Unetnia sempre in cronaca nera?! sign now

Siamo un gruppo di romeni, sparsi per tutta l'Italia, che si conoscono tra loro (realmente o virtualmente) grazie a internet.

Sono anni che i mass media italiani ci bombardano con notizie di cronaca nera nelle quali compaiono nomi di romeni, ma anche con cose inesatte che denotano la scarsa preparazione di chi scrive, benchй i giornalisti dovrebbero aver conseguito una laurea.

Molte volte abbiamo protestato, ma la nostra voce non l'ha fatta sentire nessuno. Siamo stati considerati sempre troppo poco importanti.Soltanto ora pare che il governo in carica voglia acquisire nuovi sostenitori, promettendo regolarizzazioni, cittadinanze rapide, diritti di voto ecc..

Ieri, 3 ottobre 2006, su un quotidiano e apparso un articolo a dir poco diffamatorio e scritto con un tale odio e una tale IGNORANZA che farebbe girare nella tomba i nostri avi comuni: i daco-romani (e non gli slavi, come qualche giornalista scrive ancora)!

Il quotidiano in questione e Il Tempo, il giornalista e AUGUSTO PARBONI e larticolo si puo leggere al seguente indirizzo:http://www.iltempo.it/approfondimenti/index.aspx?id=1045315" http://www.iltempo.it/approfondimenti/index.aspx?id=1045315

Non vogliamo inveire contro il quotidiano, anche se ha pubblicato una cosa simile; giusto ieri e comparso un altro articolo sullo stesso giornale, scritto da Alfreddo Vaccarella, che racconta le spedizioni punitive contro i romeni di Roma, eseguite dai ragazzi del Trullo (solo questo dovrebbe far capire a questo signore frustrato di nome PARBONI che i delinquenti ed i criminali non hanno nazionalita romena per antonomasia!), scritto con moderazione e par condicio, a nostro parere.

Pero chiediamo ufficialmente a questo signore Parboni di informarsi sul popolo ROMENO, perchй nel suo articolo (ci fa pure ribrezzo chiamarlo cosi) sta descrivendo unetnia nella quale non ci riconosciamo assolutamente. E poi non tutti quelli che hanno passaporto romeno sono romeni lo sapeva questo?

Gli chiediamo di farsi una cultura di cronaca nera italiana. Lui ha contato solo i 38 romeni (o per meglio dire, cittadini con passaporto romeno) che hanno rapinato le ville, ma forse si e dimenticato di:Mario Alessi - ha ucciso un bimbo di pochi mesi, Tommy italianoLucio Niero - ha ucciso la sua amante incinta, Jennifer italianoRocco Mezzatesta e Fosco Gianni Laurenti - schiavizzavano le ragazze, facendole prostituire italianiSconosciuto il nome di un delinquente che ha scippato un pensionato tunisino a Roma italianoFabio Coda e Nicola Ruberto hanno cosparso di benzina e appiccato il fuoco alla porta dell'appartamento di Francesca Coda, per aver sposato un cittadino egiziano italianiIl titolare della ditta e il direttore dei lavori del cantiere in corso nella palazzina di Licata (AG), dove e morto un operaio (o forse 3, ma chi ne parla piu??) romeno hanno occultato la presenza di operai nel cantiere per salvarsi il sedere italianiGaspare Bergantino rapine a mano armata italianoMichele Speranza, Cristian Contini e Leonardo Gesualdo rapina e omicidio ditta TNT italiani

ecc.ecc.ecc.

Non dimentichiamo ogni volta che si e buttato il gatto morto nella corte del vicino, come nellomicidio di Brescia, dove furono sgozzati moglie, figlio e marito e si diede subito colpa ad extracomunitari, mentre erano CALABRESI DOC.

E perchй non ricordare il nome di Bernardo Provenzano o Toto Reina, ma anche di Luigi Chiatti, Pietro Pacciani, visto che questo giornalista accusa i romeni di aver importato la criminalita nella tranquilla Italia?

E soltanto una lista corta, fatta dopo una ricerca veloce su internet, o raccogliendo articoli di cronaca nera recenti. Non volevamo certo costruire una banca dati dei criminali italiani, ma far presente (a chi non riesce ad arrivarci a tanto) che la delinquenza e la criminalita esistevano ed esistono in Italia anche senza larrivo della razza piu pericolosa.

Il cosiddetto giornalista HA IL DOVERE di scusarsi con tutti noi, quelli che scriviamo qui anche a nome di quei romeni che non conosciamo nemmeno, ma che, come noi, vivono regolarmente in Italia, lavorano onestamente, pagano le tasse, non si prostituiscono (anche se, secondo lui, anche le donne sposate con italiani sono solo delle prostitute opportuniste), non danno in testa a nessuno, non gambizzano chi gli passa davanti, non sciolgono in acido bambini per vendetta e tutte queste belle cose che i mass media ci presentano ogni giorno.

Siamo tantissimi cosi ma, se non si parla di noi da nessuna parte, e perchй non facciamo nulla di male. Se facciamo del bene o facciamo compromessi imposti da datori di lavoro italiani, troppo avidi o comodi, ci fanno conoscere solo post mortem. Un po di rumore soltanto.. e poi cala il silenzio

Come vedrete, tra i firmatari di questa lettera, non sono solo romeni che vivono in Italia, ma anche in Romania ed anche italiani e cittadini di altre nazionalita.

Parboni non deve aspettare che entriamo in Europa, per andare a farsi una cultura! Si faccia un viaggio in Romania, magari riuscira a vedere che tutte le tragedie con le quali altri suoi colleghi riempiono, come lui, tonnellate di giornali spazzatura non esistono o non sono piu gravi che in Italia o in altri paesi cosiddetti civili.

Si ricordi anche Parboni che, finchй ce richiesta, ce offerta.. e, se in Italia ci sono tanti stupidi che pagano le prestazioni sessuali, purtroppo per le prostitute italiane, arriveranno sempre le straniere agli uomini italiani piacciono, sono piu esotiche (!!). D'altronde, non sono loro i primi nel turismo sessuale? Lo potra verificare con i suoi occhi, facendo un viaggio nei paesi dellEst.

Vi preghiamo di fare pubblica questa lettera. Volevamo inviarla anche a questo giornalista da strapazzo, ma sul sito di iltempo.it ci hanno pensato bene di lasciare un mezzo di contatto solo con il webmaster, che sicuramente non avra molto da dirci in merito.

Inoltre, non crediamo che sia il caso di far passare questa storia solo con un banale scambio di emails, ammesso che qualcuno ci rispondera mai. Abbiamo diritto a delle scuse pubbliche, visto che stiamo anche noi contribuendo alla pensione di questo signore che avrebbe dovuto fare ben altro nella vita, magari fare il mercenario, visto lodio ed il razzismo che non riesce a mascherare.Il giornalismo non e per lui.

Visto che larticolo e unistigazione al razzismo e travisa la deontologia professionale ed ha gia avuto echi negativi anche nei giornali romeni, ci auguriamo che questa persona sia redarguita da chi di dovere.

Oltre a quelli che hanno firmato qui, esiste una petizione online allindirizzo: http://www.petitiononline.com/ro68it11/petition.html

Sign The Petition

Sign with Facebook
OR

If you already have an account please sign in, otherwise register an account for free then sign the petition filling the fields below.
Email and the password will be your account data, you will be able to sign other petitions after logging in.

Privacy in the search engines? You can use a nickname:

Attention, the email address you supply must be valid in order to validate the signature, otherwise it will be deleted.

I confirm registration and I agree to Usage and Limitations of Services

I confirm that I have read the Privacy Policy

I agree to the Personal Data Processing

Shoutbox

Who signed this petition saw these petitions too:

Sign The Petition

Sign with Facebook
OR

If you already have an account please sign in

Comment

I confirm registration and I agree to Usage and Limitations of Services

I confirm that I have read the Privacy Policy

I agree to the Personal Data Processing

Goal
500 / 1000

Latest Signatures

  • 13 January 2016500. Nicolau G
    I support this petition
  • 25 December 2015499. Rita Gordon
    I support this petition
  • 20 December 2015498. Floriano T
    I support this petition
  • 18 December 2015497. Puiu T
    I support this petition
  • 11 December 2015496. Apostu D
    I support this petition
  • 29 November 2015495. Mircea Welch
    I support this petition
  • 19 November 2015494. Petre C
    I support this petition
  • 17 November 2015493. Sotropa Catalini
    I support this petition
  • 13 November 2015492. Dana G
    I support this petition
  • 12 November 2015491. Costel R
    I support this petition
  • 02 November 2015490. Grada G
    I support this petition
  • 01 November 2015489. Giurgica Carmenr
    I support this petition
  • 19 October 2015488. Roxana Zuniga
    I support this petition
  • 01 October 2015487. Burduhas E
    I support this petition
  • 29 September 2015486. Francesca Alexander
    I support this petition
  • 27 September 2015485. Forumul Romanilordinitaliaw
    I support this petition
  • 27 September 2015484. Molnar L
    I support this petition
  • 11 September 2015483. Bogdan C
    I support this petition
  • 27 August 2015482. Gheorghe P
    I support this petition
  • 02 August 2015481. Boros Mariam
    I support this petition
  • 13 July 2015480. Grigore A
    I support this petition
  • 13 July 2015479. Miclaus Hughes
    I support this petition
  • 10 July 2015478. Daniele D
    I support this petition
  • 03 July 2015477. Racca G
    I support this petition
  • 19 June 2015476. Ancuta I
    I support this petition
  • 17 June 2015475. Ignat E
    I support this petition
  • 13 June 2015474. Alex Charles
    I support this petition

browse all the signatures

Information

Tags

No tags

Share

Invite friends from your address book

Embed Codes

direct link

link for html

link for forum without title

link for forum with title

Widgets