Il quartiere Ina Casa Harar Dessiè di Milano, un patrimonio di valore architettonico da tutelare firma ora

1 - Riteniamo che il quartiere Harar – Dessiè sia di rilevante importanza architettonica-paesaggistica e, pertanto, vada tutelato. Realizzato negli anni '50 e progettato da un' equipe di architetti di notevole importanza, quali Giò Ponti, Piero Bottoni, Figini & Pollini ed altri (si vedano a tal proposito i documenti allegati facenti parte di una corposa bibliografia) è apprezzato da studiosi e considerato un esempio di architettura urbana popolare innovativa.

2 – Il quartiere negli anni, fortunatamente, non ha subito significative modifiche mantenendo i prospetti architettonici e le vedute degli edifici originali. Questo rispetto del quartiere ha anche permesso che tra i residenti si stabilisse un buon rapporto di vicinato facendo di questa zona una piccola oasi di tranquillità, cosa ormai rara nei quartieri periferici.

3 – Una nota particolare riguarda le villette a schiera che sono state costruite con distanze limitate le une dalle altre, particolarità che in passato non ha mai creato dei problemi perchè tutti hanno rispettato le distanze mantenendole inalterate. Si fa presente che qualsiasi innalzamento o aumento di volumetria in questa situazione crea inevitabilmente una diminuzione di luce, sole, aria e privacy e un bruttissimo impatto paesaggistico poiché stravolge completamente la linearità del quartiere.

4 – Ultimamente tutto questo non viene più rispettato. Vediamo innalzamenti e aumenti di volumetrie anche abusivi. Ciò comporta che i possibili acquirenti di villette in vendita credano di poter alzare piani di casa senza tener conto delle distanze minime e dei disagi che causerebbero ai vicini sia sul piano della vivibilità sia su quello economico poiché le case altrui, trovandosi incassate dalle nuove volumetrie, si deprezzerebbero. Tutto questo, oltre a snaturare l'idea architettonica del quartiere, crea malumori tra i residenti che non si sentono rispettati nei loro diritti.

Pertanto, sulla base di quanto esposto, chiediamo che il quartiere Harar – Dessiè venga inserito tra le aree protette, analogamente a quanto già avviene per altri quartieri similari come quartiere QT8, il quartiere villini di Viale Zara e viale Washington ecc..

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
63 / 1000

Firme Recenti

vedi tutte le firme

Informazioni

Maria Pia ConsolandiDa:
Verde e AmbienteIn:
Destinatario petizione:
Direzione Centrale Sviluppo del Territorio Settore Pianificazione Urbanistica Generale

Sostenitori ufficiali della petizione:
Abitanti della zona Harar Dessiè - Milano

Tags

Nessuna tag

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets