IL CINEMA DI CONDOVE E’ UN BENE COMUNE firma ora

I sottoscritti, venuti a conoscenza dell’intenzione dichiarata dell’attuale Amministrazione Comunale di Condove di affidare a terzi la gestione del Cinema Comunale,
ed a seguito della lettera di un gruppo di cittadini condovesi pubblicata recentemente sui giornali locali,

ESPRIMONO

- la preoccupazione che ciò possa costituire non solo il passaggio da una gestione pubblica e partecipata ad una gestione privatistica della struttura, ma anche il possibile preludio ad una trasformazione della sua destinazione d’uso; e dunque alla possibile scomparsa di una piccola sala cinematografica che ha una lunga storia e tradizione iniziata negli anni ’30 ed ha fino ad oggi sempre rappresentato un punto di riferimento culturale e di aggregazione per l’intera Valle di Susa, nonché un prezioso luogo della “memoria storica” per la comunità condovese;

- la loro piena riconoscenza e ringraziamento nei confronti di tutti coloro che, a partire dall’Amministrazione guidata da Massimo Maffiodo che negli anni ’70 scelse di acquisire e ristrutturare il cinema “salvandolo” dal diventare qualcos’altro, per proseguire con il Gruppo 33, la Pro Loco, il Valsusa Filmfest e tutte le tante persone che in questi anni hanno operato dedicando tempo, passione ed energie, sempre a titolo volontario, per mantenere in vita e valorizzare quello che è il nostro Nuovo Cinema Paradiso.
Non solamente contribuendo attraverso rassegne, festival, cineclub ed altre iniziative, alla divulgazione della cultura cinematografica (e non solo) sul nostro territorio, ed avvicinando ad essa anche persone che non avrebbero avuto mezzi e risorse per fruirne diversamente o recandosi altrove, ma facendo inoltre diventare il cinema di Condove un luogo destinato alla produzione, all’innovazione, alla creatività. E tutto questo patrimonio di storie, emozioni, vissuti, esperienze, professionalità, noi non accettiamo che possa venire disperso od “estirpato” da nessuno!;

- la riconoscenza ed il ringraziamento anche nei confronti di tutte le altre precedenti Amministrazioni che hanno sempre salvaguardato e tutelato la sopravvivenza del cinema, riconoscendone le valenze di promozione culturale e sostenendone economicamente gli oneri di gestione, unica condizione affinchè potessero nascere, crescere e svilupparsi le attività dapprima citate;

RITENGONO

- che non solo nessuna Associazione locale, ma con ogni probabilità neppure un “soggetto privato”, pur autorizzato a svolgere attività a carattere commerciale quali una programmazione cinematografica di “prima visione”, possa oggi (a differenza che in un meno recente passato e come la situazione attuale della quasi totalità delle altre sale cinematografiche valsusine purtroppo dimostra) realisticamente essere in grado di “farsi carico di tutte le spese, sia gestionali (luce, gas, ecc.) che di manutenzione ordinaria e di eventuale ammodernamento” - come richiesto dal Comune - senza incorrere in passività di bilancio che lo vedrebbero in seguito costretto ad interrompere anzitempo il contratto di gestione;

- che le legittime scelte di indirizzo e di programma di un’Amministrazione Comunale non possano essere imposte a prescindere alla popolazione, e soprattutto ignorare la storia, l’identità ed il sentire comune di un paese e di una comunità;

RICHIEDONO

- che qualsiasi ipotesi di affidamento in gestione a terzi del cinema di proprietà comunale venga condotta da parte Sua, Signor Sindaco, e dell’Amministrazione che lei presiede, all’insegna della più assoluta trasparenza e chiarezza;

- che l’eventuale nuovo gestore sia individuato sulla base di comprovata esperienza e professionalità come esercente cinematografico, in possesso di requisiti di capacità e sostenibilità economica nel condurre l’operazione, e nondimeno di sensibilità di natura culturale;

- che venga in ogni caso garantito il mantenimento e l’ospitalità di tutte le iniziative a carattere sociale e culturale già esistenti, nonché di quelle che potranno essere ideate e progettate in futuro e che necessitino di utilizzare una sala cinematografica;

AFFERMANO INFINE

- che in caso contrario, o di fronte ad ogni tentativo di trasformazione di destinazione d’uso dello stabile sono pronti a mettere in atto qualsiasi forma di protesta e di opposizione per continuare a difendere il Cinema di Condove bene comune!

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
64 / 1000

Firme Recenti

vedi tutte le firme

Informazioni

Tags

bene, cinema, comune, condove, valsusa

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets