Appello per il welfare campano firma ora

Il dibattito sui temi del welfare in Campania diventa sempre più interessante, tutti rappresentano la drammaticità della situazione attuale. I tagli alle risorse, la disattenzione di gran parte della politica; la tentazione di ritornare a ipotesi di welfare caritatevoli e familistici sono solo alcuni dei nodi che stanno mettendo in ginocchio decine di pratiche di lavoro sociale e con loro migliaia di posti di lavoro.
Adesso, dobbiamo provare a fare un pezzo di strada insieme, aprendo una vertenza pubblica capace di creare alleanze anche fuori dal mondo del lavoro sociale. Non possiamo limitarci alla denuncia, ma riscoprire la dimensione politica e culturale delle nostre pratiche per proporre idee, relazioni, e comunità più giuste e solidali.
Il paese e la nostra regione sono di fronte ad una crisi economica durissima che ricade su tutti i cittadini, ma che fa sentire i suoi effetti sui più fragili di questa nostra comunità. Anche eventi naturali come la nascita di un bambino o l'ammalarsi di un anziano possono condurre una persona o una famiglia a scivolare nella vulnerabilità sociale o nella povertà.
A fronte di tanta instabilità occorrerebbero politiche forti, maggiori investimenti economici. Al contrario, il Fondo Nazionale Politiche Sociali per il 2012 prevede per la Campania una dotazione finanziaria di circa 4 milioni di euro, ben 113 milioni in meno dal 2007. Allo stesso tempo, il fondo Nazionale per la non autosufficienza è stato azzerato mettendo a rischio di chiusura la già fragile rete di servizi presente nella nostra Regione. Migliaia di anziani, disabili, bambini correranno il rischio di essere abbandonati a se stessi.
Il momento è reso ancor più difficile non solo dalla situazione finanziaria della Campania, nel bilancio 2012 sembra saranno collocati solo 6 milioni di euro sul sociale (a fronte di almeno 70 milioni necessari) ma anche da un governo regionale che si ostina a tagliare sul sociale, e quindi su meno del 2% del bilancio regionale, senza metter mano agli sprechi veri.
No, noi operatrici e operatori sociali non possiamo accettare la prospettiva di una comunità fatta di migliaia di individui in competizione l'uno contro l'altro per accedere alle poche risorse disponibili. Non possiamo accettare una società in cui tutto il lavoro di cura venga nuovamente e interamente scaricato sulle donne, impedendone nei fatti ogni possibilità di emancipazione: non possiamo accettare una società in cui verso i più fragili e marginali le uniche soluzioni possibili siano la carità, l'istituzionalizzazione, la repressione.
Noi crediamo che la spesa per gli asili nido, i centri di aggregazione giovanile i servizi agli anziani ed ai disabili siano un’investimento perché trasmettono saperi e producono benessere collettivo, risparmio e razionalizzazione della spesa.
Noi crediamo che occupare il territorio con servizi e opportunità significa non solo tutelare i diritti di chi è ultimo ma produrre sicurezza e legalità anche per i primi. Perché fare sociale riduce le distanze e la competizione, abbassando in parallelo le diseguaglianze e quindi le preoccupazioni e i rancori.
Per tutte queste ragioni chiediamo:
al governo Monti di definire i Livelli minimi di assistenza sociale e rendere esigibili i diritti sociali recuperando i tagli sul Fondo Nazionale per le politiche sociali e ripristinando il Fondo per la Non autosufficienza;
al Consiglio Regionale di finanziare la legge regionale quadro sui diritti sociali con almeno 100 milioni di euro e corrispondere immediatamente agli ambiti e ai comuni campani le risorse per i servizi già erogati nel 2010 ed il 2011.

Firma La Petizione

Firma con Facebook Firma con Twitter
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook Firma con Twitter
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
213 / 10000

Firme Recenti

vedi tutte le firme

Informazioni

Tags

assistenza sociale, diritti, legge regionale, politiche sociali, sociale, welfare

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets