AIUTIAMO I RAGAZZI ROM DELLA CESARINA firma ora

Di “Rivoluzione Copernicana” aveva parlato lo scorso agosto il Sindaco Alemanno, preannunciando un nuovo approccio della Giunta Capitolina alla questione nomadi. Un approccio “all’insegna della stretta identità tra legalità e solidarietà, tra sicurezza ed integrazione” furono le parole del Primo Cittadino. In attesa dell’imminente chiusura di oltre 80 campi abusivi e di altri 9 definiti “tollerati”, la condizione del campo autorizzato della Cesarina è, questo sì, intollerabile. Nonostante il Comune paghi profumatamente l’affitto del fazzoletto di terra, oltre ad una quota per ogni abitante, l’erogazione di servizi e utenze basilari per delle roulotte che ospitano famiglie sono demandate alla discrezionalità del proprietario del campo. L’impianto elettrico consente il funzionamento delle sole lampadine: basta un asciugacapelli per far saltare il contatore. Nella malaugurata ipotesi in cui ciò avvenga, il proprietario del campo priva gli abitanti della luce per ben tre giorni, a scopo punitivo. Facilmente comprensibili le difficoltà a gestire una quotidianità che prevede l’accudimento di neonati disponendo di acqua calda (anche per le docce) per sole 3 ore al giorno, in assenza di elettrodomestici e frigoriferi, usufruendo di bagni predisposti in un unico spazio aperto, riscaldando le fatiscenti roulotte con precarie stufe a gas (con il rischio di sovraccarico e di conseguante stacco della luce per i successivi 3 giorni). Il tutto, si ribadisce, dietro lauto compenso. Riteniamo doveroso informare che ogni nucleo familiare (sono meno di 50 quelli oggi ospitati nel campo della Cesarina) paga una sorta di pizzo al proprietario pari a 50 euro mensili, ovviamente senza ricevuta, senza specificare a che titolo vengano pretesi questi soldi. Per le utenze?! Gli abitanti del campo non possono ricevere visite di familiari ed amici senza l’autorizzazione del proprietario. In assenza di un regolamento scritto, l’ingresso di visitatori esterni è concesso a sua discrezione e solo in rarissimi casi. Fino a poco tempo fa due pulmini accompagnavano i bambini del campo a scuola (sono quasi tutti scolarizzati). Attualmente il servizio è stato ridotto ad un solo pulmino, che sembra destinato a scomparire con il prossimo anno scolastico, in barba alla tanto citata aggregazione.

In fiduciosa attesa della promessa “Rivoluzione Copernicana”,
SI CHIEDE
AL SINDACO DI ROMA
Di consentire agli abitanti del campo nomadi della Cesarina di mantenere intatta la precaria rete sociale tessuta con la città circostante. Tra mille difficoltà, adulti in cerca di lavoro e bambini in una scuola che insegna un mondo nuovo sfidano ogni giorno l’ignoranza ed il pregiudizio, conquistando una dignità che qualcuno si arroga il diritto di negare. Spostare il campo Nomadi della Cesarina significa vanificare questi sforzi, creando solo disagi e sofferenza.

di farsi carico responsabilmente delle condizioni di vita di coloro che ospitano un campo riconosciuto dal Piano Nomadi. Che alla fermezza della Giunta, che con la sua scure taglia gli insediamenti “non tollerati”, corrisponda la giustezza di alloggi dignitosi e atti ad ospitare donne, bambini ed anziani.

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
54 / 10000

Firme Recenti

vedi tutte le firme

Informazioni

sara mazzarellaDa:
Giustizia, diritti e ordine pubblicoIn:
Destinatario petizione:
Comune di Roma

Tags

2009, aiutateci, deve, grazie, natale, rom, roma, sindaco, svegliare

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets