Fondo di Garanzia per i truffati da Todomondo - vogliamo risposte dal Ministero! firma ora

Dipartimento per lo sviluppo e la competitività del turismo
Servizio IV – Assistenza alla domanda turistica e vigilanza
Dott. Enrico Felice PORAZZI


Buongiorno Dottor Porazzi,

siamo un gruppo di cittadini rimasti coinvolti nel fallimento del Tour operator Todomondo.
Le scriviamo perché sono trascorsi mesi da quando abbiamo inviato la domanda di rimborso al Fondo di Garanzia e non abbiamo ancora ricevuto alcuna comunicazione al riguardo da parte dei vostri uffici.

Nelle scorse settimane alcuni di noi Le hanno inviato una richiesta di informazioni ricevendo questa mail di risposta

Da: Porazzi Enrico Felice
A: (omissis)

Oggetto: Risposta telematica Ricevuto il: 08/01/10 12:44

Con riferimento alla sua richiesta di notizie Le comunico che la sua istanza di rimborso, una volta istruita, sarà sottoposta alle decisioni di un Comitato, che ne valuterà l’ammissibilità o meno sulla base della normativa vigente e delle disponibilità finanziarie. Non è possibile, al momento,quantificare i tempi occorrenti alla definizione dell’”iter” procedurale, stante l’elevatissimo numero di istanze qui pervenuto.
Il Dirigente
Porazzi

Francamente è una risposta che ci lascia sconcertati!
Verso la fine dello scorso agosto avevamo contattato telefonicamente una sua collaboratrice che ci aveva fornito le seguenti informazioni circa l'iter procedurale che avreste seguito:
• La domanda di rimborso viene protocollata e sottoposta a un PRE-ESAME per verificare che essa sia riferita a un “pacchetto turistico” completo e per rilevare la cifra da rimborsare.
• Se è riferita a un PACCHETTO TURISTICO viene inviata una raccomandata al richiedente per comunicare il numero di protocollo e per informare che la domanda ha i requisiti necessari per essere istruita
• Se è riferita a un SOLO VOLO o SOLO SOGGIORNO viene inviata una raccomandata al richiedente per comunicare il numero di protocollo e per informare che la domanda non verrà istruita per la mancanza dei requisiti richiesti
• Per le domande che hanno i requisiti viene successivamente aperta un’ISTRUTTORIA vera e propria per l’esame approfondito e per verificare che essa sia corredata di tutta la documentazione necessaria
• Nel caso si riscontrasse la mancanza di alcuni dei documenti occorrenti viene inviata una raccomandata al richiedente per sollecitarne l’invio
• Al termine dell’istruttoria viene INVIATA UNA RACCOMANDATA al richiedente per comunicare l’esito della domanda, e, in caso positivo, l’effettuazione del rimborso

Non è questo l’iter procedurale che avete seguito in questi mesi? Se non lo è, quale state seguendo?

In data 19.01.2010, molti di noi hanno ricevuto questa mail dalla segreteria del Ministro Brambilla
Buongiorno,
La ringraziamo a nome del Ministro del Turismo, On. Michela Vittoria Brambilla, per l’email che ci ha inviato e che offre l’occasione per confermarle che gli uffici del dipartimento del turismo stanno esaminando le numerose richieste ricevute con particolare attenzione e cura e che per ridurre i tempi di predisposizione di queste istruttorie il Ministro Brambilla ha dato disposizione perché sia costituita un’apposita task force.
Desideriamo, inoltre, comunicarle che per garantire ai turisti una tutela ed un’assistenza più incisiva, è stata avviata la costituzione di una Commissione di vigilanza che si affiancherà agli strumenti già esistenti, quali il Fondo nazionale di Garanzia, alla cui riorganizzazione, peraltro, stiamo lavorando.
Riteniamo sia, infatti, opportuno che all’attività di promozione della cultura e del patrimonio artistico, culturale, enogastronomico e paesaggistico dell’Italia, propria del Ministro del Turismo, si accompagni la costante vigilanza del rispetto dei diritti dei turisti e della qualità dei servizi offerti dagli Operatori del settore.
Cordiali saluti,
La segreteria

Prendiamo atto di questo impegno, ma riteniamo che, considerato il numero di mesi trascorsi, abbiamo diritto a delle risposte precise ed esaurienti da parte vostra, che vadano oltre le lodevoli dichiarazioni del Ministro o le frasi di circostanza contenute nella Sua mail.

Come Lei ben sa con l’invio della nostra domanda di rimborso al Fondo di Garanzia abbiamo attivato un procedimento amministrativo che è regolamentato da apposite leggi, principalmente la legge 241/1990.

Desideriamo ricordarle che l’articolo 7 di questa legge, al comma 1 recita che “Ove non sussistano ragioni di impedimento derivanti da particolari esigenze di celerità del procedimento, l'avvio del procedimento stesso è comunicato, con le modalità previste dall'articolo 8, ai soggetti nei confronti dei quali il provvedimento finale è destinato a produrre effetti diretti ed a quelli che per legge debbono intervenirvi. Ove parimenti non sussistano le ragioni di impedimento predette, qualora da un provvedimento possa derivare un pregiudizio a soggetti individuati o facilmente individuabili, diversi dai suoi diretti destinatari, l'amministrazione è tenuta a fornire loro, con le stesse modalità, notizia dell'inizio del procedimento.”

Il summenzionato articolo 8, prevede che
1.“L'amministrazione provvede a dare notizia dell'avvio del procedimento mediante comunicazione personale.
2. Nella comunicazione debbono essere indicati:
a) l'amministrazione competente;
b) l'oggetto del procedimento promosso;
c) l'ufficio e la persona responsabile del procedimento;
c-bis) la data entro la quale, secondo i termini previsti dall'articolo 2, commi 2 o 3, deve concludersi il procedimento e i rimedi esperibili in caso di inerzia dell'amministrazione;
c-ter) nei procedimenti ad iniziativa di parte, la data di presentazione della relativa istanza;
d) l'ufficio in cui si può prendere visione degli atti.”

E circa i termini previsti per la conclusione del procedimento l’articolo 2 della succitata legge prevede:
• al comma 2 che “Nei casi in cui disposizioni di legge ovvero i provvedimenti di cui ai commi 3, 4 e 5 non prevedono un termine diverso, i procedimenti amministrativi di competenza delle amministrazioni statali e degli enti pubblici nazionali devono concludersi entro il termine di trenta giorni”
• al comma 3 che “Con uno o più decreti del Presidente del Consiglio dei ministri, adottati ai sensi dell'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, su proposta dei Ministri competenti e di concerto con i Ministri per la pubblica amministrazione e l'innovazione e per la semplificazione normativa, sono individuati i termini non superiori a novanta giorni entro i quali devono concludersi i procedimenti di competenza delle amministrazioni statali. Gli enti pubblici nazionali stabiliscono, secondo i propri ordinamenti, i termini non superiori a novanta giorni entro i quali devono concludersi i procedimenti di propria competenza.”
• al comma 4 che “Nei casi in cui, tenendo conto della sostenibilità dei tempi sotto il profilo dell'organizzazione amministrativa, della natura degli interessi pubblici tutelati e della particolare complessità del procedimento, sono indispensabili termini superiori a novanta giorni per la conclusione dei procedimenti di competenza delle amministrazioni statali e degli enti pubblici nazionali, i decreti di cui al comma 3 sono adottati su proposta anche dei Ministri per la pubblica amministrazione e l'innovazione e per la semplificazione normativa e previa deliberazione del Consiglio dei ministri. I termini ivi previsti non possono comunque superare i centottanta giorni”

La legge in questione prevede anche al comma 1 dell’articolo 2-bis che “Le pubbliche amministrazioni e i soggetti di cui all'art. 1, comma 1-ter, sono tenuti al risarcimento del danno ingiusto cagionato in conseguenza dell'inosservanza dolosa o colposa del termine di conclusione del procedimento.”

Pertanto, sulla base di quanto previsto dalla normativa vigente Le chiediamo formalmente di dare risposta ai quesiti posti in questa nostra istanza:

• perché non è stato ancora effettuato l’invio della comunicazione personale di avvio del procedimento?
• qual’è il termine previsto per la conclusione di tale procedimento?


RingraziandoLa per la sua attenzione Le porgiamo cordiali saluti


Milano, 15 febbraio 2010

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
527 / 1000

Firme Recenti

  • 19 maggio 2012527. Fiammetta
    Sottoscrivo questa petizione
  • 19 maggio 2012526. Aida
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012525. Eufebio
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012524. Tesauro
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012523. Colomba
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012522. Marcella
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012521. Rossella Divino
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012520. Liliana
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012519. Mercede
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012518. Federica Gattone
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012517. Tosco Yahia aissa
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012516. Agesilao
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012515. Aristofane Chiodo
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012514. Bice Cerminara
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012513. Soave
    Sottoscrivo questa petizione
  • 20 agosto 2011512. Massimo Cerè
    Sottoscrivo questa petizione
  • 19 giugno 2010511. Fabrizio Canazza
    Sottoscrivo questa petizione
  • 07 aprile 2010510. bevini elena
    Sottoscrivo questa petizione
  • 21 marzo 2010509. ANSELMI Renato
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 marzo 2010508. michela bertocchi
    Sottoscrivo questa petizione
  • 15 marzo 2010507. The_Boss
    Sottoscrivo questa petizione
  • 02 marzo 2010506. Sambrina
    Sottoscrivo questa petizione
  • 27 febbraio 2010505. G.E.N.
    Sottoscrivo questa petizionePratica n. HE003150 - domanda al
  • 23 febbraio 2010504. luigi manno
    Sottoscrivo questa petizione
  • 23 febbraio 2010503. Simone Christian Bassani (non verificato)
    pratica Todomondo JT050650 – domanda inviata il 26.07.2009
  • 19 febbraio 2010502. Sergio Lanfranchi
    Pratica N° KO002075 richiesta inviata il 30/07/2009
  • 17 febbraio 2010501. Simone Tortoli
    Sottoscrivo questa petizione

vedi tutte le firme

Informazioni

antitruffatodomondoDa:
Giustizia, diritti e ordine pubblicoIn:
Destinatario petizione:
Ministero del Turismo

Sostenitori ufficiali della petizione:
Comitato AntitruffaTodomondo

Tags

antitruffatodomondo, fondo di garanzia, ministero turismo, porazzi, todomondo

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets