La Sardegna non si vende ! Not for Sale sign now

Salviamo la Sardegna!

LA REGIONE AUTONOMA SARDEGNA VUOLE REGALARE AI SIGNORI DEL CEMENTO L'ULTIMO LEMBO DI SARDEGNA RIMASTO INCONTAMINATO



Il 27 Aprile 2006, sul sito internet della Regione Sardegna, и apparso un "Bando per la cessione, riqualificazione e trasformazione di ambiti di particolare interesse paesaggistico del Parco geominerario della Sardegna".



Sono messe in vendita, l'area di "Masua e Monte Agruxau, della superficie territoriale di circa 318.00 ettari" e l'area di "Ingurtosu, Pitzinurri e Naracauli, superficie territoriale di circa 329.00 ettari".



Per farne cosa? Il bando и molto chiaro, dice tra l'altro: "Strutture alberghiere ricettive con annessi centri benessere, strutture sportive e per il golf".



A che prezzo? Recita il bando: "Euro 32.520.000 per lacquisto del compendio immobiliare di Masua e Monte Agruxau, e di Euro 11.000.000 per il compendio immobiliare di Ingurtosu-Pitzinurri-Naracauli".



Dice il bando, e sembra una beffa: "Sono le architetture di un'epoca passata, elegantissime, sui fianchi delle alte colline affacciate verso il mare, a volte a ridosso delle spiagge, sovrastate dalle creste di una catena montuosa frastagliata, fra boschi di leccio, macchia mediterranea, foreste protette. Sorgono in una zona costiera, in gran parte intatta e scampata alla edificazione che ha interessato molti altri tratti della costa Sarda, e carica di suggestione, di bellezza e fascino. Un vero spettacolo della natura".



TUTTO QUESTO E' DEI SARDI.

DA DOMANI SARA' DI QUALCHE IMMOBILIARISTA



Un vero "spettacolo della natura", che, per una cifra irrisoria, ci si appresta a regalare alle multinazionali del mattone. Un vero "spettacolo della natura", "scampato all'edificazione", afferma la Regione, и destinato all'edificazione, afferma la Regione. Basta! La Sardegna ha giа dato! Inquinamento, sfruttamento selvaggio delle coste, distruzione del patrimonio storico e ambientale!



Per farne cosa, poi? Alberghi e campi da golf! Di proprietа delle multinazionali, gestiti dalle multinazionali, dove l'unica funzione dei Sardi sarebbe ancora una volta quella di cameriere.



Si tenga conto che parliamo di uno degli ultimi lembi di Sardegna di natura incontaminata, scampato agli appetiti della speculazione immobiliare. Sono peraltro luoghi ricchi di storia centenaria, che testimoniano, nel loro silenzio, le sofferenze e lo sfruttamento dei sardi nelle miniere. Peraltro, luoghi inseriti all'interno del Parco Geominerario della Sardegna con una legge dello Stato e riconosciuti Patrimonio dell'Umanitа dall'Unesco.



In una zona delicatissima da un punto di vista ambientale, dove tutti possono ammirare il cervo sardo in libertа o le bellissime dune di Piscinas, le magnifiche rovine di Naracauli, e degli altri siti in svendita, plastificate e trasformate in albergo di lusso, permetterebbero solo a Lorsignori di fruire dello "spettacolo della natura". I campi da golf, poi, specie in regioni con scarsitа d'acqua, sono un'autentica bestemmia ambientale! Si vuole perseverare? Nel bando si parla della necessitа di effettuare una bonifica ambientale, salvo spiegare che le spese sarebbero a carico della Regione. Noi ci prendiamo l'onere della bonifica, mentre limmobiliarista di turno si prenderа lo "spettacolo della natura"! Privatizzazione dei benefici e socializzazione dei costi. Niente male!



Chi partecipa allasta ?



Semplice, Lombardia Immobiliare Spa, del gruppo Ligresti-Fondiaria-Sai, la societа Hines Italia (che fa capo ad un fondo immobiliare americano) e la Pirelli Real Estate di Tronchetti Provera. Come si vede, notoriamente e storicamente tutti benefattori della Sardegna.



Perchй, tutto questo ?



E' l'ennesima dimostrazione dell'atavica incapacitа della nostra classe politica di esercitare una pratica amministrativa che non sia svendita della dignitа, della cultura e della storia dei Sardi o c'и dell'altro? Perchй si vuole svendere una zona tra le piщ belle della nostra bella isola, per farne altri alberghi e campi da golf? Se si и giа devastato buona parte delle coste, se proprio si sentisse il bisogno di devastare ancora, e solo per creare pochi posti di lavoro subalterno, stagionale e ipersfruttato, non si potrebbe costruire in zone ormai compromesse?



E se proprio lo si dovesse fare, ma altrove, non sarebbe meglio effettuare uno studio, coinvolgendo universitа e associazioni ecologiste, di "riconversione ambientale" anche finalizzata alla creazione di redditi, che incentivasse la costituzione di cooperative o imprese di giovani, e le supportasse e indirizzasse, piuttosto che vendere al palazzinaro di turno? Si creerebbe vero benessere, visto che le comunitа locali verrebbero coinvolte nel processo imprenditoriale, e non ridotte a manovalanza salariata. Si avrebbe un maggiore, totale, rispetto dell'ambiente, visto che le strutture sarebbero utilizzate solo per il loro richiamo archeologico minerario, e non trasformate in centri benessere per miliardari.



Chiunque condivida la preoccupazione per ciт che sta avvenendo. Chiunque abbia a cuore la dignitа del popolo Sardo e la tutela del suo patrimonio storico, culturale e ambientale. Chiunque, passando per quei luoghi, quelle magnifiche rovine, si sia commossa o commosso sentendo ancora risuonare i colpi di piccone dei nostri nonni che scavavano, a prezzo della loro vita nei cunicoli delle miniere, per regalarci un futuro migliore. Chiunque non voglia che quei pezzi dei nostri cuori finiscano nel portafogli del Tom Barrack di turno, sottoscriva questa petizione.





Dobbiamo fermare la devastazione.



Grazie





Per maggiori dettagli collegati al sito : http://blog.libero.it/admetalla



Sign The Petition

Sign with Facebook
OR

If you already have an account please sign in, otherwise register an account for free then sign the petition filling the fields below.
Email and the password will be your account data, you will be able to sign other petitions after logging in.

Privacy in the search engines? You can use a nickname:

Attention, the email address you supply must be valid in order to validate the signature, otherwise it will be deleted.

I confirm registration and I agree to Usage and Limitations of Services

I confirm that I have read the Privacy Policy

I agree to the Personal Data Processing

Shoutbox

Who signed this petition saw these petitions too:

Sign The Petition

Sign with Facebook
OR

If you already have an account please sign in

Comment

I confirm registration and I agree to Usage and Limitations of Services

I confirm that I have read the Privacy Policy

I agree to the Personal Data Processing

Goal
0 / 50

Latest Signatures

No one has signed this petition yet

Information

Tags

No tags

Share

Invite friends from your address book

Embed Codes

direct link

link for html

link for forum without title

link for forum with title

Widgets