Sansonetti, quando ti dimetti? sign now

Invitiamo le compagne e i compagni che hanno a cuore Cuba ed il diritto allautodeterminazione dei popoli a non comprare piщ Liberazione fino a quando Piero Sansonetti ne sarа il direttore e a firmare la petizione per richiederne le dimissioni. I vergognosi articoli della Nocioni pubblicati il 22 e il 30 maggio, ma soprattutto leditoriale del 2 giugno a firma del direttore stesso rappresentano la classica goccia che fa traboccare il vaso e, per citare Totт: ogni limite ha la sua pazienza. Questa polemica da episodio di pessimo giornalismo si и trasformata in un fatto politico che merita quindi una risposta politica. Le lettere di protesta, i comunicati, i malumori individuali non bastano piщ; occorre che questa indignazione si sostanzi in forme di lotta pubbliche e determinate, seppur pacifiche e nonviolente (come piacciono al direttore). Nellintero corso degli anni della sua direzione Sansonetti non ha fatto altro che polemizzare con lesperienza cubana evitando accuratamente di informare i lettori su quanto accadeva sullisola. I lettori di Liberazione sono stati tenuti alloscuro del fatto che con lamministrazione Bush cи stata una recrudescenza dellaggressione USA. Non hanno saputo che dal 2003 и stata istituita una Commissione di Assistenza ad una Cuba Libera che ha come obiettivo dichiarato il rovesciamento della rivoluzione. Non sono venuti mai a conoscenza del contenuto dei due rapporti licenziati dalla stessa commissione cosм come non hanno mai saputo che gli USA dal 2005 hanno gia eletto il futuro governatore cubano. Si chiama Caleb McCarry ed и noto ai piщ per il ruolo svolto nel golpe contro Aristide ad Haiti. Tutto questo i lettori di Liberazione non lo sanno perchи chi legge il giornale di Sansonetti ha una visione macchiettistica dellisola, dipinta in piщ articoli come una sorta di museo del socialismo in cui tutto и fermo a prima dell89. Al massimo si и potuto cibare di qualche polemica pretestuosa stantia sui diritti dautore dei libri del Che (evitando ovviamente di ascoltare la voce della figlia, Aleida, che presiede lomonima fondazione). Il problema per Sansonetti, perт, и che i fatti hanno la testa dura, come diceva Marx (ma il vecchietto di Treviri sarа conciliabile con una moderna sinistra?). Chi ha avuto la possibilitа di attraversare lisola o di accedere ad altre fonti di informazione, sa bene che il dibattito teorico e pratico su come edificare una societа piщ giusta non si и mai fermato. Questo ha fatto di una piccola isola con 11 milioni di abitanti lavamposto di quellaltro mondo possibile che, o sarа socialista o non sarа. Lo sanno bene i popoli latinoamericani che guardano a la Isla grande con quel rispetto che invece и sempre mancato al direttore di Liberazione. Oggi finalmente sappiamo il perchи per voce dello stesso. A detta di Sansonetti la rivoluzione cubana non solo и inconciliabile con una moderna sinistra, ma ne и allopposto. Sfidiamo Sansonetti, visto che fa il giornalista, a citarici una manifestazione popolare cubana (una sola!!) che sia stata repressa con cariche della polizia, lacrimogeni, proiettili di gomma e tutto il corollario ben conosciuto dai cittadini del democratico occidente. Lo sfidiamo a indicarci il nome di un manifestante cubano (uno solo) morto per mano della polizia, o a farci il nome di un cubano desaparecido o di un torturato (ce ne basta uno, Sansonetti). Questo perт il direttore non potrа farlo, perchи la Rivoluzione ha sempre goduto, e gode tuttora, dellappoggio della stragrande maggioranza dei cubani. E allora come si puт, caro Sansonetti, parlare di Cuba come di un regime, una dittatura di sinistra di uno stato autocratico e repressivo? Nessuno di noi crede che Cuba sia una sorta di paradiso terrestre, i problemi che il popolo cubano affronta quotidianamente sono enormi e alcuni sicuramente causati dai propri errori. Cosм come nessuno di noi vorrebbe bollettini farciti di articoli apologetici e acritici. Pretendiamo, perт, che un giornale che si dice comunista mostri quantomeno rispetto e attenzione per chi la rivoluzione lha fatta davvero, e la difende ogni giorno a costo di enormi sacrifici. Tutto ciт, perт, non solo и lontanissimo, ma addirittura inconciliabile con Sansonetti direttore di Liberazione: inconciliabile, opposto.

Sign The Petition

Sign with Facebook
OR

If you already have an account please sign in, otherwise register an account for free then sign the petition filling the fields below.
Email and the password will be your account data, you will be able to sign other petitions after logging in.

Privacy in the search engines? You can use a nickname:

Attention, the email address you supply must be valid in order to validate the signature, otherwise it will be deleted.

I confirm registration and I agree to Usage and Limitations of Services

I confirm that I have read the Privacy Policy

I agree to the Personal Data Processing

Shoutbox

Who signed this petition saw these petitions too:

Sign The Petition

Sign with Facebook
OR

If you already have an account please sign in

Comment

I confirm registration and I agree to Usage and Limitations of Services

I confirm that I have read the Privacy Policy

I agree to the Personal Data Processing

Goal reached !
50 / 50

Latest Signatures

browse all the signatures

Information

Annette RobertsonBy:
SportIn:
Petition target:
Lettori di Liberazione

Tags

No tags

Share

Invite friends from your address book

Embed Codes

direct link

link for html

link for forum without title

link for forum with title

Widgets