARLAMENTARI LEGA NORD-PDL.

IPOTESI (IN CONCORSO CON IL TRIBUNALE DI PAVIA ED IL COMANDO CARABINIERI DI CHIGNOLO PO E DI TUTTE LE SU ELENCATE AMMINISTRAZIONI) VERSO IGNOTI DI OCCULTAMENTO DI CADAVERI E OMISSIONE DI INDAGINI VERSO PROBABILI AUTORI-VITTIME DI ORGANIZZAZIONI CRIMINALI OPERANTI NEL TERRITORIO AMMINISTRATIVO DI PIEVE PORTO MORONE E LIMITROFI (REGOLAMENTI DI CONTI TRA FAZIONI CRIMINALI, RISSE TRA IMMIGRATI, PESTAGGI, MORTI BIANCHE) ED, IN GENERALE, SISTEMATICHE OMISSIONI DELLA TUTELA E DELLA LEGALITA' NEL TERRITORIO DI PIEVE PORTO MORONE).

IRROGAZIONE DI FALSE SANZIONI AMMINISTRATIVE PRODOTTO IN REGIME PREDATORIO E DI RAPPRESAGLIA CON IL CONCORSO DELLA QUESTURA DI PAVIA, DELLA PROCURA DI PAVIA, DELLA POLIZIA LOCALE DI PIEVE PORTO MORONE, DEL TRIBUNALE DEL GIUDICE DI PACE DI CORTEOLONA (NELLE FIGURE DEI GIUDICI, PRIVI DEI REQUISITI PROFESSIONALI PER L'ESERCIZIO DELLA LORO PROFESSIONE, QUALI, BELVISO E GIANNELLA E TERZE FIGURE IN CONCORSO, IN ASSOCIAZIONE PER DELINQUERE CON LA REDAZIONE GIORNALISTICA DELLA PROVINCIA PAVESE E DEL PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI PAVIA, GIOVANNI PALMINOTA, VERTICE DELLA CUPOLA POLITICO MAFIOSA PAVESE) E DI FALSE ED ILLEGITTIME ACQUISIZIONI DI INFORMAZIONI TRIBUTARIE (NON DI COMPETENZA DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PIEVE E PRIVI DELLE AUTORIZZAZIONI GIUDIZIARIE) EFFETTUATE CON IL CONCORSO DELL'EX FUNZIONARIO TRIBUTARIO GIUSEPPE NERI E DELLA COMMERCIALISTA QUADRELLI ROBERTA, FISCALISTA DI FIDUCIA DELL'AFFILIATO 'NDRANGHETISTA CHIRIACO CARLO, EX DIRETTORE GENERALE ASL DI PAVIA.

SI EVIDENZIA LA NATURA PREDATORIA DELLE PERSECUZIONI GIUDIZIARIE, MOLTISSIME RISCONTRABILI ALL'INTERNO DELLA CITTADINANZA PIEVESE E SPESSO FINALIZZATE A CONDANNE ESEMPLARI NELLE QUALI VENGONO ANCHE RILEVATE ATTIVITA' COMMERCIALI E BENI AZIENDALI

SI EVIDENZIA CHE SULLA BASE DELLE GENERALITA' E QUALIFICHE (RACCOLTE DA RICERCHE ED ANALISI DI ATTI) IN MIO POSSESSO (VEDESI GLI ATTI DEL PROCEDIMENTO RG 175-2009) IL GIUDICE DI PACE, BELVISO CATERINA TIZIANA (GDP DI CORTEOLONA) SEMBRA ESSERE PRIVA DELLE ABILITAZIONI E TITOLI DI STUDIO NECESSARI PER EFFETTUARE L'ESERCIZIO DEL GIUDICE DI PACE (CHE RICHIEDE LA LAUREA IN GIURISPRUDENZA E SOLITAMENTE SVOLTO DA AVVOCATI).
NEL PROTOCOLLO VERBALE PVCS39 2010 VD 900111 E PROTOCOLLO SDI PVCS392010900104, LA SUCCITATA BELVISO (NATA A BARI IL 23/09/1967) RESIDENTE A MILANO , VIA FRATELLI BRIOSCHI 35, SAREBBE IN POSSESSO DELLA SOLA ABILITAZIONE E TITOLO DI STUDIO DI SEGRETARIA DATTILOGRAFA (IMPIEGATA PUBBLICA).
ELLA SI FREGIA (NELLA ISTANZA DI ASTENSIONE PRESENTATA AL PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI PAVIA) DEL TITOLO DI AVVOCATO E NON SI COMPRENDE SULLA BASE DI QUALI REQUISITI SCOLASTICO-UNIVERSITARI E PROFESSIONALI ABBIA PARTECIPATO E VINTO AI BANDI DI CONCORSO RISERVATI ALLA CARRIERA DI GIUDICE DI PACE, ESSENDO PRIVA DEI REQUISITI
(ESERCIZIO ABUSIVO DELLA PROFESSIONE).

ANCHE PER IL SINDACO DI PIEVE PORTO MORONE (INDICATO, NEL SITO UFFICIALE DEL COMUNE E NEL PORTALE DEI COMUNI ITALIANI E LISTE CIVICHE, COME POSSESSORE DELLA LICENZA DELLA SCUOLA MEDIA INFERIORE).

EGLI SI FIRMA E SI GENERALIZZA CON IN TITOLO DI RAGIONIERE.

EMERGE, OLTREMODO, CHE UNA MASSICCIA MOLE DI PROCEDIMENTI (RICORSI DI SANZIONATI IN PIEVE PORTO MORONE E FRAZIONI) RELATIVI A INIQUE SANZIONI EMESSE CON TIMBRO, PROTOCOLLO, FIRME E INTESTAZIONE DEL SINDACO ANGELO COBIANCHI SIANO STATE EMESSE (DAL 2004 SINO IN DATA ODIERNA) VERSO EX CITTADINI PIEVESI NON INCLUSI NEL “CIRCOLO” COSTITUITO DA CENTINAIA DI PROPRIETARI IMMOBILIARI (AFFILIAZIONE AL CAPORALATO RUMENO).

SULLA BASE DI QUANTO RECENTEMENTE SCOPERTO, CI SI CHIEDE (VISTI ANCHE I PREGRESSI DELLA VICENDA DEL 'NDRANGHETISTA GIUSEPPE NERI, FALSO AVVOCATO E FALSO FISCALISTA) SE LA MANCANZA DI ABILITAZIONI SCOLASTICHE E PROFESSIONALI NON SIA RISCONTRABILE ANCHE NEL CORPO GIP E PM E GIUDICI ORDINARI DELLA COMPETENTE PROCURA DI PAVIA.

L'ARRANGIAMENTO DELLE SEDI GIUDIZIARIE SOPRA RIFERITE, UNITE ALLA AMMMINISTRAZIONE DI PIEVE PORTO MORONE E DELE FIGURE AVVOCATIZIE (AVV.TO MARMONTI) DELEGATE PER L'INSTAURAZIONE DI PROCEDIMENTI A TITOLO DI RAPPRESAGLIE E REPRESSIONE, HA NEI FATTI (E CONSENSUALMENTE) FAVORITO:

SIMULAZIONI DI REATO E PERSECUZIONI GIUDIZIARIE IN SINERGIA CON AFFILIATI AL CRIMINE ORGANIZZATO (L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE SI E', IN PIU' OCCASIONI, AVVALSA DEL CONCORSO DI AFFILIATI AL CRIMINE ORGANIZZATO NELLA CONCRETIZZAZIONE DI DISEGNI CRIMINALI A DANNO DELLE LORO VITTIME NEI VARI ABUSI DI POTERE COMMESSI DALL'AMMINISTRAZIONE SUCCITATA, IDENTIFICABILI NELLE SEGUENTI FIGURE AFFILIATE AL CRIMINE ORGANIZZATO, TALE CONCORSO AVVIENE AVVALENDOSI DELLA STRUTTURA POLITICA DEL PDL-LEGA NORD):

PEZZANO ADRIANO (NIPOTE DEL PEZZANO PIETROGINO, AFFILIATO 'NDRANGHETISTA).

DIRIGENZA ASL 1 DI MILANO (AFFILIATA AL SUCCITATO PEZZANO PIETROGINO ED ALL'EX MINISTRO CASTELLI E ATTUALE MINISTRO MARONI)

ESPONENTI DEL CAPORALATO RUMENO

CONTROLLATA FASTWEB (OMISSIS...).

ISTITUTI DI CREDITO VALTELLINESI (OMISSIS...)

AZIENDA DI SEGRATE OPERANTE NELLE FORNITURE BANCARIE (OMISSIS)

I&T SRL (COMMITTENTE APPALTO ASL 1 MILANO)

CONTROLLATE MICROSOFT (OMISSIS)-CONTROLLATE DI LOMBARDIA INFORMATICA SPA

STUDIO LEGALE PASCERI & VITALE

STUDI TRIBUTARI TREMONTI

QUESTURA E DIGOS DI SONDRIO

PROCURA DI SONDRIO

CARABINIERI DI CHIGNOLO PO, BELLANO, MORBEGNO, LODI, ZELO BUON PERSICO.

ALTI VERTICI DELLA LEGIONE CARABINIERI DELLA LOMBARDIA

ALTI VERTICI DELLA GUARDIA DI FINANZA DI PAVIA

DIREZIONE REGIONALE DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE

PROCURA E TRIBUNALE DI PAVIA

GIUDICE DEL LAVORO RAVAZZONI

PREFETTURA DI SONDRIO

PROCURE DI MILANO, SONDRIO E BRESCIA E RELATIVI SETTORI DEVIATI (PM SICILIANO, NOBILE, ROBLEDO, FABIO NAPOLEONE, ETC...)

SETTORI DELLA CASSAZIONE DI ROMA

STRUTTURA POLITICA DELLA LEGA NORD E RETE FINANZIARIA DI RICICLAGGIO AD ESSA ASSOCIATA.

UTILIZZO ILLEGITTIMO E PRIVO DI AUTORIZZAZIONE GIUDIZIARIA DI INTERCETTAZIONI TELEFONICHE E CONNESSIONI DATI (VITTIME GIUDIZIARIE ANTAGONISTE AI DISEGNI CRIMINOSI COMMESSI IN PIEVE PORTO MORONE)

MINISTRO ROBERTO MARONI (POLIZIE POLITICHE INVESTIGATIVE DELLA DIGOS E POLIZIE POSTALI DI PAVIA E SONDRIO)

NARCOTRAFFICANTI OPERANTI NELLE PROVINCE DI PAVIA, MILANO E LODI

IMPRENDITORI EDILI ED AZIENDE DEDITI AL RICICLAGGIO DELLE PROVINCE DI MILANO E LODI E LECCO E PAVIA.


Le motivazioni sopra elencate determinano la validità giuridica e morale necessaria per l'istituzione di una petizione finalizzata allo scioglimento giudiziario dell'amministrazione comunale di PIEVE PORTO MORONE.

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
20 / 1000

Firme Recenti

  • 08 giugno 201420. Matteo Sartorio (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 26 giugno 201219. Mario BROGLIO MONTANI
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201218. Melchiade
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201217. Viola Bragato
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201216. Adelaide Macchia
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201215. Regolo Sadikaj
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201214. Raimondo
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201213. Folco
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201212. Mareta Suidi
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201211. Irene
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201210. Marisa
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 20129. Pericle Morittu
    Sottoscrivo questa petizione
  • 01 aprile 20128. ambra piccolini
    Firmo,contro ndrangheta-immigrazione violenta
  • 24 febbraio 20127. aurora darchi (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione a sostegno delle vittime di maf
  • 19 gennaio 20126. mario BROGLIO MONTANI
    Sottoscrivo questa petizione
  • 14 gennaio 20125. faustone
    Sottoscrivo questa petizione contro le mafie
  • 23 ottobre 20114. carmelina mirarchi
    Sottoscrivo questa petizione
  • 02 agosto 20113. Mariangela Alanno
    Appalt G8, inchiesta sulla nuova P4 -la Camera salva Verdini
  • 10 luglio 20112. Silvana Arnone
    Sottoscrivo questa petizione
  • 05 luglio 20111. claudio larghi
    Sottoscrivo questa petizione

Informazioni

Tags

'ndrangheta, arcifa rosa grazia, giancarlo abelli, mafia pavese, ministro maroni, pieve porto morone, procura di pavia, rosanna gariboldi, sindaco angelo cobianchi, tribunale di pavia

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets