La nostra voce solidale e fraterna per l’Honduras firma ora

Quito-Bogotà, 25 settembre 2009-09-28

In questa ora cruciale
La nostra voce solidale e fraterna per l’Honduras


1) Il nostro Servizio Internazionale Cristiano di Solidarietà con i Popoli dell’America Latina “Oscar Romero” conosce direttamente la grave situazione di violazione dei diritti umani, scatenata contro il popolo honduregno, come reazione alla sua resistenza al colpo di stato militare che aveva preteso di zittire la volontà della maggioranza del paese fratello, manifestatasi nell’appoggio al presidente costituzionale Manuel Zelaya.

2) Esprimiamo il nostro sentimento più vicino di ammirazione e solidarietà al popolo honduregno per la sua resistenza organizzata e costante, nonostante le difficoltà economiche, la repressione incessante, i soffocanti coprifuoco, il bavaglio alla stampa che racconta la verità. La sua dignità è un esempio per il nostro continente e per tutto il pianeta. Per favore , non cedete, le energie positive del mondo sono con tutte e tutti voi. Manifestiamo altresì il nostro giubilo per il rischioso rientro del Presidente costituzionale a Tegucigalpa, che rafforza la speranza di tutti quanti aspiriamo alla costruzione di un Honduras nuovo, una trasformazione dello Stato attraverso un’ Assemblea Costituente, nella quale il principio di autodeterminazione dei popoli sia rispettato, dove le i bisogni fondamentali di tutte le persone siano soddisfatti, dove tutti i diritti umani e dei popoli siano garantiti, e dove sia possibile costruire rapporti di solidarietà fra popoli fratelli.

3) Condanniamo con ogni fermezza, come fece a suo tempo il nostro martire Monsignor Romero, il progressivo aumento della repressione che il governo golpista di Micheletti ha scatenato contro migliaia e migliaia di donne e di uomini che manifestano pacificamente, ed esigiamo il ristabilimento dell’ordine costituzionale; altresì evidenziamo la grave crisi umanitaria, che si sta creando in tutta la popolazione a causa dei coprifuoco, che impediscono alla gente di procurarsi il cibo, recarsi ai posti di lavoro, cercare medicinali. Ed anche condanniamo la grave crisi provocata all’Ambasciata del Brasile con la sospensione del servizio telefonico, dell’energia elettrica e dell’acqua potabile, colpendo l’integrità stessa del presidente Zelaya e della sua famiglia, dei diplomatici brasiliani che rimangono nella sede della loro ambasciata e degli honduregni che accompagnano il Presidente.

4) Risuonino le parole profetiche di Monsignor Romero e smuovano le coscienze addormentate dei repressori, i silenzi e le manifeste complicità di alcuni membri della Chiesa honduregna e l’indolenza collaborazionista con i golpisti di settori della comunità internazionale: “In nome di Dio, dunque, e in nome di questo popolo sofferente i cui lamenti salgono fino al cielo ogni giorno più prorompenti, vi supplico, vi prego, vi ordino in nome di Dio, cessi la repressione”.

5) Ci uniamo alle richieste presentate dal Fronte Nazionale di Resistenza contro il Colpo di Stato, e sollecitiamo l’immediata restituzione del potere a Manuel Zelaya, presidente costituzionale degli honduregni; la libertà di tutte le prigioniere e prigionieri politici; la restaurazione dell’ordine costituzionale e il rientro in vigore e la garanzia del rispetto dei diritti umani per tutta la popolazione. Incoraggiamo tutti i membri del Fronte a continuare la loro eroica resistenza per la liberazione del loro popolo e di tutti i popoli dell’America Latina, e continuaiamo a sperare in società umane e fraterne, nelle quali la giustizia e la pace si bacino e dove la vita e la dignità vincano sulla morte, la sopraffazione e l’ignominia.

6) Invitiamo tutta l’umanità, tutte e tutti i credenti a solidarizzare con il popolo honduregno, inviando coperte, farmaci, ausili ortopedici, che saranno utilizzati per le operazioni sulle persone ferite, dal momento che i golpisti controllano l’uso dei medicinali e degli strumentari chirurgici. Si può prendere contatto con lorzelayaatyahoo.com tel 504-98998000. Vengono richiesti antibiotici e ausili ortopedici: Vi invitiamo a seguire da vicino quest’ora cruciale della resistenza honduregna visitando www.radioglobo.com , www.radioprogreso.com e www.contagioradio.com

Seguono le firme del SICSAL e di ventotto associazioni internazionali dei solidarietà, prevalentemente di ispirazione cristiana
(traduzione a cura del “Centro Studi Juan Gerardi” di Ravenna)

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
44 / 10000

Firme Recenti

  • 19 maggio 201244. Cosma
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201243. Felicita
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201242. Demetria
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201241. Albino
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201240. Dina Mazzetta
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201239. Rosamunda
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201238. Venusta
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201237. Alarico Lauria
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201236. Cirino Soppi
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201235. Francesca Riedo
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201234. Gioconda Affaoui
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201233. Romilda
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201232. Cristoforo
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201231. Galatea
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201230. Elita Soncin
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201229. Franca
    Sottoscrivo questa petizione
  • 04 dicembre 201028. marta tommasini
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 ottobre 201027. lorenzo_sivieri
    Sottoscrivo questa petizione!
  • 12 ottobre 201026. Emidio Brandi
    Sottoscrivo questa petizione
  • 12 ottobre 201025. sara pinzani
    Sottoscrivo questa petizione
  • 06 ottobre 201024. Alessandro Bellini
    Sottoscrivo questa petizione
  • 06 ottobre 201023. Martin Enrico Iglesias (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 06 ottobre 201022. monica belmonte
    Sottoscrivo questa petizione
  • 05 ottobre 201021. antonio lupo
    Sottoscrivo questa petizione
  • 05 ottobre 201020. Giacomo Cracco
    Sottoscrivo questa petizione
  • 05 ottobre 201019. laura tiso
    Sottoscrivo questa petizione
  • 05 ottobre 201018. valentina.lindi
    Sottoscrivo questa petizione

vedi tutte le firme

Informazioni

Gianfranco MasciaDa:
Politica internazionaleIn:
Destinatario petizione:
Solidarizzare con il popolo honduregno, inviando coperte, farmaci, ausili ortopedici, che saranno utilizzati per le operazioni sulle persone ferite

Sostenitori ufficiali della petizione:
SICSAL (Servizio Internazionale Crisaiano di Solidarietà con i Popoli dell’America Latina, intitolato a Oscar Arnulfo Romero)

Tags

golpe, honduras, micheletti, solidarietà, zelaya

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets