FERMIAMO LA PSICOPOLIZIA !!! firma ora

Spesso accade che "i cosiddetti poteri forti e corrotti", sentendosi infastiditi dal cittadino che protesta e temendo di essere portati i Tribunale sul banco degli imputati, agiscono all'unisono con mille strategie, mistificando anche quelli che sono i diritti più fondamentali di ogni persona e abusando delle loro funzioni.
Ed è così che (grazie ai buoni uffici di cui dispongono) studiano tutte le possibili attività, utili a distruggere moralmente e civilmente colui che si è permesso di dar loro fastidio!
E i sistemi che hanno a loro disposizione sono LECITI, ISTITUZIONALI E RAFFINATISSIMI!

Infatti, quando non riescono a far tacere le giuste rimostranze del soggetto con metodi normali, utilizzano sistemi ancora più pesanti e persuasivi, per la distruzione anche psichica di colui che si è permesso di dar loro fastidio.

Questo è il caso di Eva Polak, la quale è stata dapprima distrutta moralmente e giuridicamente, ma siccome non demorde ed è disposta a dichiarare al mondo intero tutta la sua disperazione, hanno stabilito che per farla star zitta è necessario utilizzare la Polizia Psichiatrica!

GIU LE MANI DA EVA POLAK !!!

Al Sindaco del Comune di Montecatini Terme Dr. Giuseppe BELLANDI

Al Procuratore Capo di Pistoia Dr. Renzo Dell'Anno

Al Procuratore Generale di Firenze Dr. Beniamino DEIDDA

Al Ministro della Giustizia ...

Al Ministro della Sanità

All'Ordine dei Medici di Firenze

All'Ordine dei Medici di Pistoia

Alla Stazione Carabinieri di Montecatini Terme

P.C. al Presidente del Consiglio dei ministri

P.C. al Ministro degli Interni

P.C. al Ministro della Giustizia

Al Presidente della Commissione Giustizia al Senato

Ecc.mi Signori in Indirizzo,

noi sottoscritti,componenti del COMITATO NAZIONALE SPONTANEO dei CITTADINI CONTRO LA MALAGIUSTIZIA, con sdegno e rammarico apprendiamo che a seguito delle disposizioni del "Giudice di Pace" avv. Chiara GUAZZELLI, la cittadina italiana Eva Polak sarebbe stata dichiarata dal Dott. Giovanni CARLESI incaricato dal Giudice di Pace di procedere a perizia psichiatrica, non solo TOTALMENTE INCAPACE DI INTENDERE E DI VOLERE ma altresì soggetto di elevata PERICOLOSITA' SOCIALE. Tutto questo senza minimamente procedere ad alcuna visita Personale ma solamente basandosi su denunce, atti processuali, querele e video che la Polak ha,negli anni,prodotto a sua difesa e ampiamente diffuso per informare doverosamente i cittadini di quanto le stava,suo malgrado accadendo e quale forma di autotutela per le minacce fin qui subite.

Noi conosciamo bene la Dott.ssa Polak,ci siamo spesso relazionati con lei e abbiamo avuto molteplici occasioni per apprezzare la sua forza morale, la sua determinazione nonchè la sua notevole preparazione anche in materie giuridiche.

Siamo quindi oltre che stupiti oltremodo preoccupati per questo disdicevole episodio che è avvenuto mentre tutti noi avevamo appena tirato un sospiro di sollievo nell'apprendere che, a seguito della visita incidentale richiesta dalle Autorità comunali il 14 dic u.s.effettuata sulla Polak, dalla Dott.Pacini Francesca, medico psichiatra del'Ospedale di Pescia la stessa certificava che era da escludere un TSO non ravvisando nella paziente nessun comportamento che lo giustificasse.

E' bene dire, a questo punto, che la vicenda dai toni romanzeschi del miglior Orwell sta procurando allarme anche in molti membri del nostro comitato che, a causa della natura stessa e per i temi e il portato coi quali intendiamo confrontarci colle Istituzioni , dovrebbe essere contraddistinta sempre da una corretta pacatezza; questi fatti non aiutano di certo e noi vogliamo considerarlo solo come uno spiacevole incidente di percorso che termini all'istante così com'è cominciato.

Lontani dal credere che l'Illustre Dott. Carlesi detenga qualità mediatiche tali da poter leggere anche in una sfera di cristallo ci limitiamo, per ora, a dire anche alla luce della verità obiettiva della vita vivente e col conforto del parere reso dalla Dott. Pacini che Eva Polak è perfettamente sana di mente.

Ribadiamo di conoscere bene Eva Polak e sappiamo quelle che sono le sue vicissitudini giudiziarie conseguenti anche ai comportamenti illeciti della Pubblica Amministrazione in generale, inclusa, naturalmente, quella rappresentata dal Dr. Bellandi.
Non è certamente il primo caso del genere in Italia, ma ci auguriamo vivamente che sia anche l'ultimo ritenedo i provvedimenti di tal fatta un aggravante dei comportamenti non certamente specchiati, per non dire illegittimi, di una certa Pubblica Amministrazione e di una certa "Magistratura".

Noi Tutti, consapevoli della responsbilità sociale che abbiamo in quanto portatori di questa società non possiamo che opporci a tutto questo in tutte le modalità e in tutte le forme che ci sono consentite. Riconosciamo la Dott.ssa Polak pienamente in grado di intendere e di volere ed in completo possesso delle facoltà mentali, essedosi sempre relazionata perfettamente con noi e con tutti quanti sono in grado di intrattenere un ragionamento logico e conseguenziale ai fatti e alle circostanze, come per altro dimostra in maniera lampante il video che la vede confrontarsi direttamente con esponenti di primo piano delle nostre Istituzioni e non ultimo l'Ecc.mo Primo Presidente della Suprema Corte di Cassazione.

Per tutto quanto sopra descritto, sperando che chi in indirizzo, direttamente interessato, faccia un Profondo Esame di Coscienza e voglia prendere, con assoluta urgenza, tutti i provvedimenti conseguenti a questo formale reclamo.

Urgono gli ISPETTORI MINISTERIALI IN QUEL DI PISTOIA !!!

In Fede ...

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
86 / 10000

Firme Recenti

vedi tutte le firme

Informazioni

Otello MartiniDa:
Giustizia, diritti e ordine pubblicoIn:
Destinatario petizione:
Ministero della Giustizia

Sostenitori ufficiali della petizione:
Pino Zarrilli, Luigi Iovino, Paolo Balzano, Otello Martini, Giovanni Pancari

Tags

giovanni pancari, luigi iovino, otello martini, paolo balzano, pino zarrilli

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets