A ciascuno la sua fibra firma ora

In Italia e in Europa si discute di reti di nuova generazione in fibra ottica, a larghissima banda, Next Generation (Access) Networks, NG(A)N.
Il dibattito è tuttavia fossilizzato su vecchi modelli economico-organizzativi e trascura approcci innovativi, capaci sia di superare problemi finora insoluti, come gli aspetti regolatori e il tema degli investimenti, sia di aprire una reale competizione tra operatori.

La soluzione consiste nell'attribuire la proprietà del local loop all'utente, abolendo preventivamente il vincolo di dover essere un operatore di telecomunicazioni per possedere una rete.

L'idea non è nuova.
Nel novembre 2008 Derek Slater (di Google) e Tim Wu (della Columbia Law School) pubblicano un working paper dal titolo "Homes with Tails - What if You Could Own Your Internet Connec-tion?".
L'idea originale risale tuttavia al 1996, quando P.B. Schechter (University of Colorado) pubblica "Customer ownership of the local loop. A solution to the problem of interconnection".

Mettere l'ultimo miglio nelle mani dell'utente consentirebbe di realizzare una vera concorrenza, in quanto sarebbe l'utente a scegliere l'operatore cui collegare l'altro estremo della fibra.
Inoltre, la fibra potrebbe veicolare anche la trasmissione televisiva "stanziale" (domestica), così da liberare le frequenze televisive per un miglior utilizzo (e i tetti delle case dalle antenne).

Numerose implementazioni già avviate nel mondo testimoniano la fattibilità dell'idea. Nella pratica, il problema è unicamente organizzativo. Si tratta di consorziarsi a livello di condominio, quartiere o Comune, e di trovare i giusti fornitori per stendere le fibre ed effettuare la manutenzione.

E chiaro come l'idea superi le difficoltà regolatorie di trovare valide regole per un accesso paritetico degli operatori alla rete (non sarebbe necessario risolvere il problema, perché il problema sarebbe eliminato).

Per quanto riguarda gli investimenti, ...si pagano con i circa 15 Euro / mese di canone Telecom.
Per 2 mesi il canone pagherebbe la manutenzione (15 Euro x 2 mesi x 20 milioni di famiglie + alcuni milioni di aziende danno più dei 700milioni di Euro / anno di costo). Per gli altri 10 mesi, potrebbe essere girato a investimento (150 Euro x 4 anni x 20 milioni di famiglie + alcuni milioni di aziende danno i 12-15 miliardi di Euro che servono). Terminati i 4 anni, ad affiancare il costo del servizio che ciascun utente vorrà scegliere resterebbe la sola quota manutenzione.

In questo scenario, il ruolo di Comuni, Province, Regioni e Stato sarebbe di rivedere il quadro normativo e di superare il digital-divide, equalizzando da un lato i costi fra aree diverse del paese e favorendo dall'altro la realizzazione dei punti di accesso alla rete Internet dove mancano.

Battersi perché questa ipotesi di soluzione possa avanzare sarebbe non solo un fatto democratico, ma anche una scelta sensata sul piano "industriale": se questa soluzione conviene (e azzera in un sol colpo tutte le diatribe regolatorie), ogni altra soluzione risulta perdente sul lungo termine.

I MEDIA NE DOVREBBERO PARLARE.
IL GOVERNO DOVREBBE SMETTERE DI FARE GLI INTERESSI DEI POTENTI, regalando denaro pubblico a imprese private.

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
23 / 10000

Firme Recenti

  • 18 maggio 201223. Fulvia
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201222. Eloisa
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201221. Aristeo Cilia
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201220. Domezio
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201219. Zama Pieracci
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201218. Manuela
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201217. Maura
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201216. Abramo Giacomino
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201215. Immacolata Redi
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201214. Lavinia
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201213. Plutarco
    Sottoscrivo questa petizione
  • 05 giugno 201012. filippo rango
    Sottoscrivo questa petizione
  • 02 giugno 201011. Gianluca Mengarelli
    Sottoscrivo questa petizione
  • 01 giugno 201010. tagliaerbe
    Sottoscrivo questa petizione
  • 30 maggio 20109. diioriougo
    Sottoscrivo questa petizione
  • 28 maggio 20108. luciano.ribaudo (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 28 maggio 20107. LivePaola
    Sottoscrivo questa petizione
  • 28 maggio 20106. Siretta
    Sottoscrivo questa petizione
  • 28 maggio 20105. andreaguerra
    Sottoscrivo questa petizione
  • 27 maggio 20104. Paolo Petrucciani
    Sottoscrivo questa petizione
  • 27 maggio 20103. andreapetti (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 27 maggio 20102. severino rigo
    Sottoscrivo questa petizione
  • 27 maggio 20101. Alfredo Bregni
    Sottoscrivo questa petizione

Informazioni

Alfredo BregniDa:
TelecomunicazioniIn:
Destinatario petizione:
Media (che ne parlino), Governo (che smetta di fare gli interessi dei potenti)

Tags

fibra ottica, informazione al cittadino, informazione democratica, next generation network, rete a larga banda

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets