Berlusconi, un cattivo esempio firma ora

Facendo riferimento alla frase “Meglio guardare le belle ragazze che essere gay” pronunciata dal Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi in data 02/11/2010, come insegnanti ed educatori mostriamo il nostro sdegno per un messaggio che reputiamo altamente diseducativo per i nostri alunni.
Da sempre la scuola si prefigge come obiettivo di educare alla diversità sensibilizzando i ragazzi al rispetto dell’altro indipendentemente da cultura, religione, razza, e non meno orientamento sessuale.
Il nostro dovere di insegnanti ci impone senz’altro di avere riguardo, oltre che alla formazione culturale dei ragazzi, anche alla loro crescita come uomini e donne maturi e autonomi nel pensiero educandoli al rispetto dei valori costituzionali di UGUAGLIANZA e LIBERTA’.
Pur con ogni sforzo, non comprendiamo, francamente, la estrema leggerezza con la quale il nostro Premier, che pure rappresenta la Nazione tutta, abbia potuto trasmettere un messaggio a tal punto fuorviante, ignorando e calpestando la sensibilità di tutti coloro che, quotidianamente, fanno i conti con l’intolleranza, l’ignoranza e la stupidità di chi è convinto che l’omosessuale sia un essere umano di serie B. Detto messaggio, peraltro, si pone incomprensibilmente in assoluta distonia con la campagna antidiscriminazione promossa dallo stesso Governo in alcune città italiane onde prevenire atti di violenza, omofobia nonché bullismo all’interno delle scuole.
Inoltre, una frase così palesemente discriminatoria può rendere assai doloroso e difficile in un adolescente il percorso di crescita quando questo sia caratterizzato da confusione e dubbi in merito al proprio orientamento sessuale.
Vorremmo ricordare al nostro Presidente del Consiglio e a tutti coloro che ancora non lo sapessero, che la diversità è indiscussa fonte di ricchezza per l’umano consorzio e che TUTTI hanno il diritto di essere solo se stessi senza per questo doversi ritenere migliori o peggiori degli altri ma semplicemente UGUALI.
Proprio in ragione del forte impatto che le parole del Premier hanno prodotto a livello mediatico manifestiamo, pertanto, profonda disapprovazione e sincera preoccupazione per il futuro ove si consideri che la discriminazione esiste ancora, come dimostrato da ricorrenti e drammatici fatti di cronaca oltre che dalla complessa realtà scolastica che noi docenti ci troviamo a gestire tutti i giorni.

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme raggiunto !
136 / 100

Firme Recenti

  • 07 novembre 2017136. Marco Monferino
    Sottoscrivo questa petizione
  • 19 maggio 2012135. Bonaventura
    Sottoscrivo questa petizione
  • 19 maggio 2012134. Abramio Qasmaoui
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012133. Allegra Abbracchio
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012132. Odorico Pittaluga
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012131. Gineto Mighetto
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012130. Ascanio
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012129. Degna Roselli
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012128. Pardo Scaglia
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012127. Gandolfo
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012126. Gioacchino Mouzekki
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012125. Donatella Lami
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012124. Eliseo
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012123. Tarsilla Morena
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012122. Mansueto Rosina
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012121. Arcadio
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012120. Angela
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012119. Zanita
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012118. Fulberto
    Sottoscrivo questa petizione
  • 06 ottobre 2011117. Aliana Sesadri
    Vergogna B,con 5 donne morte"Chiamerei partito Forza gnocca"
  • 16 settembre 2011116. Alessandro Stortini
    Sottoscrivo questa petizione
  • 01 luglio 2011115. G. N.
    Sottoscrivo questa petizione
  • 11 febbraio 2011114. Valerie NO Omophobia! (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 06 dicembre 2010113. davide vampiri
    Sottoscrivo questa petizione
  • 06 dicembre 2010112. Eva Panzani
    Sottoscrivo questa petizione
  • 03 dicembre 2010111. NICOLA PILLA
    Sottoscrivo questa petizione
  • 30 novembre 2010110. ludovico molettieri
    Sottoscrivo questa petizione

vedi tutte le firme

Informazioni

Francesca PerrinoDa:
Scuola ed educazioneIn:
Destinatario petizione:
Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano; Ministro della Pubblica Istruzione M.S. Gelimini; Ministro delle Pari Opportunità M.Carfagna

Sostenitori ufficiali della petizione:
Francesca Perrino Giovanna Renzi

Tags

Nessuna tag

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets