Dimissioni di Silvio Berlusconi firma ora

Le chiediamo come donne, come cittadine, e le chiediamo insieme a tutti quegli uomini e cittadini che non accettano di essere governati da Berlusconi e dal suo esecutivo.


Se è evidente che oggi come donne e come associazione che tutela la rappresentazione delle donne, non possiamo tacere lo scempio compiuto ancora una volta nei nostri confronti, deve essere altrettanto chiaro che l’inadeguatezza di Berlusconi a governare l’Italia, con gli scandali sessuali degli ultimi giorni è solamente arrivata ad un punto culminante e finale.

L’incapacità di governare di Berlusconi è tale da avere ormai intaccato la credibilità del nostro paese sul piano internazionale: traspare dalla sua totale mancanza di senso dello stato, dalla gestione personalistica della cosa pubblica, dalle sue ripetute gaffes, nonché dai numerosissimi capi d’accusa che gli vengono imputati come il concorso esterno in associazione mafiosa, la concussione e il favoreggiamento della prostituzione minorile. Berlusconi ha da tempo perso ogni senso del limite, trascinando l’intera nazione, grazie alla collusione di una fedelissima corte di vassalli pronti a tutto pur di ricevere i suoi favori, in un declino di proporzioni enormi, per recuperare il quale saranno necessari molti anni e molte, profonde trasformazioni.
Gli scandali sessuali di questi giorni sono solo gli ultimi di una smisurata serie. Nel corso degli anni del suo governo – con un’impennata decisa negli ultimi due, davanti ai nostri occhi si è delineato un quadro scioccante, i cui protagonisti e dettagli non cessano di emergere – non certo perché, come vorrebbe farci credere , è un perseguitato/ intercettato/spiato- ma perché si tratta di un giro di proporzioni tali che è impossibile, nonostante i mezzi dispiegati, comprare il silenzio di coloro che hanno visto e sentito. Una domanda sorge, a questo punto, più che legittima: chi governa l’Italia mentre il Capo del Governo e tutti i suoi Ministri sono impegnati a coprire le nefandezze di colui che non è nemmeno più in grado di comprarsi una credibilità pubblica?
La misoginia di Berlusconi è tale che gli ha fatto sottovalutare il pericolo degli scandali, eppure sono proprio le donne che iniziano a parlare: prima Veronica Lario con la sua lettera profetica, poi Patrizia D’Addario con la sua rabbia, poi le varie Noemi Letizia, Barbara Montereale, Ruby, Nadia Macrìi, che perdendo di vista per un istante scaltrezza e cinismo si sono impasticciate rivelando, forse loro malgrado, ciò che sapevano. Ma è una storia fatta anche della determinazione e della serietà di donne come Annamaria Fiorillo e Ida Boccassini che sfidando l’omertà e usando gli strumenti della giustizia stanno contribuendo all’affondo degli ultimi colpi definitivi.
La gravità del problema che oggi ci spinge a reagire non è quindi solo lo scandalo sessuale. Ciò che ci preme denunciare è il sistema che Silvio Berlusconi, grazie alle sue reti televisive, alla sua rete di collaboratori, procacciatori, impresari, ha creato in questi anni. Un sistema di corruzione che usa come moneta di scambio le donne per ottenere favori, ma che si è radicato nell’immaginario di tutti coloro che oggi pensano che usare il proprio corpo per ottenere denaro o facilitazioni, sia una forma di occupazione assolutamente normale, anzi più furba della altre, che implicano maggiore sforzo a minor rendimento. Vogliamo che sia chiaro che questa corruzione dei costumi, questo azzeramento dei valori, questo annientamento delle prospettive per i giovani, è stato perpetrato da colui che viene eletto da un popolo per tutelarne il presente, e soprattutto il futuro.
Abbiamo smesso di credere in un sussulto di dignità da parte di questo governo, certe che la storia giudicherà questi anni tristi, ma se vogliamo dare alle donne e agli uomini italiani una speranza di ritrovare dignità nella cultura sociale e politica di questo paese, bisogna riformare da cima a fondo il ruolo della donna nella politica, nella cultura e nella società italiana. Questa riforma non è possibile senza l’impegno di tutti, uomini e donne insieme.
Un’unica condizione: le dimissioni di Silvio Berlusconi e del suo esecutivo.
Per quanto riguarda la vicenda Ruby ed eventuale istigazione alla prostituzione, stiamo esprimendo un’opinione basata su quanto attualmente disponibile attraverso gli Organi di Informazione.


Fate girare questo messaggio copiandolo sui vostri siti e blog, inviandolo ai vostri amici e a chiunque possa dargli visibilità.

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
253 / 500000

Firme Recenti

  • 18 maggio 2012253. Fazio
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012252. Barsimeo Bono
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012251. Bassilla
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012250. Leontina Mendes
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012249. Edgardo Montagnino
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012248. Alessandro
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012247. Democrito
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012246. Mareta Gatto monticone
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012245. Trasea Polena
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012244. Brunilde Cuniberto
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012243. Giona Pero
    Sottoscrivo questa petizione
  • 07 novembre 2011242. salvatore magrì (non verificato)
    VERGOGNATEVI!
  • 07 novembre 2011241. Alessia Rago
    Sottoscrivo questa petizione
  • 22 settembre 2011240. Elisa Gelli
    Sottoscrivo questa petizione
  • 13 giugno 2011239. Carmela Matera
    Sottoscrivo questa petizione
  • 08 giugno 2011238. Laura Barbieri
  • 29 maggio 2011237. ste cusin
    Sottoscrivo questa petizionestefania cusin
  • 13 maggio 2011236. Antonio Burbano
    Milly Moratti: "Da Letizia metodo Boffo. Ma pagherà"
  • 03 maggio 2011235. chiara salvotti
    Sottoscrivo questa petizione
  • 03 maggio 2011234. Cinzia
    Sottoscrivo questa petizione
  • 02 maggio 2011233. Renato Arnese (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 02 maggio 2011232. Nina cortese (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 01 maggio 2011231. Ash Goku
    Sottoscrivo questa petizione
  • 27 aprile 2011230. Isidoro Villaggio
    Sottoscrivo questa petizione
  • 26 aprile 2011229. daniela moi
    Sottoscrivo questa petizione
  • 25 aprile 2011228. sara penazzo
    Sottoscrivo questa petizione
  • 24 aprile 2011227. kathy 69
    Ecco che cosa è capace di fare la Gelmini….

vedi tutte le firme

Informazioni

Michele PaolDa:
Politica e GovernoIn:
Destinatario petizione:
Silvio Berlusconi

Tags

berlusconi, dimissioni, governo, italia, italiani, ruby, silvio

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets