APPELLO PER LA COSTITUZIONE DEL COMITATO ANTINUCLEARE PIEMONTESE firma ora

APPELLO PER LA COSTITUZIONE DEL COMITATO ANTINUCLEARE PIEMONTESE


Il Governo Berlusconi, sin dal suo insediamento, ha ripreso e rilanciato il progetto di un “nucleare italiano”, a cui - nel 1987 - i cittadini italiani avevano detto “NO” in modo chiaro e convinto, votando all'80% tre referendum promossi da un ampio comitato antinucleare.

L'obiettivo dichiarato che il Governo intende perseguire con un investimento pari ad almeno 30 miliardi di euro (che dovrebbero teoricamente arrivare da finanziamenti privati) è di coprire con il ricorso alla fonte nucleare, nel periodo 2020-2030, il 25% della nostra produzione elettrica. Dato che questa rappresenta il 18% del nostro fabbisogno energetico complessivo, il nucleare italiano finirebbe per assicurare, nel migliore dei casi, appena il 4,5% del consumo energetico nazionale!



A fronte di vantaggi così irrisori (superabili di gran lunga con una seria politica di efficienza e risparmio energetico e dall’impiego delle fonti rinnovabili: fronti su cui vi è un preciso impegno assunto in sede europea con obiettivo del 20-20-20 entro il 2020), la scelta di un ritorno al nucleare comporta costi e rischi che sono e rimangono elevati e duraturi: la proliferazione nucleare (anche il “modello francese” che ci viene proposto è indissolubilmente legato agli usi militari dell’atomo), l'impatto sul territorio (enormi consumi d'acqua per il raffreddamento del reattore), la sicurezza in epoca di terrorismo internazionale, il problema dello smantellamento delle centrali una volta concluso il loro ciclo di sfruttamento, la gestione dello smaltimento dei rifiuti radioattivi, il depauperamento della attrattività turistica del territorio e della genuinità dei prodotti agro-alimentari.

In questi due anni, al di là dei proclami, il Governo ha dimostrato di non sapere rispettare la “tabella di marcia” del proprio Piano Nucleare: anche per questo - con l’obiettivo di supportare un esecutivo inconcludente e per condizionare l’opinione pubblica italiana che ha ancora memoria e consapevolezza del rischio nucleare - lo scorso luglio diverse realtà economiche e accademiche hanno creato il “Forum Nucleare Italiano”, che si presenta come una potente “lobby nuclearista”, con il compito istituzionale ’di far cambiare idea agli italiani’ sull'opzione nucleare.

E' dunque necessario ed urgente che i cittadini, singoli e organizzati, che considerano la scelta del ritorno al nucleare sbagliata, pericolosa e pure costosa, si uniscano in “comitati antinucleari” a livello regionale, per mettere in comune ed ottimizzare le proprie forze e i propri saperi.

Questa mobilitazione è tanto più necessaria ed urgente in Piemonte, dove è stoccato oltre l’85% dei rifiuti radioattivi italiani e dove il Presidente della Regione Roberto Cota si presenta come il fautore del “nucleare senza se e senza ma”, a differenza dei governatori di tutte le altre regioni italiane, anche di centro-destra, che hanno invece avanzato obiezioni e distinguo, almeno alla localizzazione sul proprio territorio.

Facciamo appello, pertanto, ai cittadini e alle cittadine piemontesi affinché si costituisca nelle prossime settimane il COMITATO ANTINUCLEARE PIEMONTESE, aperto a tutte e tutti, senza alcuna preclusione ideologica, politica e partitica, rigorosamente nonviolento.

Riteniamo quanto mai importante e significativo lavorare assieme affinché il prossimo novembre, nel 23° anniversario di quei referendum antinucleari frutto della sinergia di tante persone e tante organizzazioni diverse e che crearono nel Paese un ampio e ricco dibattito, tale Comitato possa tenere la sua prima manifestazione pubblica per dire NO al Nucleare e SI ad una politica energetica fondata sul risparmio, sull'efficienza energetica e sullo sviluppo delle energie rinnovabili.

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
76 / 5000

Firme Recenti

  • 19 maggio 201276. Oliviero Vanore
    Sottoscrivo questa petizione
  • 19 maggio 201275. Erico Corlade
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201274. Rosa Rosa
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201273. Delinda
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201272. Stefania
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201271. Telica
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201270. Lea
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201269. Fedro Rizzo
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201268. Emiliana
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201267. Giustiniano
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201266. Romano
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201265. Tosco Sarli
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201264. Marana
    Sottoscrivo questa petizione
  • 27 marzo 201163. stefano micotti (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 16 marzo 201162. ester isacco
    Sottoscrivo questa petizione
  • 15 marzo 201161. Franco Defilippi
    Sottoscrivo questa petizione
  • 15 marzo 201160. massimo gabba
    Sottoscrivo questa petizione
  • 14 marzo 201159. Raffaella Borio
    Sottoscrivo questa petizione
  • 14 marzo 201158. Adriana Martinelli
    Sottoscrivo questa petizione
  • 14 marzo 201157. elisa bocca (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 12 marzo 201156. Samuele Defilippi
    Sottoscrivo questa petizione
  • 12 marzo 201155. Luigi Melocchi
    Sottoscrivo questa petizione
  • 09 marzo 201154. Barbara Tartaglione
    Sottoscrivo questa petizione
  • 07 marzo 201153. andrea nasi
    Sottoscrivo questa petizione
  • 30 gennaio 201152. mirella sannazzaro
    Sottoscrivo questa petizione
  • 26 gennaio 201151. Alessandra Giretti (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 30 novembre 201050. Luciano DAVI'
    Sottoscrivo questa petizione

vedi tutte le firme

Informazioni

Tags

alessandria, asti, nucleare, piemonte, radicali, scorie, torino, trino vercellese, vercelli, verdi

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets