i lavoratori delle portinerie di Ca' Foscari - Venezia sign now

In data primo dicembre è avvenuto il cambio dappalto nelle portinerie di Ca Foscari e i lavoratori, che fino al 30 novembre avevano svolto le loro mansioni in questo appalto, oggi si trovano estromessi e disoccupati.

LATI (Associazione Temporale dImprese) Guerriero - Prodest, ditta che è subentrata nellappalto a seguito di una sentenza del Consiglio di Stato, ha proposto ai lavoratori delle portinerie un contratto, a dir poco, vergognoso. Un contratto che prevede un compenso di 794 euro lordi al mese per 45 ore di lavoro settimanali! Ma non solo, in questo appalto ci sono soltanto 3 dipendenti full time e tutti gli altri sono part-time (con uno stipendio ancora più basso!). Questo è possibile perché hanno usato la figura del lavoro discontinuo, e quindi su 45 ore svolte, ne vengono pagate soltanto 40.

Il lavoro nelle portinerie di Ca Foscari non è discontinuo (affermazione sostenuta anche dallIspettorato del Lavoro), e ciò sarebbe già una ragione per non ammettere questa ATI nellappalto. Ma ci sono anche altri motivi: nel cambio dappalto, la ditta subentrante è obbligata ad assumere i dipendenti con più di 4 mesi danzianità nellappalto. Questa nuova ditta non ha sottoposto il contratto almeno a quattro di questi lavoratori e, pur avendo ricevuto i contratti firmati di tutti gli altri, non ha dato risposta e ne ha assunto dei nuovi. Conseguenza: i portinai di Ca Foscari sono disoccupati.

Ricordiamo qui che, nel capitolato dappalto, ci sono alcune clausole risolutive, tra queste il non rispetto dellassunzione dei lavoratori impegnati nellappalto. Questa situazione, a nostro avviso, si è verificata.

Il nuovo Rettore di Ca Foscari, Prof. Carraro e la nuova dirigenza, hanno dimostrato la loro disponibilità su questa questione, ma è arrivato il momento di prendere una decisione forte perché non cè più tempo: cinquanta famiglie sono per strada! Bisogna muoversi in una direzione chiara, per i lavoratori delle portinerie e per la cittadinanza. Una istituzione fondamentale per il territorio, trasmettitrice di Cultura e Sapere, deve essere un faro per tutti noi e, quindi, non può accettare certe condizioni lavorative e umane.

Tutti noi ci auguriamo che il lavoro svolto fino ad oggi dal nuovo Rettore, possa materializzarsi in una azione concreta al più presto.

Sign The Petition

Sign with Facebook
OR

If you already have an account please sign in, otherwise register an account for free then sign the petition filling the fields below.
Email and the password will be your account data, you will be able to sign other petitions after logging in.

Privacy in the search engines? You can use a nickname:

Attention, the email address you supply must be valid in order to validate the signature, otherwise it will be deleted.

I confirm registration and I agree to Usage and Limitations of Services

I confirm that I have read the Privacy Policy

I agree to the Personal Data Processing

Shoutbox

Who signed this petition saw these petitions too:

Sign The Petition

Sign with Facebook
OR

If you already have an account please sign in

Comment

I confirm registration and I agree to Usage and Limitations of Services

I confirm that I have read the Privacy Policy

I agree to the Personal Data Processing

Goal
0 / 50

Latest Signatures

No one has signed this petition yet

Information

Molly BrandtBy:
Transport and infrastructureIn:
Petition target:
Università Ca' Foscari

Tags

No tags

Share

Invite friends from your address book

Embed Codes

direct link

link for html

link for forum without title

link for forum with title

Widgets