Politiche a sostegno della Genitorialità e garanzia delle pari opportunità genitoriali firma ora

Spettabili Camere,
visti gli articoli 2 [ diritti inviolabili ], 3 [ compito della Repubblica a garantire l'affermazione dei principi di libertà e di uguaglianza ], 10 [ conformità alle norme internazionali generalmente riconosciute ], 11 [ condizione di parità con gli altri Stati ], 24 [ azione in giudizio ] abbinato al 111 [ principo della ragionevole durata ] e il 30 [ diritto dovere dei genitori verso i figli anche se nati fuori del matrimonio ] della Costituzione.

Tenuti in evidenza la Raccomondazione Rec(2006)19 della Commissione dei Ministri agli Stati membri [and the Appendix to the Recommendation Rec(2006)19 – in particolare "5. Considering parents’ responsibilities, rights and obligations"], la Convenzione ONU sui Diritti del Fanciullo e la Convenzione Europea sull'esercizio dei diritti del Fanciullo, la Convenzione Europea sui Diritti dell'Uomo, la Carta dei Diritti Fondamentali dell'Unione Europea, il Trattato dell'Unione Europea e il Trattato sul Funzionamento dell'Unione Europea.

Riconoscendo l'alto valore sociale e civile all'impegno del Conseil of Europe per la promozione dei diritti del bambino ed alla sua protezione da ogni forma di violenza con specifiche iniziative dedicate di cui si evidenzia "Costruiamo un Europa per e con i bambini".

Ritenendo che la violenza psicologica non è da valutare meno grave di quella fisica e può pregiudicare le condizioni che favoriscono l'interesse del fanciullo sino, in alcuni casi, arrivare a caratterizzarsi con situazioni da risvolti o epiloghi drammatici.

Condividendo che interesse del bambino coincide con il diritto ai genitori e che le autorità pubbliche (deve essere messo in rilievo) devono garantire i ruoli e favorire le funzioni genitoriali; che l'esercizio della responsabilità equamente condivisa da entrambi genitori costituisce un importante contributo allo sviluppo armonico della personalità del bambino e che vi è una particolare attenzione da prestare al ruolo dei padri nella cura e nella crescita dei figli, tenendo in rilievo il principio della parità di genere in tutti i risvolti della vita sociale per prevenire la disgregazione della famiglia (nel suo rilievo dei rapporti genitoriali) che spesso si determina quando un genitore vive separato dai loro figli [ cfr. Rec(2006)19 ].

Ai sensi dell'articolo 50 della Costituzione si presenta la seguente petizione:

P E T I Z I O N E
07.03.2011
Politiche a sostegno della Genitorialità e garanzia delle pari opportunità genitoriali

Si espone la comune necessità e si richiedono urgenti provvedimenti legislativi affinchè nei casi di conflittualità il fenomeno di esclusione e discriminazione, nella sostanza dei fatti, di molti genitori (solitamente il padre) sia urgentemente affrontato ponendo tre obiettivi principali:

a) reintegrare in tempi brevi gli individui che sono stati spogliati dei loro diritti fondamentali
b) prevenire che altri individui possano essere spogliati dei loro diritti fondamentali
c) garantire ai bambini i diritti riconosciuti internazionalmente operando negli ambiti di competenza nazionale, europea ed internazionale.

Le tutele istituzionali al momento risultano NON adeguate e NON idonee a garantire le finalità a livello nazionale, europeo e, di conseguenza, si può sostenere anche a livello internazionale.

La situazione presentata dalla Mozione “Pari opportunità… anche per i padri” dell'associazione PAPAGENO in Svizzera presenta analogie, operati i formali distinguo, con la realtà sostanziale dei fatti in Italia e degli italiani in Europa; pur senza entrare nel dibattito nazionale relativo all'attuazione del principio di legge di affido condiviso.

L'intervista del Deputato del Parlamento europeo, on. ANTINORO impone delle riflessioni. Le osservazioni sollevate devono essere accolte come un invito ad affrontare l'evidenza di una realtà sociale che coinvolge le istituzioni sia sul piano dell'attuazione della giustizia sostanziale che sotto il profilo della responsabilità politica; ovvero di doveri amministrativi volti alla realizzazione degli interessi legittimi del cittadino a tutela dei suoi diritti personali.

Si afferma il principio che il riconoscimento di un diritto fondamentale e universale segue l'individuo poichè inseparabile dalla persona; segue, poi, l'enuciazione che i diritti di questa specie, garantiti dalle norme di diritto internazionale generalmente riconosciute, preesistono (ex-ante) e non devono essere subordinati (ex-post) alla concessione di un'autorità o limitate alla competenza di una semplice giurisdizione territoriale.

In Italia, Europa e all'interno della Comunità Internazione il principio e l'enunciazione non sono realizzati nel mio caso come in molti altri casi. Ho scoperto, progressivamente, che il fallimento del sistema ha una dimensione mondiale.

Si invitano inoltre le Camere alla discussione della raccomandazione 1121 (1990) del COE con particolare riguardo alla Convention on the Legal Status of Children Born out of Wedlock (1975, European Treaty Series, No. 85); sviluppata la consapevolezza della trasformazione del costume e della morale, rilevato il fenomeno che sempre più bambini nascono al di fuori del matrimonio (media europea del 37 pct) e avendo constatato un grave vuoto di disciplina normativa idonea a rispondere alle nuove esigenze della società civile europea.

Confidando nel principio democratico e nel significato dei valori della proclamazione della Dichiarazione dei Diritti Universali dell'Uomo, si rivolgono ai due esimi Presidenti ed ai signori Onorevoli distinti saluti.

Elvio GALLO
e
i cofirmatari delle liste allegate






La petizione sarà presentata alle Camere con data 7 marzo, le successive eventuali adesioni saranno inoltrate separatamente agli uffici compenti.

La raccoltà delle adesioni si concluderà il 7 giugno.

---------------------------------------------------------------------------------------------------
Note di chiusura:
Estratto Recommendation Rec(2006)19 of the Committee of Ministers to member states on policy to support positive parenting 5. Considering parents’ responsibilities, rights and obligations. In the best interests of the child, the rights of parents, such as entitlement to appropriate support from public authorities in fulfilling their parental functions, must also be given prominence. The exercise by parents of equal and shared responsibility for their children makes a major contribution to the harmonious development of the child’s personality.
Particular attention should be paid to the important role of fathers in the care and rearing of their children, taking into account in particular the principle of gender equality, the impact on families of the reconciliation of work and family life and family breakdown, which can often result in fathers living apart from their children.
https://wcd.coe.int/wcd/ViewDoc.jsp?id=1073507&Site=CM

------------------------------
Articolo 50 - Costituzione Italiana
Tutti i cittadini possono rivolgere petizioni alle Camere per chiedere provvedimenti legislativi o esporre comuni necessità.

------------------------------
Mozione “Pari opportunità… anche per i padri” Ass. PAPAGENO
http://www.petizionionline.ch/petizione/mozione-pari-opportunita-anche-per-i-padri/18

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Parlamento UE: AD-NEWS intervista Antinoro sulla questione delle pari opportunita´ genitoriali
http://www.adiantum.it/public/2067-parlamento-ue--ad-news-intervista-antinoro-sulla-questione-delle-pari-opportunita--genitoriali.asp

Le madri single sotto i riflettori
http://www.europarl.europa.eu/news/public/story_page/047-112868-031-01-06-908-20110131STO12856-2011-31-01-2011/default_it.htm

SEPARAZIONI: TROPPE CAUSE CONTRO CONIUGE POSSONO CONFIGURARE STALKING
http://www.asca.it/news-SEPARAZIONI__TROPPE_CAUSE_CONTRO_CONIUGE_POSSONO_CONFIGURARE_STALKING-987309-ORA-.html

La Dichiarazione Universale dei diritti umani commentata dal Prof. Antonio Papisca
http://unipd-centrodirittiumani.it/it/dossier/La-Dichiarazione-Universale-dei-diritti-umani-commentata-dal-Prof-Antonio-Papisca/3

Firma La Petizione

Firma con Facebook Firma con Twitter
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook Firma con Twitter
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
111 / 500

Firme Recenti

vedi tutte le firme

Informazioni

Elvio GALLODa:
Giustizia, diritti e ordine pubblicoIn:
Destinatario petizione:
Camera dei Deputati - Senato della Repubblica Italiana

Tags

Nessuna tag

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets