Comunione legale tra coniugi - abrogazione commi b) e c) dell'art. 177 del codice civile firma ora

OGGETTO

Si propone un progetto di legge che abroghi in toto i commi b) e c) dell'art. 177 del codice civile che così attualmen recita:

"Della comunione legale

Art. 177.
Oggetto della comunione.

Costituiscono oggetto della comunione:

a) gli acquisti compiuti dai due coniugi insieme o separatamente durante il matrimonio, ad esclusione di quelli relativi ai beni personali;

b) i frutti dei beni propri di ciascuno dei coniugi, percepiti e non consumati allo scioglimento della comunione;

c) i proventi dell'attività separata di ciascuno dei coniugi se, allo scioglimento della comunione, non siano stati consumati;

d) le aziende gestite da entrambi i coniugi e costituite dopo il matrimonio.

Qualora si tratti di aziende appartenenti ad uno dei coniugi anteriormente al matrimonio ma gestite da entrambi, la comunione concerne solo gli utili e gli incrementi."

Il secondo articolo della proposta di legge prevede che l'abrogazione proposta si applichi già indeogabilmente a tutti i matrimoni in essere alla data dell'entrata in vigore.

CAUSALE
Troppo spesso infatti si assiste a matrimoni dove uno dei due futuri coniugi (specie in caso di divario di benessere patrimoniale)"spinge" per il regime di comunione legale al posto della separazione e per non sfigurare, quasi in ambito di "timore reverenziale" verso il futuro marito/moglie e relativa famiglia si accetta.
Molto spesso poi questi 2 commi sono causa di litigi e veri "ladrocini" da parte del coniuge "cicala" rispetto a quello "formica", specie in caso di separazione.
Spesso la giurisprudenza ha cercato di arginare nella prassi la portata di queste 2 norme

Vi porto due esempi concreti:
COMMA B. - E' giusto che chi investe con profitto i proventi della successione (specie se del padre o della madre) dei frutti debba goderne la nuora o il genero che non fa altro che attingere dalle tasche del figlio/a, privando altresì i nipoti di importanti risorse e patrimonio accumulato, così utile in tempo di crisi? E' giusto, in regime di comunione rispetto a regimi alternativi (separazione, fondo patrimoniale), implicitamente favorire il consumo ("i frutti ...percepiti e non consumati") rispetto a risparmio ed investimento?

COMMA C - E' giusto che spartisca i proventi dell'attività personale del coniuge anche quello che di fatto non vi ha mai lavorato? Tra l'altro, per stabilire un omologo, nelle società è previsto il cd. divieto del patto leonino: in questo caso invece il coniuge più "svogliato" o "incapace" (se così lo possiamo definire) godrebbe solamente dei risultati positivi dei risultati dell'attività dell'altro coniuge, senza aver adeguatamente sopportato rischi e perdite.
Anche in questo caso la formulazione attuale di legge favorisce implicitamente il consumo ("i frutti ...percepiti e non consumati") rispetto a risparmio ed investimento.

Rimarrebbero in vigore, come giustamente "de minimis" in una comunione, i commi a e d.

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
14 / 50000

Firme Recenti

  • 11 luglio 201314. Roberto Bellodi
  • 19 maggio 201213. Bianca
    Sottoscrivo questa petizione
  • 19 maggio 201212. Luciana
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201211. Amata Masala
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201210. Gonerio
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 20129. Silvia Baldassarre
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 20128. Irene Napoli
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 20127. Evelina
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 20126. Fiorenziano Botnarenco
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 20125. Gianpiero Morariu
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 20124. Simeone Cioffi
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 20123. Viliberto
    Sottoscrivo questa petizione
  • 06 gennaio 20122. marciui
    perchè la comunione non sia vessazione
  • 04 gennaio 20121. Saucius
    Sottoscrivo questa petizione

Informazioni

SauciusDa:
Cultura e SocietàIn:
Destinatario petizione:
Parlamento Italiano

Tags

177, comunione legale, coniugi, famiglia

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets