MANIFESTO IN DIFESA DI FORTE MARGHERA E PER LA SUA RIPROGETTAZIONE IN FORMA PARTECIPATA sign now

MANIFESTO IN DIFESA DI FORTE MARGHERA
e per la sua riprogettazione in forma partecipata

PREMESSO
a) che Forte Marghera, cosм come lintero Campo Trincerato di Mestre, costituisce un bene pubblico di indiscutibile valore storico, paesaggistico e ambientale per il territorio, non solo comunale, di cui per troppo tempo la popolazione non ha potuto fruire, e dunque una opportunitа unica ed eccezionale per migliorare la qualitа della vita di un vasto pubblico di cittadini;

b) che tale riconoscimento и sancito da tutti gli strumenti urbanistici vigenti, dal PALAV (Piano di Area della Laguna e dellArea Veneziana) alla Variante al PRG (Piano Regolatore Generale) per la Terraferma, dal PTCP (Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale) al Piano Guida per il Parco di San Giuliano (approvato allunanimitа dallAmministrazione Comunale il 19 gennaio 1996), nonchй da una serie di vincoli di tutela ex D.Lgs. 42/2004, parte II, quali il D.M. 07.03.1980 e la declaratoria del 10.11.2002;

c) che larea di Forte Marghera, parte integrante del Parco di San Giuliano, и posta sul bordo lagunare costituendo elemento strategico di connessione tra Venezia e la Terraferma, nonchй elemento centrale sia del Campo Trincerato di Mestre che del sistema di aree verdi che secondo il PRG dovrebbe attorniare i centri di Mestre e Marghera (cosiddetto Progetto Ambientale);

d) che Forte Marghera и posto allinterno della conterminazione lagunare, fa parte dellecosistema lagunare tutelato con specifico decreto ai sensi del D.Lgs. 42/2004 parte III, и adiacente al Sito di Interesse Comunitario denominato Laguna superiore di Venezia costituisce il nodo centrale del corridoio verde previsto dal PTCP;

e) che su tale area in passato sono stati sviluppati numerosi studi e svolte attivitа di grande interesse, tra i quali si ricordano in particolare quelli di Marco Polo System GEIE, del 2007, che hanno dato luogo alla definizione di Linee guida, sia al Piano per il riuso e la valorizzazione del Campo Trincerato di Mestre, sia per una Progettazione sostenibile dellarea di Forte Marghera, rispetto al quale la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Venezia e Laguna ha recentemente (06.06.2008) espresso un sostanziale assenso e apprezzamento;

f) che и disponibile un importante contributi di studi, proposte e linee guida, prodotti dalle tante associazioni di volontariato che si sono occupate di Forte Marghera, compreso quello redatto da un raggruppamento di 14 associazioni del territorio (culturali, ambientaliste, pacifiste e di volontariato), e denominato Laboratorio di Progettazione Collettiva F.A.S.E. 1, che ha elaborato in un anno di lavoro (aprile 2007 marzo 2008) con modalitа partecipative il documento Linee guida per Forte Marghera e per la sua progettazione partecipata, proponendo di adottare tale modalitа partecipativa nella definizione del futuro di Forte Marghera, giа a partire dalla stesura del Bando per lassegnazione in concessione duso pluriennale dellarea;

g) che il Comune di Venezia и in procinto di perfezionare lacquisito la proprietа di Forte Marghera, come di altri forti facenti parte del Campo Trincerato di Mestre, con un importante impegno per la collettivitа (9,5 milioni di Euro);

h) che lo stesso Comune di Venezia ha emesso alla fine del mese di giugno 2008 un Avviso pubblico per la ricerca di soggetti interessati a concessioni duso a fronte dellassunzione degli oneri di valorizzazione urbano architettonica relativamente al compendio Ex Forte Marghera, ipotizzando la possibilitа di insediare attivitа a valenza economica tra le quali quelle fieristiche, di pubblico esercizio e ricettive, nonchй la costituzione di un gruppo di studio presso la Direzione Interdipartimentale Patrimonio, al fine di predisporre un bando di gara finalizzato allindividuazione di uno o piщ soggetti a cui concedere un uso la totalitа o parte del compendio dellEx Forte Marghera a fronte del suo integrale recupero urbano architettonico.

tutto ciт premesso le sottoscritte associazioni, attive in ambito locale, e i sottoscritti cittadini, fruitori attuali e potenziali dellarea pubblica di Forte Marghera

CHIEDONO

1) che vengano rispettate le disposizioni presenti negli strumenti urbanistici e di tutela vigenti, senza eccezioni o varianti in corso dopera, ed in particolare venga mantenuta la destinazione pubblica e garantita la fruibilitа dellintero bene costituito da Forte Marghera, evitando di promuovere una gestione del bene dove possano prevalere logiche di privatizzazione e quindi di alienazione collettiva del forte;

2) che vengano pienamente riconosciuti e tutelati i valori storici, paesaggistici, ambientali e sociali insiti in Forte Marghera, con tutte le sue enormi potenzialitа, in termini di pubblica utilitа, derivanti dalla posizione strategica, dalla vastitа ed eterogeneitа degli spazi e degli edifici presenti, dal suo grande pregio naturalistico-ambientale e storico-culturale;

3) che per giungere alla definizione delle scelte sullutilizzo e sul futuro dellarea vengano adottate modalitа riconducibili alla progettazione partecipata, non solo per la selezione e successiva definizione di dettaglio del progetto, ma giа a partire dalla definizione stessa del bando di gara, coinvolgendo con gli strumenti adeguati la cittadinanza stessa ed i portatori di interessi sociali, culturali, di categoria ed economici che vi volessero partecipare, secondo un processo di progettazione aperto, giа ampiamente sperimentato in altri analoghi contesti, non solo nazionali;

4) che vengano valutate opportunitа alternative a quella, prevista dallavviso pubblico, della concessione quarantennale di Forte Marghera a privati investitori;

5) che venga garantita la sostenibilitа ambientale degli interventi previsti, relativamente ad accessibilitа, restauro conservativo, valorizzazione, infrastrutturazione, destinazioni duso delledificato;

6) che sia attentamente valutato il rischio dellinquinamento dei terreni e dei canali (rischio concreto, per la specificitа dellutilizzo dellarea nel recente passato e, piщ in generale per la contiguitа con aree industriali e di colmata), e che i conseguenti e probabili costi di bonifica possano giustificarsi ed essere posti a carico della collettivitа locale solo nellottica di un utilizzo pubblico;

E CHE QUINDI
venga rispettato il Piano Guida del Parco di San Giuliano (approvato allunanimitа dal Consiglio Comunale il 19 gennaio 1996), ed in particolare il punto in cui si dice che poichй la sua attuazione richiederа tempi lunghi, duranti i quali potrebbero succedersi diverse amministrazioni cittadine, una chiara visione del suo futuro dovrа essere condivisa da tutti i membri della comunitа: per essere usufruito ed avere successo, il parco necessiterа, infatti, di riflettere appieno le aspirazioni dei suoi utenti. In altri termini, esso sarа espressione di una progettazione dal basso, partecipata e condivisa dal pubblico, non il frutto della convinzione di pochi individui, e che perciт si avvii fin da subito, avvalendosi anche della collaborazione degli istituti universitari e di ricerca presenti e operanti nellambito cittadino, un processo di progettazione partecipata in grado di coinvolgere la piщ ampia fascia possibile della popolazione interessata al futuro del Forte.

Sign The Petition

Sign with Facebook sign_with_twitter
OR

If you already have an account please sign in, otherwise register an account for free then sign the petition filling the fields below.
Email and the password will be your account data, you will be able to sign other petitions after logging in.

Privacy in the search engines? You can use a nickname:

Attention, the email address you supply must be valid in order to validate the signature, otherwise it will be deleted.

I confirm registration and I agree to Usage and Limitations of Services

I confirm that I have read the Privacy Policy

I agree to the Personal Data Processing

Shoutbox

Who signed this petition saw these petitions too:

Sign The Petition

Sign with Facebook sign_with_twitter
OR

If you already have an account please sign in

Comment

I confirm registration and I agree to Usage and Limitations of Services

I confirm that I have read the Privacy Policy

I agree to the Personal Data Processing

Goal
0 / 50

Latest Signatures

No one has signed this petition yet

Information

Bridgette MurrayBy:
FoodIn:
Petition target:
Comune di Venezia

Tags

No tags

Share

Invite friends from your address book

Embed Codes

direct link

link for html

link for forum without title

link for forum with title

Widgets