Salviamo il verde a Macomer! sign now

MANIFESTO PER LA SALVEZZA DEGLI ALBERI E DELLE AREE VERDI A MACOMER


Chiediamo a tutti gli Amministratori presenti e futuri, di ogni appartenenza politica :

1)Che venga approvato al più presto un Piano del Verde Urbano realizzato da un gruppo di lavoro multidisciplinare, con specifiche competenze professionali in materia e con particolare esperienza nel campo del verde urbano. Il gruppo di lavoro, formato da professionisti con specifiche competenze in materia di verde urbano, avrà al suo interno almeno un architetto e sarà coordinato da un dottore agronomo o da dottore forestale iscritto allAlbo.

2)Che il Comune assuma il concetto di Paesaggio, così come introdotto dalla Convenzione Europea del Paesaggio, come una determinata parte di territorio, così come è percepita dalle popolazioni, il cui carattere deriva dall'azione di fattori naturali e/o umani e dalle loro interrelazioni, quindi riconoscere tale ruolo non più ai soli paesaggi di eccellenza, ma al sistema territoriale nella sua complessità.

3)Che venga recepita la Carta dei giardini storici detta "Carta di Firenze" affinché non si ripetano più gli errori della Villa Salmon. Per la Carta di Firenze un giardino dinteresse storico-artistico ..è testimonianza di una cultura, di uno stile, di unepoca ed eventualmente delloriginalità di un creatore.. e quando si va ad operare un restauro, un ripristino o una manutenzione di un giardino storico o di una delle sue parti è necessario tener conto simultaneamente di tutti i suoi elementi.

4)Che i progetti urbanistici e/o architetture impattanti sul territorio urbano che verranno di volta in volta proposti vengano d'ora in poi decisi previo il consenso dei cittadini e non più unicamente sulla base di una delega elettorale.

5) Che la conservazione delle alberature pre-esistenti diventi un'assoluta priorità per i progettisti che dovranno sempre tenerne conto, trovando tutte le alternative possibili al taglio.

6) Che cessi immediatamente la nuova dilagante politica che considera le alberature come oggetti e numeri (se ne abbattono 100 tanto se ne ripiantano 200 altrove, si taglia un albero per far posto ad una panchina), e che non tiene assolutamente conto delle proteste dei cittadini.

7)Che si contrasti fermamente la tendenza delle amministrazioni di abbattere "vecchi" alberi a favore di giovani piante. E' nostro preciso desiderio lasciare alla future generazioni sia gli alberi adulti, a volte addirittura storici e monumentali, sia le giovani alberature in nuove aree verdi, a patto che queste ultime non siano una mera "sostituzione" delle vecchie.

8)Che gli eventuali interventi di abbattimento previsti per opere pubbliche siano notificate alla cittadinanza a mezzo stampa (obbligo già presente in molti regolamenti comunali) come minimo un mese prima dell'intervento unitamente a precisi riferimenti per l'accesso diretto alle autorizzazioni rilasciate dalle autorità competenti.

9)Che tutti gli interventi di potatura e di manutenzione generale vengano programmati e monitorati da personale specializzato in modo che non si assista più allo spettacolo degli alberi-moncherino che da anni popolano i nostri viali. Inoltre dovranno essere messi in pratica tutti gli interventi post-potatura previsti dalla buona pratica agronomica.

10)Che i legislatori prevedano forme di vigilanza sull'attività di abbattimento e ripiantumazione da parte dei cittadini interessati facendo anche ricorso a pareri di esperti esterni e indipendenti.


I sottoscritti cittadini, attraverso questa lettera aperta-manifesto, esprimono un deciso monito a tutti i politici indipendentemente dalle aree politiche di appartenenza: non saranno più tollerate politiche di non rispetto degli alberi e delle aree verdi che, oltre ad essere un patrimonio di salute pubblica, rappresentano anche un'indispensabile fonte di felicità per gli occhi e per la mente, ricordi e testimonianze che attraversano silenziosamente la vita di tante generazioni e dunque costituiscono un valore aggiunto di benessere psicologico oltre che fisico.

Sign The Petition

Sign with Facebook
OR

If you already have an account please sign in, otherwise register an account for free then sign the petition filling the fields below.
Email and the password will be your account data, you will be able to sign other petitions after logging in.

Privacy in the search engines? You can use a nickname:

Attention, the email address you supply must be valid in order to validate the signature, otherwise it will be deleted.

I confirm registration and I agree to Usage and Limitations of Services

I confirm that I have read the Privacy Policy

I agree to the Personal Data Processing

Shoutbox

Who signed this petition saw these petitions too:

Sign The Petition

Sign with Facebook
OR

If you already have an account please sign in

Comment

I confirm registration and I agree to Usage and Limitations of Services

I confirm that I have read the Privacy Policy

I agree to the Personal Data Processing

Goal
0 / 50

Latest Signatures

No one has signed this petition yet

Information

Tara KirkBy:
Culture and SocietyIn:
Petition target:
Comune di Macomer

Tags

No tags

Share

Invite friends from your address book

Embed Codes

direct link

link for html

link for forum without title

link for forum with title

Widgets